BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Arnoldi, ex ad Hidrogest: “I partiti cambiano, le società rimangono”

“I partiti cambiano, le aziende rimangono”. Cambiano anche gli amministratori: l'ormai ex amministratore delegato di Hidrogest Carlo Arnoldi cede il passo dopo sette anni alla guida operativa della società di gestione dell'acqua tra Isola, Valle San Martino e Valle Imagna: 30 Comuni e 42 mila utenti. Arnoldi – per lui parlano i risultati di Hidrogest – dà qualche consiglio ai rappresentanti dei partiti seduti al tavolo per decidere il futuro di Uniacque.

“I partiti cambiano, le aziende rimangono”. Cambiano anche gli amministratori: l'ormai ex amministratore delegato di Hidrogest Carlo Arnoldi cede il passo dopo sette anni alla guida operativa della società di gestione dell'acqua tra Isola, Valle San Martino e Valle Imagna: 30 Comuni e 42 mila utenti. Arnoldi – per lui parlano i risultati di Hidrogest – dà qualche consiglio ai rappresentanti dei partiti seduti al tavolo per decidere il futuro di Uniacque.

Cambio della guardia dopo sette anni. Che effetto fa? “Un po' di dispiacere c'è. L'azienda ha fatto questa scelta. Posso dirlo? Sono stati gli anni più belli della mia vita, grazie anche alle tante persone che lavorano in Hidrogest e che non finirò mai di ringraziare. E' bellissimo avere coscienza di dare un servizio indispensabile ai cittadini e di avere attorno una squadra fantastica ”.

Ora l'amministratore delegato è Marco Donadoni. La Lega Nord ha criticato la nomina perché Donadoni è responsabile “Acqua” del Pd. Cosa ne pensa? “Il servizio idrico non ha bandiere. Il nuovo amministratore delegato, che conosco e a cui faccio gli auguri di buon lavoro, dovrà essere bravo a far allineare il suo partito o altrimenti le posizioni rimarranno distanti. Quando uno è troppo legato a un partito deve essere bravissimo a ritagliarsi lo spazio necessario in un'azienda controllata dal pubblico”.

Lei non era uomo di partito? “Non sono iscritto a nessun partito. Sono tradizionalmente conosciuto come uomo di centrodestra. Ora sono assessore a Capriate San Gervasio in una Giunta in cui ci sono tutti tranne che la Lega Nord. Sia chiaro: la politica ci può stare, ma quella con la P maiuscola, non quella partitica. I partiti cambiano, le aziende restano”.

Donadoni ha detto: “Ora si apre la stagione del dialogo”. Non ha dialogato? “Ho sempre dialogato con tutti, ci mancherebbe”.

I risultati sono stati lunsinghieri. Qualche numero? “In dieci anni sono stati investiti circa 55 milioni di euro. Bilancio mai in perdita. Nessuna sanzione europea. Abbiamo sempre previsto in anticipo gli investimenti da fare. Le tariffe sono basse rispetto a quelle di altre società. Sono molto orgoglioso soprattutto del settore depurazione, all'avanguardia grazie al lavoro dell'ingegnere Yafet Ambrosini, giovane, ma con una grande esperienza”.

Pd, Lega, Forza Italia e Nuovo Centrodestra hanno aperto il tavolo per decidere il futuro di Uniacque. Secondo lei quale è la strategia giusta per garantire un futuro solido alla società e tariffe sostenibili? “Capitalizzarsi, avere un'organizzazione più efficiente. Dovrebbero mettere un funzionario in ogni area in grado di intervenire immediatamente. Servono persone di qualità nei ruoli importanti. Disponibilità quotidiana ad ascoltare i sindaci, perché la gente va ancora in Comune a dire che non funzionano le fogne oppure ci sono problemi alla rete dell'acqua”.

Ora c'è grande dibattito sui nomi del prossimo consiglio di amministrazione. Come la vede? “Nominate chi volete, ma fate un progetto serio. La scommessa è semplice: mantenere la tariffa ferma perché è l'unico modo per abbatterla nei prossimi anni quando gli altri saranno costretti ad alzarla”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlo arnoldi

    Non voglio commentarmi , voglio solo precisare che ho citato Ambrosini solo un fare un esempio di eccellenza ma quando dico squadra fantastica mi riferisco a tutti e voi sapete quanto vi ho apprezzato quindi un bravo va a tutti . Roberto Mario Erica Mauro Marco e altri 43 nomi , un abbraccio a tutti , continuate sempre al meglio Ciao Carlo Arnoldi