BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il sogno di Capelletti sindaco a 26 anni: “Covo pulito come la Svizzera”

Il leghista è il terzo sindaco più giovane eletto nella provincia di Bergamo, con il 63% delle preferenze: "Mi hanno riempito il telefono di sms per i complimenti. Ma ora basta festeggiare, bisogna ripagare la larga fiducia dei miei concittadini"

“Voglio che la gente arrivi al nostro paese e rimanga stupita per quanto è pulito e ordinato, un piccolo angolo di Svizzera nella Bassa”. Il nuovo primo cittadino di Covo Andrea Capelletti sogna in grande, come un ragazzo della sua età deve fare.

A 26 anni (compirà i 27 il prossimo 12 novembre), il leghista è il terzo sindaco più giovane eletto nella provincia di Bergamo alle elezioni di domenica 25 maggio.

“Sono molto felice per questo risultato, le premesse erano buone ma non mi aspettavo una vittoria così larga – commenta Capelletti il giorno dopo a Bergamonews – . Ho ricevuto un sacco di sms di complimenti, tanto che ieri mi si è spento il cellulare perché era scarico. Abbiamo festeggiato alla grande, ma da oggi pensiamo subito a lavorare per il bene della comunità”.

Capelletti, agronomo in uno studio di Romano, ha conquistato la poltrona di sindaco con il 62,8 %, superando nettamente Pietro Facchetti, terzo classificato con l’8,5 % e il rivale diretto del partito democratico, il 29enne Andrea Brambilla con il 28,7 %: “Con Brambilla è stata una bella campagna elettorale, segno che a Covo il tanto famigerato svecchiamento della politica è già in atto. Alla fine ho vinto io, e in modo piuttosto largo. Per questo avremo maggiori responsabilità, ma siamo pronti a fare il massimo e mantenere questo margine”.

Una passione politica, quella di Capelletti, nata parecchi anni fa: “Fin dai tempi della scuola, poi nel 2009 ho deciso di iscrivermi alla Lega Nord; dal 2012 sono un membro del direttivo di Romano. Dal 2009 affianco il mio impegno politico a quello amministrativo come Assessore con delega all’Agricoltura e Ambente a Covo. Negli stessi anni del mandato sono divenuto membro del Collegio dei Revisori dell’associazione "Pianura da Scoprire", nata con lo scopo di promuovere la valorizzazione ciclo-turistica della Media Pianura Lombarda;  il comune di Covo è uno dei fondatori di questo Collegio, dal quale ha ottenuto parecchi risultati interessanti per la nostra comunità”.

Già stabiliti gli obiettivi prioritari per Covo: “Per prima cosa dobbiamo valutare attentamente la situazione delle casse comunali. In secondo luogo ci saranno da approvare i bilanci, consultivo e di previsione. Infine inzieremo a mettere in atto il nostro programma. L’obiettivo primario è il decoro del nostro paese. Voglio che Covo diventi un paese modello da questo punto di vista, un po’ come la Svizzera”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da steven

    Se la Verita’resta prerogativa del singolo,non puo’dare alcun risultato;ma se medesima Verita’diviene un Valore condiviso,con l’impegno unanime costante,la Vita puo’divenire migliore per tutti.

  2. Scritto da federivo

    Covo e’pronta all’impegno comune per questo grande progetto per il nostro Comune,il sostegno di tutti va intrapreso nell’impegno civile quotidiano per confermare la volonta’espressa nel voto.