BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dopo la tragedia Bob Geldof riparte da Chiuduno allo Spirito del pianeta

Venerdì 30 maggio dà il via alla 14esima edizione del festival tribale Bob Geldof. Sul palco alle 20,50 per scaldare il pubblico lo show del Bepi e The Prismas.

Lo spirito del pianeta: apre venerdì 30 maggio la quattordicesima edizione del festival che da anni si batte per non far morire culture di popolazioni spesso emarginate dalla supremazia occidentale con il concerto ad ingresso libero del rocker irlandese Bob Geldof (due date in Italia), da sempre testimonial di un messaggio di attenzione alle popolazioni emarginate del pianeta come quelle africane.

Dopo il dolore per la perdita della giovane figlia Peache, due mesi fa, Bob Geldof vuole tornare sul palco per curarsi l’anima con la musica: per lui una catarsi, un modo per convivere con i dolori della vita e nello stesso tempo ricordare le belle cose vissute insieme a Peache e lo fa partendo da Festival di Chiuduno.

Alle 20,50 apre il palco il Bepi & The Prismas, con un intervento pensato appositamente per il festival e introdurre alle 21,30 la rock star irlandese Bob Geldof .

Una struttura al cooperto garantisce il concerto anche in caso di maltempo.

Il festival apre le porte alle 19 di venerdì 30 maggio e fino al 15 giugno ogni giorno è in programma musica, impegno per l’ambiente, arte, lavoratori, attività ludiche e in più cucina regionale con 900 posti al chiuso e all’aperto e ristoranti etnici ( Etiope- Kebab- Vegetariano- Messicano- argentino e Spagnolo e Vegano), una mostra mercato con 120 espositori con artigianato etnico.

Il festival si tiene al polo fieristico di Chiuduno in via Martiri della Libertà. I concerti sono ad ingresso libero.

IL PROGRAMMA

SABATO 30 MAGGIO

Alle 17 apertura del centro – ore 20,30 Conferenza: Natural Mente ( palazzetto) – ore 20,30 Conferenza: il mais spinato di Gandino in previsione del progetto mais EXPO Bergamo 2015 Pressidente dell’ass. Mais spinato Filippo Servalli (Palco principale) – ore 21,15 Concerto del gruppo Altan (Irlanda) accompagnato da un’orchestra d’archi (Palco principale) – ore 21,45 Concerto del gruppo Mcnando ( palazzetto)

DOMENICA 31 MAGGIO

Alle 12 apertura del centro – alle 14 Conferenza: Natural Mente (al palazzetto) – ore 14,30 Gruppo Aria di danza popolare: seminario e danze – ore 15,30 Conferenza:“Il significato della medicina tradizionale” tenuto da un uomo medicina del Togo ( Spazio conoscenza) – ore 16,30 Concerto del gruppo” Controcanto” accompagnato dal gruppo Arie di Danze – ore 20.30 Conferenza: "alla riscoperta delle lingue e dei dialetti d’Italia"Comitato SPL (Palco principale) – ore 21.15 Concerto Birkin Tree (Palco principale) la band italiana di musica Irlandese e alle 21.45 Concerto del gruppo Ensamble Sangineto (al palazzetto)

Bob Geldof è Irlandese ed è cantante, cantautore, autore, attore occasionale e attivista politico. Verso la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80 è salito alla ribalta come voce principale nel gruppo rock Irlandese The Boomtown Rats. La band ha avuto successo con le sue composizioni "Rat Trap" e "I Don’t Like Mondays". E’ co-autore di "Do They Know It’s Christmas?” Uno dei singoli migliori di tutti I tempi. Ha recitato come Pink nel film Pink Floyd the Wall dei Pink Floyd. Geldof è molto noto per il suo lavoro contro la povertà in Africa. Nel 1984, Geldof e Midge Ure hanno fondato il supergruppo Band Aid per raccogliere fondi in soccorso alla carestia dell’Ediopia. Come padre single, Geldof è anche stato esplicito per il movimento dei diritti dei padri. Geldof è stato nominato per il premio Nobel della Pace, è stato ordinato cavaliere onorario (“Sir”) dalla Regina Elisabetta II e ha ottenuto il titolo Uomo di Pace, un riconoscimento alle persone che hanno dato “un contributo eccezionale alla giustizia internazionale e alla pace”, oltre a ottenere altri numerosi riconoscimenti e nomine. Geldof ha lasciato i Boomtown Rats nel 1986 per dedicarsi alla carriera di solista e pubblicare la sua autobiografia. I suoi primi dischi da solista sono stati i singoli "This Is the World Calling" (co-autore insieme a Dave Stewart del gruppo Eurythmics) e "The Great Song of Indifference". Si è anche esibito occasionalmente con altri artisti, per esempio David Gilmour dei Pink Floyd e Thin Lizzy. Una performance di "Comfortably Numb" con David Gilmour è documentata in un DVD del 2002, David Gilmour in Concert. Nel 1992 si è esibito al Concerto Freddie Mercury Tribute con i membri attuali dei Queen presso lo stadio vecchio di Wembley, dove ha cantato un pezzo scritto insieme a Mercury, dal nome "Too Late God". Dal 2000, insieme a Bono degli U2, ha dedicato molto tempo alla campagna per il condono dei debiti delle nazioni in via di sviluppo.

GUARDA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL QUI 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da tino

    certo certo … importante non è riunire i popoli in nome di una convivenza possibile, ma vigilare,vigilare,vigilare sul rispetto delle regole !
    chiamate la ASL e date una sanzione anche a Bob Geldof !

    1. Scritto da marco

      tino, puoi sempre ospitarli a casa tua….e riunire tutti i popoli che vuoi.
      Sicuramente in presenza di “tamburi”,ululati vari e altre manifestazioni di “convivenza possibile”, se oltre la mezzanotte chiamerò le forze dell’ordine.
      Se non vuoi capire il problema sono affari tuoi, io ci vivo per 15 giorni all’anno in mezzo a questo casino e devo esibire pass, fare code infinite per tornare a casa
      saluti

  2. Scritto da Marco

    Basta con questa manifestazione troppo grande per uno spazio ormai troppo piccolo ! Quest’anno hanno montato il palco anche nel campo sportivo.
    Spero che gli enti preposti vigilino sul rispetto di tutte le regole…