BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torre Boldone, minoranza contro Sessa: “Vuole edificare sull’area verde”

E’ scontro a Torre Boldone tra l’amministrazione Sessa e l’opposizione di centrodestra sull’approvazione di un progetto per la realizzazione di 8mila metri cubi di edifici su un’area verde: “Avevamo lasciato un Pgt a impatto zero e ora il verde più prezioso viene bruciato così”.

Il centrodestra di Torre Boldone è sul piede di guerra: al centro dello scontro con l’amministrazione del sindaco Claudio Sessa c’è l’approvazione, arrivata nel consiglio comunale di lunedì 21 luglio, di un piano attuativo commerciale.

“L’amministrazione – scrive l’opposizione - ha approvato un progetto per la realizzazione di tre edifici per un volume di 8mila metri cubi su un’area verde, centrale e strategica per Torre, quella ubicata in parte alle poste”.

Un progetto che, spiegano Centro destra per Torre, Lega Nord e Forza Italia, “prevede la realizzazione di una palestra privata di 1.300 metri quadri, 350 metri quadri di ambulatori, centri benessere e massaggi, 300 metri quadri di ristorante, pizzeria, bar e 600 metri quadri di negozi. Il tutto su un’area con destinazione di Pgt ‘verde-sportivo’”.

Il consigliere del centrodestra Giuseppe Rampolla, il segretario della Lega Nord Andrea Migliorini e l’ex assessore all’Urbanistica Giorgio Bonassoli si sono detti poi stupiti di un “evidente cambio di direzione del sindaco che solo nel settembre 2012 dichiarava ai giornali di voler salvare il verde su quell’area”.

“Il nostro gruppo – hanno spiegato - ha espresso prima la richiesta di sospensione per una maggiore riflessione, non essendo stata concessa il nostro voto è stato assolutamente contrario”.

Abbiamo consegnato a Torre un Pgt a ‘impatto zero’, senza consumo di nessuna area verde esistente – ha commentato Bonassoli – Era uno degli unici in tutta la provincia e per noi era motivo di orgoglio e soddisfazione. Un peccato che il primo atto di questa nuova giunta Sessa senza Lega sia proprio quello di bruciare il verde più prezioso, l'area in parte alle poste”.

Dello stesso tenore anche le parole di Giuseppe Rampolla: “Sosteniamo da tempo che quell'area deve essere destinata ad impianti sportivi per i cittadini, campi da tennis e calcetto, eventualmente piccole concessioni di costruzione per spogliatoi ecc, non certo per centri benessere e pizzerie che con lo sport vero e all'aria aperta non ha niente a che fare. Per non parlare dell'impatto ambientale e paesistico che questi edifici di cemento, seppur colorati, rappresentano”.

Annuncia infine battaglia Andrea Migliorini: “Finchè siamo stati in maggioranza abbiamo potuto bloccare questo progetto ma oggi il sindaco Sessa ha mani libere e questo è il risultato. Noi continueremo a batterci per difendere il verde, così come abbiamo fatto per l’area della Martinella”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca

    “IN PARTE alle poste”… orrore…almeno nei documenti ufficiali sforziamoci di usare l’italiano…

  2. Scritto da attilio

    il consiglio comunale è l’espressione delle recenti elezioni si o no? allora che avete da strillare? se la giunta è legittima prende decisioni e se poi vogliamo guardare al passato nemmeno tanto remoto… Lega e F.I. cosa state combinando insieme in uniacque, grazie eh per averci fatto un sacco di casini !!!!

  3. Scritto da de tòr

    Ecco come si è ridotto un Comune che per reddito pro capite dei suoi cittadini è fra i più ricchi della Bergamasca: ad aumentare ancora le tasse (Imu e Tasi ai primi di luglio) e, per un piatto di lenticchie, a fare ponti d’oro a un costruttore edile (lunedì scorso) Un grazie di cuore al sindaco e all’assessore all’urbanistica, né l’uno né l’altro residenti a Torre Boldone.

  4. Scritto da cittadino di torre boldone

    Quando venne slavata la Martinella, la Lega er rappresentata da Cladio Sessa, non certo da Migliorini e Bonassoli. Rampolla forse non sapeva nemmeno dove fosse. Era alla fine deglia anni 90….

    1. Scritto da cittadino di torre boldone

      scusate la Martinella venne salvata non slavata…. a volte i tasti si incrociano…….

      1. Scritto da Andrea Migliorini

        Quando è iniziata la diatriba sulla martinella è vero c’era Sessa..
        Ma si da il caso che sono stato commissario ed ora segretario della Lega di Torre Boldone da ben 15 anni .. ma a prescindere l’impegno sarà il medesimo che profusero gli altri tra cui Sessa .. tuttavia va sottolineato di come sia cambiato l’atteggiamento proprio dell’oggi primo cittadino diversamente dal consigliere Sessa che un tempo si sarebbe stracciato le vesti pur di fermare uno scempio simile !

  5. Scritto da nico

    …dove è possibile visionare la convenzione tra comune e privato che garantisce l’uso pubblico delle attrezzature sportive?

    1. Scritto da Admin Torre

      Ovviamente puoi visionare tutti i documenti in comune in quanto sono atti pubblici; se vuoi passare lunedi mattina saranno presenti gli assessori nonchè il Sindaco, sempre disponibili a chiarire qualsiasi dubbio.

      1. Scritto da nico

        …ah grazie lunedi mattina farò un salto, se per caso non trovassi nessuno magari perchè in ferie risucirò a trovare sul sito web del comune qualcosa? magari sull’albo pretorio?

  6. Scritto da cittadino di torre boldone

    Signor Migliorini., dov’era quando è stato fatto lo scempio della croce rossa? Questo suo accanimento sa solo di rivalsa personale contro il sindaco. L’area verde in questione elevato a polmone verde e’ un area incolta dove la gente fa defecare cani e qualcun’altro ogni tanto mette bocconi avvelenati. Del prato a voi non ve ne frega assolutamente nulla ne fate una mera questione politica di opposizione distruttiva senza senso , basta attaccare. Fatevi piuttosto un esame di coscienza. Saluti

    1. Scritto da Anndrea Migliorini

      Buongiorno,
      la risposta è quanto mai semplice .. all’epoca era terminato il commissariamento della sezione ed era stato eletto un nuovo Segretario .detto questo, per quanto mi riguarda, non ho proprio nulla contro Sessa ne tanto meno motivi di assurda rivalsa o accanimento nei suoi confronti, è una persona che rispetto, ma non accettiamo, poiché la posizione è collegiale condividere le scelte che sta facendo, perché sono contrarie al nostro pensiero !
      Cordialità

  7. Scritto da Torre Boldoniano

    La Lega quando erano in maggioranza aveva proposto 7.000 mc di residenziale! Il candidato di Forza Italia propone strutture, domanda: visti i continui tagli fatti dal Governo con quali soldi pensate di mantenere tali strutture? Il PGT che prevede quanto approvato in sede di giunta è stato accettato anche da loro. Altra minoranza, che era la vecchia maggioranza 6 anni fa, aveva in mente un progetto di 45.000 mc. E c’è un esposto alla magistratura e li potrebbero essere cavoli amari.

    1. Scritto da Cittadino

      Prima di tutto erano 4000 mc , meno della meta’ di quelli aporovati ora, e su 7000 metri del privato 5500 andavano al comune per un parco verde attrezzato proprio dove ora sorgeranno le palazzine.. Proposta comunque superata quando a novembre 2012 dopo le dichiarazioni di sessa che avrebbe mantenuto verde TUTTA l’area il consiglio ha approvato pgt con destinazione verde sportivo.

      1. Scritto da Torre Boldoniano

        A me risulta 7.000, ma comunque, l’idea di realizzare qualcosa c’era.
        Sessa disse, Sessa promise, Sessa di qua Sessa di la …. tutte chiacchiere. Alla fine la realtà è che di un prato verde, squallido ed incolto non ve ne frega niente. Qui ci si muove solo per rivalse politiche punto. L’area ha una destinazione edificabile, il PGT parla chiaro, e quel PGT fu approvato dalla Lega e FI punto. La proprietà privata si è mossa legalmente, c’è un esposto, con il rischio di doverla acquistare.

        1. Scritto da Cittadino

          Il PGT su quell’area non da limiti volumetrici ma da una destinazione verde – sportivo a interesse pubblico, lasciando al consiglio comunale la valutazione delle congrue volumetrie necessarie per spogliatoi , barettino ecc a servizio degli eventuali campi sportivi . Quindi è il consiglio comunale che decide quanto è se costruire.