BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il bonus di 80 euro: ecco chi ne ha diritto Come dichiararlo alla ditta

Negli ultimi giorni alla Cgil di Bergamo sono giunte molte richieste di spiegazione sul meccanismo di assegnazione e sui moduli distribuiti dalle aziende. Ecco una piccola guida per capire chi ne ha diritto e che cosa si deve fare.

Più informazioni su

A partire dalla busta paga di maggio, cioè proprio in queste ore, è in arrivo per molti lavoratori il Bonus di 80 euro previsto dal Decreto Legge del 24 aprile (n. 66). Dopo aver ricevuto, negli ultimi giorni, varie richieste di chiarimento sul meccanismo di assegnazione e soprattutto sui moduli che le aziende stanno distribuendo ai lavoratori, la Cgil di Bergamo ha elaborato una nuova nota sulla questione.

Eccola: “Per usufruire del Bonus di 80 euro è necessario avere innanzitutto un reddito da lavoro dipendente o assimilato su cui vi sia, dopo aver applicato la sola detrazione da lavoro dipendente, una trattenuta Irpef. In secondo luogo il diritto è determinato dal possesso di un reddito complessivo presuntivo nell’anno 2014 non superiore a 24mila euro ( Bonus intero) o non superiore a 26mila euro ( Bonus ridotto). Nel reddito complessivo 2014 vanno considerati tutti i redditi posseduti ad esclusione della prima casa di abitazione e delle sue pertinenze nonché degli importi legati all’incremento di produttività soggetti a ritenuta a titolo di imposta sostitutiva del 10%.

Il Bonus è erogato in automatico, senza domanda, dunque i lavoratori che oltre al reddito principale da lavoro ne hanno anche altri (da altro lavoro, da affitto, da pensione ecc.) oppure hanno più datori di lavoro /committenti e che presumono di non averne diritto, hanno tutto l’interesse a comunicare al datore di lavoro di non provvedere a emettere il Bonus, per evitare conguagli negativi in sede di dichiarazione dei redditi o a fine anno. Il Decreto Legge non ha previsto alcun modello di comunicazione per i non aventi diritto, tuttavia è stato predisposto un modello adottato dalle aziende che, in questi giorni, lo stanno distribuendo ai lavoratori.

IMPORTANTE:

1 – Chi ha diritto al Bonus, non deve assolutamente restituire il modello all’azienda.

2 – Chi, invece, presume di non aver diritto perché ha altri redditi che comportano il superamento dei limiti (24mila-26mila euro), oppure perché, avendo più rapporti di lavoro, lo percepirà da un altro datore di lavoro, deve restituite all’azienda il modello firmato, barrando la prima casella: ‘Richiedo la non applicazione del Bonus’.

3 – Chi presume di averne parzialmente diritto (è il caso di chi ha ulteriori redditi che, sommati a quelli derivanti dal rapporto con l’azienda, comportano un reddito complessivo superiore a 24mila ma inferiore a 26mila euro) dovrà barrare la casella: ‘Comunico che percepirò presuntivamente nell’anno 2014 ulteriori redditi aggiuntivi. Indicare solo l’ammontare del reddito aggiuntivo’.

4 – Chi cambierà lavoro, dopo il maggio 2014, dopo aver già riscosso per uno o più mesi il bonus, lo dovrà comunicare al nuovo datore di lavoro. Va detto che comunque l’interessato che rientra in questa fattispecie dovrà consegnare al nuovo datore di lavoro il CUD rilasciato dalla vecchia azienda con i redditi ivi percepiti nel 2014.

Sul CUD risulterà pure il bonus percepito, i giorni lavorati e il reddito. La casella da barrare è: ‘Comunico che mi è stato riconosciuto il Bonus…..nel corso di precedenti rapporti di lavoro’”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mihaiela Cicu

    Io lavoro con contratto dal 11/06/2014 come addetta alle pulizie part-time, tre ore al giorno mi hanno detto che non ho diritto a questo bonus, non ho altri redditi e ho anche una figlia a carico senza padre, come mai non ho il diritto?

  2. Scritto da Letizia

    Io faccio Bebysitter e predo 50 euro al mese.Posso avere il bonus? Lavoro in nero

  3. Scritto da boboc elena

    Lavoro come badante con una agenzia io posso beneficiare di questi 80 euro .? Ho contratto di lavoro .

  4. Scritto da Jole

    Buongiorno, io lavoro come merchandising per due agenzie con contratto per quanto riguarda una a tempo indeterminato a chiamata pur avendo un lavoro continuativo e l’altra a tempo determinato, percepisco un reddito complessivo di 8.800,00 euro e non mi è stato riconosciuto il bonus nonostante non avessi restituito il modulo per la rinuncia.Ho chiesto delucidazioni ma non sono stati pet niente chiari. Chiedo dulucidazioni a chi di competenza. Grazie.

    1. Scritto da arianna

      Salve, mio marito ha la sua stessa situazione e lavoro, sono stata all’INPS non ottenendo risposta alle mie domande,poi mi sono rivolta ad un caf e mi hanno detto di fare domanda con ricevuta di ritorno al datore di lavoro, proverò, se lei avesse delle risposte alle sue domande mi contatti per piacere grazie volpato Arianna saluti

  5. Scritto da marco

    nn lavoro da più di un anno, riceverò anch’io il bonus di 80?

  6. Scritto da Francesco

    Sono disoccupato, riceverò questo bonus di 80€? Se si come?? Ps: Ci credo poco

  7. Scritto da mariateresa

    ciao, sono una commessa, lavoro solo 16 ore a settimana, la mia busta paga si aggira ai 550 euro considerando maggiorazioni festive e straordinarie… arrivo a poco più di 6.000€ annui, e non mi hanno dato gli 80€ dicendo che devi raggiungere gli 8.000€ annui… è vero o devo informarmi???? grazie…

  8. Scritto da Ivano Di Paola

    Sono inquadrato con contratto studi professionali livello 3 ho il mio stipendio lordo è 1600€ per 14 mensilità non ho percepito il bonus, in verità mi sembra strano posso avere delucidazioni

  9. Scritto da CAPITAL

    STIPENDIO DIPENDENTE 4 ORE + PENSIONE CHI DEVE EROGARE GLI €80,00 DI BONUS?

  10. Scritto da Giovanni Giove

    HO INIZIATO A LAVORARE DA GENNAIO 2014, NON HO RICEVUTO IL BONUS DI € 80 IN BUSTA PAGA. PERCHE’

  11. Scritto da piero

    lavoro part time.4 ore al giorno in una azienda multiservizi,non supero i 10,00 mila euro l anno ,quanto mi tocca di bonus?

  12. Scritto da mario

    io guadagno 1250 netti al mese sono inquadrato come lavoratore domestico e non o ricevuto i famosi 80 euro forse che alla mia categoria di lavoratori non gli aspettano ?? se qualcuno sa qualcosa lo ringrazio

  13. Scritto da giovanna

    lavoro come collaboratrice domestica 3 volte a settimane sono in regola da 1 anno e mezzo volevo sapere se mi spettano le 80 euro di bonus il mio reddito e di circa 4980 a anno grazie

  14. Scritto da PASCAL

    SONO SENZA LAVORO DA 5 ANNI… COSA MI SPETTA?? PENSO NA BEATA MINCHIA!!!!

  15. Scritto da Gury

    Ma se uno ha un contratto di apprendistato come funziona??

  16. Scritto da Sandra

    Ciao io ho percepito nel CUD 2014 un reddito lordo pari a euro 24.500 quindi faccio parte di quella parte ch epercepirà il bonus ridotto. Ma di quanto sarebbe il bonus ridotto? Come si può calcolare? Grazie saluti.

  17. Scritto da ernesto

    Ciao,
    Sono Incapiente per detrazioni familiari (pago l’irpef ma la stessa viene azzerata dalle etrazioni per mia moglie e mio figlio avevo letto che in questo caso specifico mi spettava comunque il bonus ma non ne vedo traccia in busta paga.

    1. Scritto da Fabio

      A me sembra che l’incapienza venga dettata soltanto dall’applicazione delle detrazioni per lavoro dipendente. Quindi, nel caso di riduzione dell’imposta per detrazioni per familiari a carico, il bonus spetta. Dovresti farlo presente al datore di lavoro.

    2. Scritto da elisa

      Gli 80,00 € vengono detratti dall’irpef che si paga in busta paga, dunque se, grazie alle detrazioni, non paghi l’irpef credo proprio che non ti spettino.

  18. Scritto da Maurizio

    Grosso problema: ho un reddito presunto di circa 20000 euro, ma ho in arrivo una serie di stipendi arretrati niente meno che dal 2012 (circa 8000 euro). Cosa posso fare per evitare che mi venga ripreso il mio sacrosanto bonus?

  19. Scritto da lucia

    buondi, mio marito ha affittato la sua casa di proprietà, ed e andato in affitto, ne ha diritto

  20. Scritto da milly.67

    Ah quasi dimenticavo….LORDI !!

    1. Scritto da Lucio

      Informati prima di sparare cavolate …sono netti. Comunque se li rifiuti ti posso dare le coordinate della mia banca.

  21. Scritto da milly.67

    Io ho dovuto rifiutarlo…
    nel 2013 ho preso 25.741 Euro di reddito,quest’anno ho lo scatto di anzianità e probabilmente uscirò di poco dai 26.000, peccato che ho 3 PERSONE A CARICO e di assegni familiari prendo ben 59 Euro al mese x 2 persone (manco i pannolini) !!
    Buffoni…..

  22. Scritto da GIUSEPPE 2

    E’ necessaria la capienza IRPEF?

  23. Scritto da GIUSEPPE 2

    E’ necessaria la capienza IRPEF?

  24. Scritto da GIUSEPPE

    Ma, oltre ai parametri definiti di 24.000/26.000, non è necessario avere la capienza IRPEF?

  25. Scritto da dan 68 H

    PER BADANTI E PREVISTO ?grazie

    1. Scritto da mixio

      spetta anche a colf\badanti. però non viene inserito in busta paga perchè il datore di lavoro non è sostituto d’imposta.
      Per percepirlo devono fare la dichiarazione dei redditi.
      Quindi dichiarazione 2015 relativa ai redditi del 2014 da fare l’anno prossimo.

  26. Scritto da michela

    Ma nel reddito complessivo, avendo riscosso il TFR, va calcolato anche quello?

  27. Scritto da marco

    Buongiorno io nel 2014 o lavorato due mesi per le poste potrei avere diritto anche se ora non ci lavoro più?

  28. Scritto da poeret

    guarda caso dopo le votazioni si incomincia a leggere di come funziona, chi ne ha diritto, ecc..ecc.. e che in realtà non sono 80€ ma 53..ecc d’altronde se siamo oltre al 70° posto nell’informazione un motivo ci sarà.

  29. Scritto da maria azzola

    e le colf?

    1. Scritto da mario59

      Se sono dipendenti regolari e guadagnano meno di 26.000 euro lordi all’anno…gli 80 euro spettano anche alle colf…se invece lavorano senza un regolare contratto, non prendono una bella cippa di niente, come avviene per altri diritti (ferie, malattia, tredicesima, tfr, contributi per la pensione)