BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Marlegno si sfidano con le loro opere gli allievi della Carrara

La Marlegno Srl di Bolgare ha bandito un concorso per i giovani artisti che si stanno formando all’Accademia Carrara di Bergamo. Una sfida volutamente lasciata molto aperta e dal titolo “Essenza e forma”.

Geppetto insegna quanto il legno possa riservare belle sorprese. Materia viva per eccellenza, umile e duttile, capace di slanci inaspettati, è il protagonista del concorso bandito dalla Marlegno per i giovani artisti che si stanno formando all’Accademia Carrara di Bergamo. Una sfida volutamente lasciata molto aperta. “Essenza e forma” questo è il tema che hanno sviluppato gli studenti, liberi di elaborare lavori ispirati al legno nelle più diverse modalità: dal disegno alla fotografia, dalla pittura alla scultura, dal video alla performance, dalle elaborazioni digitali all’editoria.

Le opere sono state realizzate nell’autunno 2013 e nei primi mesi del 2014 e una commissione giudicatrice, formata da due docenti dell’Accademia e un rappresentante della Marlegno, ha individuato le 13 opere che saranno messe in mostra nelle sede espositiva dell’azienda, a Bolgare, in viale Europa, a partire dal 4 giugno, giornata dell’inaugurazione (la cerimonia comincerà alle 18), con l’assegnazione di premi in denaro al primo, secondo e terzo classificato, per un valore di 800, 500 e 300 euro.

Contemporaneamente ci sarà anche il lancio della seconda edizione che avrà caratteristiche leggermente diverse: l’azienda proporrà infatti ai giovani artisti di interpretare secondo il loro sentire i nuovi spazi aggiuntivi della sala espositiva/congressuale dove ora è già allestito un percorso sensitivo-emozionale del legno. Gli studenti daranno vita ad un laboratorio teorico-pratico, potranno lavorare direttamente in azienda, dove ci saranno spazi e materiali, nonché attrezzature per la movimentazione, seguiti da un docente dell’Accademia in un vero e proprio workshop. Questa iniziativa si aggiunge alle numerose collaborazioni dell’azienda con il mondo della scuola a tutti i livelli.

“Con l’Accademia non cercavamo un rapporto estemporaneo – spiega l’imprenditore Angelo Marchetti, che con i fratelli Siro e Anna guida l’azienda – ma qualcosa di più continuativo. Siamo del resto convinti che la collaborazione con le scuole porti sempre buoni frutti. In questa prima edizione abbiamo lasciato agli artisti la massima libertà di espressione, per la prossima puntiamo a qualcosa di più strutturato, anche grazie alla formula del workshop che consentirà ai giovani di rapportarsi più direttamente con la realtà dell’azienda oltre che di poter contare su spazi e attrezzature adeguati”. “Si tratta di un’importante opportunità offerta alla scuola – sottolinea Francesco Pedrini, il docente che ha seguito i giovani artisti e coordina gli eventi sul territorio dell’Accademia -. In questo caso l’iniziativa è partita direttamente da Marlegno, che ha capito l’importanza del lavoro di reinterpretazione dell’artista, il quale fa una vera azione di comunicazione. Gli artisti hanno tutto da guadagnare da questa intesa, che deve essere colta come uno stimolo e non come una limitazione”.

Un primo assaggio si avrà con questa prima mostra, che metterà in luce opere molte diverse fra loro, ma tutte caratterizzate da un approccio non tradizionale. Si va da modellini in 3d a fotografie, da video a installazioni.

“Hanno lavorato in modo serio e creativo – commenta il docente – con risultati interessanti”. Ancora più stimolante si prospetta la seconda edizione che confermerà l’azienda come luogo di ricerca. “Grazie alla formula del laboratorio-workshop, all’interno del quale un gruppo di studenti sperimenterà la creazione di installazioni per aiutare la conoscenza del legno – aggiunge il docente – potrà essere raccolta la sfida di coniugare approcci sperimentali con le esigenze comunicative di aziende virtuose”.

Ecco gli autori delle opere in gara: Viola Acciaretti, Chiara Cotti, Laura Crevena, Valentina Gamba, Nadia Lasala, Stephani Morla, Andrea Natali, Eleonora Parenti, Stefano Parimbelli, Paola Ricchiuti, Clara Scola, Luca Viganò e Pietro Zucchetti.

Rossana Pecchi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Miriam

    Bella iniziativa! Complimenti

  2. Scritto da dany

    ecco i lavori:
    http://www.marlegno.it/2014-essenza-e-forma/