BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un canto nuovo: testi di David Maria Turoldo e voci del Coro Santa Cecilia

Per la festa patronale sabato 21 giugno alle 21, concerto nella parrocchia di san Giovanni Battista della corale Santa Cecilia.

Per il coro Santa Cecilia il concerto della Festa Patronale costituisce da oltre 20 anni un appuntamento fisso con la comunità, un momento di presentazione dell’attività associativa e musicale che da settembre a giugno impegna oggi circa 35 coristi.

Ogni anno il concerto di San Giovanni ha una sua storia, un tema, un filo conduttore che il maestro direttore Angelo Mazzola, lega e unisce nella proposta musicale.

Quest’anno il Coro proporrà alcuni Salmi sui testi ricostruiti in forma strofica di David Maria Turoldo e musiche originarie di Ismaele Passoni e Bepi De Marzi, ed altre più recenti di Stefano Bertuletti, musicista e compositore di Bonate Sotto, che sui testi di Turoldo, ha scritto pregevoli pezzi corali.

Non si possono proporre i Salmi e gli Inni riscritti e messi in poesia da David Maria Turoldo se non si va alla riscoperta del mondo musicale del periodo post conciliare: come racconta Bepi De Marzi – “arrivavano da ogni dove le invenzioni musicali più strampalate che ancora, purtroppo, resistono oltre il decoro e soprattutto, oltre il buon senso”.

Turoldo nel 1975 intitola la prefazione de “La nostra preghiera - liturgia dei giorni” – Aiutiamoci a pregare, e così commenta: “abbiamo preparato per gli amici (…) questo dono della nostra esperienza di preghiera (…) nella speranza di aver cercato un doveroso senso di bellezza (…) e una melodia perché si compongano nuove musiche, e una creatività di salmodie e di inni affinché il popolo continui a sentirsi vivo e non escluso e orazioni in cui soprattutto non siano esclusi i tempi che viviamo.

I salmi e gli inni composti da Passoni e De Marzi sono proposti tutti a una voce, su un tono popolare, cantabile da chiunque, secondo l’auspicio di Turoldo.

La bellezza e la forza di questi testi hanno continuato e continuano a stimolare proposte di nuovi canti che non trovano nei programmi ufficiali delle proposte di musiche liturgiche il giusto spazio.

Sabato 21 giugno, alle 21 alla Chiesa Parrocchiale, la corale vuole proporre le stesse forti emozioni e gli interrogativi che queste metriche hanno provocato.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.