Quantcast
Nasce “La Lanterna”, l'informazione libera di un gruppo di 18enni - BergamoNews
Dalmine

Nasce “La Lanterna”, l’informazione libera di un gruppo di 18enni

Appena 18 anni, ma già armati di penna e di tanta voglia di raccontare il mondo che li circonda. Sono i ragazzi de “La Lanterna”, piccolo giornale indipendente nato in quel di Dalmine per “illuminare con una luce diversa dal solito la realtà della provincia di Bergamo”.

Appena 18 anni, ma già armati di penna e di tanta voglia di raccontare il mondo che li circonda. Sono i ragazzi de “La Lanterna”, piccolo giornale indipendente nato in quel di Dalmine per “illuminare con una luce diversa dal solito la realtà che viviamo nella provincia di Bergamo”, come si legge nella presentazione.

“L’idea è nata dopo una gita scolastica a Palermo con il comitato “Addio Pizzo” – spiega Rossana Mascioli, una delle iniziatrici del progetto -. Quest’esperienza ha senz’altro acuito il nostro senso civico. Volevamo fare qualcosa di concreto, per non far sì che quanto ci è stato trasmesso terminasse nel nulla”. Un’iniziativa totalmente libera ed extra-scolastica, rara per un gruppo di giovanissimi. Gli aspiranti giornalisti sono infatti una quindicina, tutti impegnati nella vita cittadina, anche se con interessi molto diversi tra loro. Studenti liceali, che abitano a Dalmine, Verdello o Osio.

“Siamo ragazzi che si informano e non accettano tutto quello che viene detto loro – continua Rossana Mascioli –, che hanno delle idee precise, anche politiche, e che si muovono con regole e obiettivi ben specifici, verso un’informazione libera e senza pregiudizi”. A questo proposito, il gruppo si organizza dividendosi compiti e mansioni a partire da temi precisi, che spesso hanno origine da articoli di cronaca. Il giornale, in formato A3 fronte e retro, non ha una scadenza e un’uscita precisa. La distribuzione del primo numero, per esempio, è iniziata sabato 14 giugno, dopo un paio di mesi di lavoro. All’interno, tra articoli culturali e una rassegna degli eventi provinciali, si trovano anche opinioni su temi più scottanti, come una forte critica all’autostrada Brebemi e una riflessione su un processo legato allo spaccio di droga a Bergamo. Un lungo tempo per la raccolta di informazioni e la scrittura. Poi, il lavoro sulla grafica e l’impaginazione. Tutto fatto in casa. A questo punto, la distribuzione.

“Abbiamo fatto un bel po’ di chilometri a piedi per Dalmine sabato – racconta ancora Rossana -, ma siamo soddisfatti. Abbiamo dato un buon numero di copie nei vari quartieri. Poi, le copie rimaste dalle 1500 che avevamo stampato sono state distibuite in bar e negozi. Molti erano stupiti di questa cosa, altri ancora non erano interessati, ma la maggior parte, dopo qualche diffidenza iniziale, sembra aver apprezzato il nostro impegno”. Se siete incuriositi e non avete avuto la possibilità di leggere il giornalino, non temete.

I ragazzi de “La Lanterna” hanno appena aperto una pagina Facebook (raggiungibile qui: https://www.facebook.com/pages/La-Lanterna/298257743669006?fref=ts), dove renderanno disponibile il primo numero in formato digitale.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI