A treviso

Prostituta sequestrata per tre giorni a Gorle: condannato un 27enne

La triste vicenda di una diciottenne risale a cinque anni fa, quando a Treviso era salita sull'auto di quelli che pensava fossero due suoi clienti: il tribunale ha condannato D.L., 27 anni, di nazionalità albanese, a due anni per sequestro di persona

Dopo tre giorni rinchiusa in una casa di Gorle era riuscita a fuggire e denunciare i suoi sequestratori alla polizia. La triste vicenda di una prostituta diciottenne risale a cinque anni fa, quando era salita sull’auto di quelli che pensava fossero due suoi clienti, lungo il Terraglio, in provincia di Treviso. I due uomini prima le hanno fatto compiere un lungo viaggio, fino a Gorle, in provincia di Bergamo.

Lì la giovane è stata rinchiusa in un appartamento dove è stata tenuta prigioniera per tre giorni. Ore difficili, con la ragazza chiusa in una camera e costretta a subire violenze da parte dei due uomini, che avevano progettato di schiavizzarla e trarne guadagni dalla sua attività di prostituta.

Dopo tre giorni di prigionia e violenze, approfittando di un momento di distrazione, la ventenne era riuscita a fuggire dall’abitazione e a denunciare tutto alla polizia.

A cinque anni da quella vicenda è arrivata la giustizia per la prostituta: il tribunale di Treviso ha condannato D.L., 27 anni, di nazionalità albanese, a due anni per sequestro di persona.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Grave incidente a Sarnico
Sarnico
Passa un tir e lo fa cadere dalla bici: 52enne è grave
Bomba a villa Gamba
Cronaca
Gazzaniga, un’altra bomba nella villa di Gamba testimone nel caso Morandi
Minacce al cognato per l'eredità di famiglia
Bossico
Minaccia il cognato con un fucile per l’eredità: 52enne arrestato
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI