BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Congresso Lega, Salvini: “Ora la rivoluzione fiscale Saremo milioni in piazza”

Aliquota al 20% secca, da Nord a Sud. E' questa la rivoluzione fiscale lanciata da Matteo Salvini, confermato segretario federale della Lega Nord, durante il congresso che si è tenuto a Padova. “La nostra scommessa e' quella di far pagare di meno a chi oggi paga troppo e di costringere a pagare chi oggi non lo fa".

Aliquota al 20% secca, da Nord a Sud. E' questa la rivoluzione fiscale lanciata da Matteo Salvini, confermato segretario federale della Lega Nord, durante il congresso che si è tenuto a Padova. “La nostra scommessa e' quella di far pagare di meno a chi oggi paga troppo e di costringere a pagare chi oggi non lo fa – ha detto il numero uno del Carroccio -. "Renzi è pericoloso, questo è antidemocratico fino al midollo, nel nome della velocità e del risparmio sta facendo di tutto. Vogliono una marionetta sorridente che fa i selfie, manovrato da Berlino. Per questo noi dobbiamo difendere con le unghie e con i denti il territorio".  

Salvini sara' segretario federale fino al 15 dicembre del 2016. L'assise di oltre 400 delegati ha approvato un ordine del giorno letto da Roberto Calderoli e redatto dalla commissione Statuto in cui si delibera che "il segretario eletto nel congresso straordinario il 15 dicembre scorso a Torino dura in carica fino al 15 dicembre 2016". L'odg e' stato approvato a maggioranza, con un solo voto contrario. In mancanza di proroga, il mandato di Salvini - eletto dal congresso dopo una consultazione 'stile primarie' tra i militanti - sarebbe scaduto nell'estate 2015 dopo solo un anno e mezzo, anziche' tre, in quanto l'europarlamentare milanese era subentrato a Roberto Maroni che aveva deciso di lasciare in anticipo la carica di segretario. Nessuna modifica all'articolo uno del testo in cui si definisce "l'indipendenza della Padania" come "finalità'" del movimento. Chi non condivide l'articolo uno, ha scandito il responsabile organizzativo, Roberto Calderoli, "se ne puo' andare". Tra le modifiche introdotte l'inserimento della parita' della rappresentanza di genere e delle minoranze interne negli organi statutari. E' quanto ha ribadito Matteo Salvini, parlando di un eventuale ritorno dell'alleanza con Forza Italia, a margine dei lavori del congresso federale della Lega Nord. Il segretario del Carroccio ha chiarito di non essere disponibile a una nuova alleanze "stile ammucchiata". Infine ha auspicato che il partito di Silvio Berlusconi "possa ripartire".

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Miki

    Un’idea vecchia come il cucco. Cavallo di battaglia di Berlusconi nel 1994 e mai non dico applicata ma nemmeno proposta in parlamento. Meglio continuare a occuparsi di immigrazione e di “come incassare i soldi dello stato cambiando lo statuto”

  2. Scritto da Andrea

    Il 20% sarebbe troppo per i redditi bassi, mentre sarebbe un regalo ai ricchi e ai super ricchi che se la caverebbero con un piccolo obolo.
    Ma è tutta qui la proposta politica della lega?

    1. Scritto da Mister Bean

      Se ti fossi un pelino informato, avresti visto che si parla di detrazioni in base al reddito. Ma si vede che non ti vuoi informare e poi spari commenti di questo tenore, magari solo per ideologia.
      Complimenti.

      1. Scritto da Luca

        Mi sa che il disinformato sei tu. Mi spieghi come fai a ottenere parità di gettito? Sai chi ci guadagna di più? Quelli che hanno redditi oltre l’aliquota massima. E se loro pagano meno, indovina chi pagherebbe di più? Se poi si vuole ottenere meno gettito allora meglio il 10%. Detto che sto ancora aspettando la macroregione e il 75% delle tasse in lombardia.

        1. Scritto da Malpensante

          Comunque, da uno che colloca persino la fidanzata in Regione non mi aspetto nessuna proposta credibile. Rivoluzione fiscale, quando è grazie alle nostre tasse che campano da nababbi: non ci crede nessuno!

          1. Scritto da Mister Bean

            Credi sempre e solo a quello che fa comodo: sai da quanto lavora in regione la morosa di salvini? da oltre 5 anni. Sai chi era salvini 5 anni fa? un perfetto signor nessuno. Piantala di sparar boiate solo perchè le leggi sul corriere della serva o la repubblica di debenedetti.

          2. Scritto da Luca

            Svegliati che è meglio. La compagna lavorava da 5 anni per l?ASL non per la Regione. E’ stata assunta in Regione da poco per chiamata diretta. Lo stesso Salvini ha detto ” che male c’è” non ha dettop che lavorava da 5 anni. Boccaloni.

          3. Scritto da a

            E aggiungici anche che per l’asl guadagnava la meta’… ma si sa… loro sono onesti, bravi, belli, intelligenti, capaci.

          4. Scritto da Miki

            Guarda onestamente meglio metterci una pietra sopra sulla compagna di Salvini anziche’ cercare di difendere l’indifendibile. Ha sbagliato,lo sa anche lui,fine. Dopotutto non e’ che ha ucciso qualcuno..

        2. Scritto da La verità fa male

          Con aliquote più basse (e magari dimezzamento degli inutilissimi e spesso assurdi adempimenti burocratici che gravano sulle imprese) le imprese sono incentivate a dichiarare il reddito effettivo e i controlli possono essere più mirati e precisi. La progressività può essere assicurata dalle detrazioni e deduzioni. Lo hanno sostenuto fior di economisti e di Premi Nobel, a partire da Einaudi, ma tutti i politicanti democristiani piddini evidentemente ne sanno di più di questi economisti

          1. Scritto da mavalah

            “Con aliquote più basse […] le imprese sono incentivate a dichiarare il reddito effettivo […]”
            Ma lei ci crede davvero?

          2. Scritto da La verità fa male

            Lo chieda agli economisti che hanno formulato questa teoria, a meno che (come mi sembra di capire dal suo commento) lei pensa di saperne più di loro

          3. Scritto da a

            Ci sono tanti economisti in giro caro verita’ e la verita’ e’ che hanno pareri discordanti su qualsiasi cosa. L’unico economista che fino ad ora le ha azzeccate purtroppo tutte si chiama Nouriel Roubini, uno che fino al 2008 non lo invitavano da nessuna parte perche’ dicevano che portava male… Non dico sia la verita’ incarnata, non sono cosi’ esaltato, pero’ e’ interessante.

          4. Scritto da Miki

            Sta cosa la dicevano gia’ i grillini che strumentalizzavano tutti i premi Nobel possibili e immaginabili a loro uso e consumo. Si e’ visto il risultato! Dia retta lasci i borghi aquilini a occuparsi di investimenti nei quadri di stacconanana, che l’e’ mej

          5. Scritto da andrea

            il 20% riguarderebbe le persone fisiche e le ditte individuali, non le imprese. In realtà occorrerebbe una completa revisione fiscale, la proposta leghista è la solita boutade congressuale.

  3. Scritto da ureidacan

    Ma che bisogno c’è di ridurre le imposte? In Lombardia da quando c’è Maroni il 75% delle imposte restano in Regione e di soldi pubblici oramai ne avanzano in questa regione.

    1. Scritto da Mister Bean

      Commento troppo oltre la nostra comprensione. Davvero oltre. Ma tanto.

      1. Scritto da Miki

        Be’ sta di fatto che di 75% ci sono solo gli adesivi sui cartelli stradali
        prima il Nord – 75%

  4. Scritto da Angioletti

    Chi non c’era impari a tacere e se proprio vuole dar aria alla bocca, prima si guardi il congresso: http://youtu.be/y9NBjdsUCV8?t=16m59s

  5. Scritto da Ingenuo

    Perché non il 10%?

  6. Scritto da 1816

    “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività”. Il motivo della progressività in Costituzione credo sia comprensibile a tutti, anche a Salvini. Persona strana, è tra i pochi che hanno capito che “Renzi è pericoloso, antidemocratico fino al midollo”, ma non si rende conto che sta facendo quello che non è riuscito al suo alleato di ieri: Il piduista tessera n°

    1. Scritto da La verità fa male

      La Costituzione non è il Verbo immodificabile, e infatti Renzi la sta modificando a colpi di maggioranza insieme ai suoi amichetti di destra e di sinistra; quindi, se Renzi può modificarla come gli pare e piace, anche l’articolo da lei citato può essere cambiato

      1. Scritto da ognunohalasua

        Tutto può essere cambiato, ovviamente. Il punto è se si cambia in meglio o in peggio. Quello che sta facendo Renzi, quello che propone Salvini, a mio modo di vedere, è un cambiamento in peggio, almeno x la maggioranza dei cittadini. Quindi, sempre a mio modo di vedere, va contrastato. Verità?

  7. Scritto da kurt Erdam

    “E a partire da ora tutti i ragazzi inferiori ai 16 anni avranno tutti 16 anni”.(nel film di Woody Allen a questo punto arrivava l’ambulanza gli mettevano la camicia di forza e lo portavano via).Qui,invece,cadreghe verdi forever.

    1. Scritto da La verità fa male

      Qui in Italia (e purtroppo non è stato un film di Woody Allen e non è arrivata nessuna ambulanza con la camicia di forza per portare via i vecchi democristianoni governanti di quei tempi) hanno stabilito che più di un milione di persone a soli 40 anni di età e dopo 15 anni di “lavoro” (si fa per dire…) erano tutti pensionati e mantenuti a vita dal resto del popolo. E lei, in alcuni suoi post, ha pure difeso questi “poverini” mantenuti a vita !!

      1. Scritto da poer marter a te

        fra questi baby pensionati cè pure la moglie del tuo ex guru bossi.ma tu questo non lo dici mai perche dovresti ammettere che nel calderone di roma ci mangiano un po tutti,da molti anni e a te dicono mega macroballe che puntualmente assimili.che dirti….poer marter a te

      2. Scritto da kurt Erdam

        Vede caro ragazzo,la scelta di mandare qualcuno in prepensionamento non dipende da lui né dai politici,sarebbe troppo bello decidere di andarci in età giovanile autonomamente,invece ci si va da vecchi con la salute così così e,magari,dopo una vita di sacrifici e rinunce.Invece sono le imprese che hanno deciso che il progresso arrivato con l’impegno di tutti dovesse portare soldi solo agli imprenditori,chiuse fabbriche qui e gente a casa e aprire nel terzo mondo o andare avanti qui ma in nero

        1. Scritto da La verità fa male

          Questa è fantastica !!! io pensavo che erano i politici (per puro clientelismo e voto di scambio) a mandare in pensione la gente a 40 anni e ora lei mi dice che sono state le imprese a volere tutti in pensione a 40 anni. Gli “imprenditori” assistitenziali italiani alla Agnelli o alla C.D.B. hanno tante colpe (prima tra tutte quella di “mungere la mammella statale” con casse integrazioni fasulle e contributi statali) ma quella delle pensioni baby è una porcata tutta democristiana

          1. Scritto da kurt Erdam

            Vede che un po’ per volta si evolve?vada avanti così che matura.un pochino.Pensi cosa succederebbe se lei avesse uno stabilimento e arrivasse il sindaco e le dicesse “da domani tutti quelli 40 enni in pensione” e se non ha più operai chiuda la fabbrica o la sposti in Bangladesh.Ma come fa a pensare che la politica mandi in pensione la gente a dispetto degli industriali ma roba da matti.

          2. Scritto da La verità fa male

            Non è arrivato il sindaco in nessuno stabilimento, i 40enni pensionati per la stragrande maggioranza erano quelli del pubblico impiego (magari con una tessera sindacale in tasca) e sono stati pensionati dai politicanti democristiani che in tal modo hanno rovinato le generazioni future (delle quali non gli fregava niente) ma si sono garantiti per anni milioni di voti e poltrone super pagate. A proposito, lei non era uno di quelli che votava DC negli anni Ottanta??

          3. Scritto da Kurt Erdam

            E mi scusi ma con tutta questa disponibilità di manodopera costituita da statali dismessi come mai con berlusca/lega sono triplicati gli immigrati e aumentati i disoccupati???

          4. Scritto da Kurt Erdam

            Questo succedeva nel suo mondo fantastico fra bunga-bunga ville sul mare e lamborghini, nel mondo vero le fabbriche chiudevano e si spostavano nel terzo mondo e chi restava prepensionamento,cassa integrazione e lavoro nero per i ladri evasori,e noi pagavamo tutto.Con. berluska io c’ero potrei scrivere un libro altro che DC venga giù dal. Caco

          5. Scritto da La verità fa male

            Ma la smetta di difendere la DC e venga giù lei dal caco!! crede che siamo tutti fessi e senza memoria?? me le ricordo benissimo le pensioni baby, il terremoto dell’Irpinia con i suoi scandali, le CIG infinite e fasulle, lo scempio della lottizzazione della RAI (RAI1 alla DC, RAI2 al PSI e RAI3 ai comunisti), le assunzioni facili nel pubblico impiego, le tangenti a raffica, Vespa che in diretta TV dice “il mio editore di riferimento è la DC”, altro che Berluska e il bunga bunga!

          6. Scritto da kurt Erdam

            Può starnazzare fin che vuole e fare i capricci come i bambini piccoli ma prima di craxi/berlusconi/bossi l’Italia cresceva poi,invece,siamo finiti nel gabinetto.Grazie al bunga-bunga e a quelli come lei siamo riusciti a diventare anche uno zimbello di portata internazionale.Basta raccontare palle lei era piccolo piccolo ma io c’ero e ogni anno che passava si stava meglio fino a craxi.Da lì è cominciato il declino fra corruzione,evasione ecc..per arrivare al cucù alle corna e al bunga-bunga

          7. Scritto da La verità fa male

            Certo che si cresceva, cresceva tutto, e a ritmi esponenziali cresceva anche il debito pubblico!! perchè voi, “cari” democristiani, il progresso lo avete costruito scaricandone le conseguenze (e la marea di debiti) sulle generazioni future, che in quel momento erano minorenni e quindi non votavano. Con gli altri può fare il professorone e magari qualcuno ci casca, io ero giovane ma capivo già allora come saremmo finiti

          8. Scritto da kurt Erdam

            Aggiungo votando per quelli che ha votato o sapeva veramente dove finivamo ed avrà avuto il suo interesse nel votare per loro oppure,come direbbe qualcuno “mi consenta” ma non ha capito proprio nulla di come saremmo finiti con berluska/bossi.Era meglio fare un corso full-immersion.

          9. Scritto da kurt Erdam

            A telefonare a quei tempi sarebbe andato alla STIPEL a Porta Nuova adesso invece può giochicchiare con l’IPOD nuovo.Venga giù dal caco,una buona volta,non c’erano neppure i Lines per quelli come lei,abbiamo costruito tutto a voi col sederino nel burro.I problemi sono arrivati con quello che ha applicato”Le leggi del Mercheto”,chiuso qui aperto dove si muore di fame e tanti soldi in tasca a pochi,per lo più evasori corruttori e bunga-bungari.Si svegli un po’ ragazzo.Quelli sono i ladri.

          10. Scritto da La verità fa male

            Non ho l’IPOD e nemmeno i Lines, e sì, sono andato qualche volta a telefonare nelle cabine telefoniche della SIP. Invece grazie a quelli della sua generazione (che votavano DC) insieme al progresso ho milioni di euro sul groppone di debito pubblico perchè quelli come lei mentre votavano appassionatamente la DC non si accorgevano (o magari si accorgevano, ma avevano i loro interessi) che tutto questo assistenzialismo qualcuno prima o poi l’avrebbe pagato

          11. Scritto da kurt Erdam

            Come già detto faccia pure i capriccetti ma la storia non la può cambiare,la rovina è venuta dal tristissimo ventennio berlusconiano iniziato con craxi dove invece di prendere tangenti sui lavori pubblici assegnati si inventavano lavori per avere le tangenti.E con berluska è andata avanti sempre così e siamo andati in rovina.Da Alitalia al ponte di Messina una peggio dell’altra.Lei forse era distratto ma perfino tremonti nel 2008 ha dovuto ammettere(a denti stretti)che i conti erano a posto

          12. Scritto da Luca

            lei ha 12 anni e quindi non lo può sapere. Ma sa quanto prendeva la DC in Lombardia e Veneto quando mandava in pensione dopo 15 anni di lavoro? I veneti vogliono l’indipendenza dopo che hanno dato il 50% dei voti alla Dc negli anni ’70.

          13. Scritto da La verità fa male

            Io ho più di 12 anni, sono lombardo, votavo alla fine degli anni Ottanta e negli anni Novanta ma non ho mai votato DC, PSI, PCI e i partiti ladroni e tangentari (all’epoca votavo MSI). Se poi il 50% dei lombardi o dei veneti o anche dei siciliani votava questi partiti ladri e corrotti, problemi loro, e comunque non li votavano convintamente visto che è bastata l’apparizione di un partito “anti sistema e contrario al regime” (la Lega Nord) che lo hanno votato in massa

          14. Scritto da kurt Erdam

            Votava MSI?allora ha contribuito alla rovina dell’Italia in quanto per tanti anni avete retto il sacco a berlusconi che senza di voi avrebbe avuto qualche problema in più a rovinarci mentre voi senza di lui sareste rimasti”nella fogna”(come si diceva),Si ricordi di “Mani Pulite” e si renda conto che da allora ne avete fatte di peggio.E impari a ragionare,io sono contrario alle pensioni baby in quanto hanno alimentato il lavoro nero e le sale giochi ma i conti col progresso bisogna farli

        2. Scritto da Mister Bean

          Eh, si. La colpa è solo di chi da lavoro, non di quelli che succhiano soldi a sbafo. Egr. sig. Erdam, qui il nemico della nostra gente è lo stato, mica gli altri. Ci vengono a chiedere come spendiamo i nostri (pochi) soldi, dovrebbero essere loro a rendere conto di come spendono i NOSTRI soldi. E scusi se non mi azzardo ad anagrammare il suo cognome.

          1. Scritto da Kurt Erdam

            Quello che dico si riferisce a mie esperienze.Lei paga e io la porto in giro per il mondo a vedere il made in Italy fatto magari su macchine pagate da me e lei.Lo stato siamo noi e i ladri sono quelli che evadono,corrompono ecc..Il 50% della ricchezza in mano al 10%. Il 31% di PIL in nero alla faccia mia,sua e di tutti gli onesti per la gioia dei padroni dei Verità.

          2. Scritto da Mister Bean

            Beh, pare proprio che il nero sia soprattutto nelle regioni meridionali. Fonti: ministero delle finanze.
            Veda lei.
            Lo stato non siamo noi. Noi siamo solo quelli che danno soldi allo stato ricevendo in cambio poco o nulla: ha presente lo sceriffo di nottingham?

          3. Scritto da kurt Erdam

            Lo sceriffo di Nottingham è quello che paga l’avvocato a chi spara alle spalle dei ladruncolo e fa pagare un sacco di ticket per i medicinali dei malati epilettici(veda regione Lombardia),se poi paga lei la porto al sud a vedere un po’ di investimenti dei nostri imprenditori del nord che soldi ne hanno presi tanti ma in compenso li hanno spesi male(un po’,gli altri li hanno messi in tasca).Per vedere queloo che noi del nord abbiamo fatto con l’immondizia al sud basta qualche telegiornale.

  8. Scritto da Mister Bean

    Rieccole le truppe cammellate dei mancini di cervello. Già faticano a capire chi non la pensa come loro, figuriamoci se si parla di economia. Cosa vuoi che sappiano, per loro esiste solo la redistribuzione del reddito, soprattutto ai lazzaroni, basta che si dicano di sx. E pensare che sono convinti di avere la verità in tasca, come i talebani d’altronde.

    1. Scritto da leo cat

      La redistribuzione del reddito, in un paese civile e normale, è il compito e il senso della politica, la sua ragion d’essere. Nel nostro paese, con le riforme di Renzi, al contrario si aumentano disuguaglianze e si marginalizza la partecipazione democratica dei cittadini. Distruggendo la classe media e creando il vuoto tra i molti poveri e i pochi ricchi. Non vorrei essere nei loro panni quando la corda si spezzerà, quando dovranno pagare il prezzo delle loro scelte scellerate e miopi.

    2. Scritto da ma va là

      Ognuno ha in tasca (e in testa) quello che crede meglio. Noi “mancini” condividiamo con i Cristiani la giustizia, la carità, la fratellanza. Tu che hai in tasca? Oltre alla tua verità, solo avidità, sfruttamento, egoismo e la scienza “esatta ed univoca” dell’economia?

      1. Scritto da Mister Bean

        Io ho un figlio disabile grave in casa che accudisco io personalmente con i miei famigliari. Dove sono la tua fratellanza e la tua carità per mio figlio? Certo, è meglio parlare di “migranti” o di “poveri carcerati”, fa più figo, ma alla fine voi di questi problemi volete solo che se ne occupino gli altri. Quanti “migranti” avete in casa vostra?
        E voi mi venite ad accusare di egoismo, sfruttamento, avidità?
        Non meritate nemmeno di essere mandati a quel paese. Ipocriti.

        1. Scritto da Agàpe?

          A quanto mi risulta, una disabilità grave comporta il diritto al percepimento di una pensione di invalidità, alla fruizione di permessi retribuiti legge104/92, alla possibilità di fruire di congedo straordinario sulla base della legge 388/2000, all’assistenza gratuita di operatori sociosanitari; tutte cose che hanno un costo di cui la collettività si fa, correttamente carico. Questo xché chiunque è capace di amore x il proprio figlio, più difficile amare lo sconosciuto o il nemico.

          1. Scritto da Mister Bean

            Congedo straordinario? e da chi? mica sono dipendente, io (e quindi evasore per vostra definizione). La collettività (lo stato) spende per mio figlio meno di quanto spende al giorno per un clandestino. Sai a quanto ammonta l’accompagnamento? a meno di 500 euro, più o meno quello che costerebbe il centro assistenza. Sai a quanto ammonta la pensione di invalidità? poco più di 300 euro. E tutto ciò perchè ci sono troppi falsi invalidi e troppi parassiti.

    3. Scritto da a

      Beh… qui l’unico che si firma “la verita’ fa male” fa parte delle vostre truppe… e comunque in fatto di supponente arroganza mi pare che Lei abbia molto da insegnare…

  9. Scritto da Carlo Pezzotta

    Le buffonate legaiole continuano: I grandi elettori legaioli:Commercianti, bottegai, impresari, dentisti idraulici,ecc. ecc. che secondo il ministero delle finanze, sono fra i + grandi evasori italiani, saranno d’accordo di pagare l’aliquota del 20%?? BUFFONIIIII!!!!!!!!!!!!

    1. Scritto da La verità fa male

      I nuovi elettori legaioli sono gli ex pidiellini delusi come me. Una precisazione: le categorie che hai citato tu spesso sono costrette ad evadere perchè se pagassero tutto il dovuto, con il carico di tasse e soprattutto di adempimenti burocratici, chiuderebbero domani mattina. Inoltre la crisi li ha costretti a calare i prezzi: ad esempio alcuni dentisti, pressati dalla concorrenza dei loro colleghi croati, iniziano a riunirsi in cooperative per calare i prezzi e non perdere i clienti

      1. Scritto da gaspare

        questa storiella che “se non evadessimo le tasse non sopravviveremmo e dovremmo chiudere”, la sentiamo da molto prima della crisi.. e di solito chi lo sostiene circola con automobili che costano come due redditi annui miei (lordi)… è il concetto di “riuscire a sopravvivere” che viene interpretato a seconda delle necessità.

      2. Scritto da Carlo Pezzotta

        Erano costretti ad evadere anche quando la tassazione era molto + bassa??? Con la famigerata riforma fiscale del 1973, famigerata solo x il lavoro dipendente, i tuoi colleghi evasori sopracitati hanno iniziato lo sport dell’evasione e le tasse allora potevano pagarle benissimo, diventando ricchissimi alle spalle dei lavoratori con la compiacenza anche dei partiti di sinistra. Ora chiudono, con il gruzzoletto sotto il materasso, però.

  10. Scritto da settimo

    scusi? il 20% a me che sono dipendente ed ho un reddito lordo di 20.000 euro ed il 20% anche per il mio datore che ha un reddito con qualche zero in più? è questa la proposta della Lega?
    Ma sta scherzando?
    Si preoccupi di come vengono gestiti i “soldi pubblici” (ad esempio, evitando di assegnare ricchi incarichi alle proprie compagne, giusto per stare sulla cronaca recente).. questa proposta favorisce solo i redditi alti, non i lavoratori. COSI’ Lega non rinasce.