BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Marchisio e Balotelli sbranano gli inglesi Ed è già grande Italia

Gli azzurri non toppano la prima del Mondiale contro l'insidiosissima Inghilterra di Rooney. Al vantaggio del bianconero risponde immediatamente Sturridge. Poi il sigillo decisivo del centravanti.

Più informazioni su

Più forti dei mille infortuni, delle polemiche, dello scetticismo geneale: l’Italia, che si presenta al debutto in Brasile tirata a lustro, con una prestazione maiuscola strappa tre preziosissimi punti contro l’ostica Inghilterra di Rooney, mettendo il primo mattoncino mondiale. Di Marchisio e Balotelli i gol che hanno steso gli inglesi al termine di un match vivace ed equilibrato che gli azzurri hanno vinto con pieno merito.

Prandelli, come annunciato, si presenta con una punta, un centrocampo fitto ricco di sostanza e qualità e una difesa ridisegnata all’ultimo a causa degli stop improvvisi di De Sciglio e Buffon. Ma le cose vanno bene sin da subito. Il doppio playmaker funziona a meraviglia e il palleggio italiano è da palati fini. Pirlo, poi, sembra sempre sul punto di inventarsi la giocata decisiva, con Marchisio e Candreva pronti ad inserirsi negli spazi creati da un ottimo Balotelli. E sulla destra Darmian è la splendida sorpresa che ci voleva.

Con un’Italia organizzata e lucida escono tutti i limiti degli inglesi, anche se nei primi 20′ le occasioni più ghiotte sono tutte degli uomini di Hodgson che mettono i brivi ai tifosi italiani presenti all’Arena Amazonia prima con due missili di Sturridge e Henderson, e poi con un intervento disperato di Barzagli che rischia l’autogol per mettere una pezza sull’impacciato Paletta, unica nota stonata della serata.

Ma al 35′ è una splendida invenzione di Pirlo (un velo geniale) a regalare a Marchisio i metri necessari per prendere la mira e scaricare un destro terribile che batte Hart. 1-0 ed entusiasmo alle stelle. Non c’è però nemmeno il tempo di fare festa: 2′ dopo l’Inghilterra pareggia con un contropiede micidiale con il quale mette in mostra tutta la sua qualità offensiva: Rooney pesca Sturridge e si torna in parità.

Nella ripresa stesso copione. Gioco in mano agli azzurri e inglesi pericolosi coi tiri da fuori. Poi, il nuovo vantaggio italiano: Candreva fa ammattire Baines, Balotelli sfugge a Cahill e gli salta alle spalle, mettendo in rete il gol decisivo. E’ il 50′ e il risultato non cambierà più nonostante gli attacchi disperati di Rooney e compagni. E c’è anche spazio per una punizione clamorosamente splendida di Pirlo che si stampa sulla traversa.

L’inizio è quello giusto, che ci voleva: i tre punti messi in saccoccia potrebbero già diventare decisivi per il primo posto nel girone. Ma piedi per terra: siamo solo all’inizio.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Il cambiamento vince. Sirigu, Darmian, Balotelli.
    La palude inglese ben interpretata dal vecchio difensivista Hodgson, che fa giocare lo spompato Mac Roy e fa entrare nel secondo tempo Barnes. (I nomi li metto alla spicciola).
    Per il resto caro Tino ( chi sarà?), non ci siete, non vedete, non vi muovete.
    La carotina funziona, dovreste avere grossissimi problemi esistenziali ma fate finta di nulla. Svegliatevi che è ora e riprendete possesso di voi stessi.

  2. Scritto da tino

    Lezione di calcio agli inventori del gioco : Euro 2 Sterlina 1 .Per qualcun altro …Renzi 2 Grillo 1, gol del Beppe segnato alla Play Station. La Rete approva la rete