BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviolo, Fabiano Zanchi: “Polo scolastico da finire Solo noi sappiamo come”

Fabiano Zanchi è il candidato sindaco della Lega Nord-Lista Civica Comune della Libertà: “La priorità del nostro programma è il completamento del polo scolastico: siamo gli unici che conoscono tutta la situazione e sanno cosa fare per completare questa struttura fondamentale per la comunità”.

Fabiano Zanchi è candidato alle prossime elezioni comunali del 25 maggio con la Lega Nord-Lista Civica Comune della Libertà: 41 anni, laureato e dipendente Asl è assessore uscente alla “Qualità della vita”, Biblioteca, Istruzione, Politiche giovanili e Sport.

Zanchi, se dovesse sceglierne solo una, quale è la priorità assoluta del vostro programma?

La priorità del nostro programma elettorale è il completamento del polo scolastico (attualmente sotto sequestro nell’inchiesta “Locatelli spa”) con l’obbiettivo della massima sicurezza dei nostri ragazzi e massimo rispetto ambientale circostante.

A proposito di polo scolastico, quale è la sua posizione?

Rispetto le decisioni della magistratura; ma è difficile comprendere il tempo impiegato per l’esecuzione delle indagini. Non vuole essere una polemica, mi pongo il problema del deterioramento delle strutture e di cosa succederà senza questa amministrazione: siamo gli unici che conoscono tutta la situazione e sanno cosa fare per completare questa struttura fondamentale per la comunità. Eventuali forzature o scelte Ideologiche potrebbero costare care alla comunità di Treviolo.

Qualora diventasse sindaco e non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe?

In un ipotetico libro dei sogni vorrei poter realizzare tutti gli interventi programmati per Garantire e Sviluppare una Comunità dove il cittadino può vivere bene (qualità della vita), ed in tranquillità (sicurezza per sé e per la propria famiglia).

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte?

Per noi la Persona e la famiglia sono al centro dell’azione amministrativa. La famiglia rappresenta il pilastro su cui si fondano le comunità locali, il sistema educativo, il benessere sociale ed economico e il contenimento delle forme di bisogno legate alle fasi stesse della vita. Il sostegno alla famiglia e dei bisogni che esprime è il risultato di una molteplicità d’interventi che riconoscono alla famiglia il ruolo di vero e proprio attore di sistema. Con questa vision continueremo a gestire e migliorare i vari servizi che oggi abbiamo integrandoli con le realtà del territorio. I servizi per l’infanzia ( 0-11 anni ) sono strumenti oggi più che mai indispensabili per conciliare le esigenze familiari dei genitori e dei Figli. Per quanto riguarda le Persone con disabilità il compito prioritario è differenziare progettualità e sostegni, soprattutto nei confronti dei soggetti disabili in stato di gravità, valorizzando massimamente le famiglie che li hanno in cura. L’obiettivo principale è di migliorare la qualità di vita di tutti i disabili, tanto da poter favorire, ogniqualvolta possibile, la vita indipendente e la piena partecipazione alla società. Per quanto riguarda gli Adulti “fragili” e le Persone anziane, deve essere considerato che le conseguenze dell’invecchiamento e le situazioni di malattia e disagio a carico degli adulti hanno una forte ricaduta sulla strutturazione dei servizi sociali: è quindi necessario mantenere l’attenzione alle esigenze della cittadinanza in termini d’assistenza e di supporto specifico, ma anche in materia di attività ricreative e iniziative mirate di tipo culturale e sociale. L’amministrazione continuerà a sostenere tutte le iniziative di Volontariato perché fermamente convinta del fatto che le associazioni di volontariato compiano un elevatissimo ed insostituibile servizio nei confronti della collettività e delle comunità locali.

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale?

Le amministrazioni comunali devono mettersi in “Rete” e per questo motivo abbiamo già chiesto all’ambito di Dalmine (17 comuni) di approntare un progetto specifico per affrontare il problema della mancanza di lavoro. L’amministrazione comunale di Treviolo vuole intervenire su fronti diversi ma convergenti.

Scuola: il sempre più rapido evolversi dei bisogni formativi richiede oggi un innalzamento del livello culturale, innescando un processo di fattiva collaborazione mirata alla formazione dell’individuo e rispondente alle moderne esigenze, sintesi di cultura generale e professionalità. Continueremo a dare all’istruzione e alla formazione un ruolo centrale nello sviluppo sociale, civile, culturale, produttivo e occupazionale; continueremo a costruire un più stretto rapporto tra scuola, istituzioni locali, territorio, società, e mondo del lavoro.

Cultura e biblioteca: la piazza del sapere. La biblioteca è per noi il Centro Informativo locale, potenzieremo la Promozione del piacere alla Lettura seguendo l’evoluzione tecnologica e informatica.

Sviluppo della Creatività: Giovani e Politiche del Lavoro, la biblioteca comunale come agenzia di informazioni offre una funzione di primo orientamento al lavoro; Coworking, è in fase di progettazione la proposta sul territorio di una forma di cooperazione lavorativa (spazi condivisi) per favorire i giovani che desiderano intraprendere un’attività professionale autonoma, condividendo spazi in comune per gli uffici.

Commercio e attività produttive: il commercio e le attività produttive rappresentano una preziosissima area di sviluppo economico e sociale del nostro territorio. Azioni: sostenere una cooperazione sovracomunale con il Distretto del Commercio; sviluppare una maggiore cooperazione tra comune e tessuto economico-commerciale; favorire lo sviluppo dl commercio locale con l’incremento dell’offerta culturale e realizzazione d’eventi in collaborazione con le realtà del territorio; lotta contro ogni forma d’abusivismo commerciale.

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza?

La sicurezza, e il conseguente benessere dei propri concittadini, deve essere uno degli obiettivi prioritari del futuro Sindaco. Bisogna programmare interventi per prevenire situazioni di rischio o degrado urbano, assicurare, anche in collaborazione con i proprietari, il controllo dei siti e edifici pubblici o privati, oggi disabitati o inattivi, dove possono insediarsi soggetti senza fissa dimora o cittadini stranieri irregolari e istallare nuove telecamere fisse e mobili per sorveglianza. Organizzare, tramite l’ausilio d’istruttori qualificati, di specifici “corsi di anti-aggressione ” e valutare la costituzione di un gruppo di “Volontari civici” .

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione?

L’amministrazione comunale vuole favorire la partecipazione dei giovani alla politica comunale tramite l’istituzione di un Consulta Giovani quale organismo permanente di comunicazione e di raccordo tra le esigenze delle nuove generazioni e il Comune; che prosegua la positiva esperienza del Consiglio Comunale dei ragazzi . La consulta è strumento di conoscenza delle realtà dei giovani e serve per promuove progetti, ricerche, incontri, dibattiti ed iniziative attinenti il mondo dei giovani favorendo il raccordo tra i gruppi giovanili e le istituzioni locali.

C’è un tema che vi sta particolarmente a cuore?

Negli ultimi 5 anni abbiamo incrementato il verde pubblico di 50.000 mq ma il verde pubblico non deve essere inteso solo in termini quantitativi ma anche della reale fruizione che ciascuno può farne per migliorare la qualità della vita Riteniamo centrale il tema del rispetto del nostro territorio e per questo continueremo a migliorare l’ambiente, conservando tutti gli elementi architettonici ed ambientali tradizionali e d’interesse storico che caratterizzano il territorio, senza precludere lo sviluppo economico e produttivo, ma ponendo priorità alla qualità edilizia, urbana ed ambientale, nell’interesse della comunità. Per quanto attiene al settore privato, compatibilmente con le esigenze di bilancio, si dovrebbe cercare di rivedere il costo di costruzione e l’entità degli oneri d’urbanizzazione e prevedere incentivi o riduzioni nella tassazione al fine di promuovere ristrutturazioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cua de paja

    Di grazia “Sua Verità” ci vuole anche palesare come intende procedere con il buco/ex-scuole-roncola e del miraggiato CENTRO POLIVALENTE?

    1. Scritto da Msp

      Il mese prossimo verranno assignation iI lavori

  2. Scritto da cua de paja

    “Il male politico e sociale nasce quando gli uomini d’azione sono
    persuasi di avere scoperta una verità, di possederla e di avere il dovere di attuarla”. Luigi Einaudi

  3. Scritto da Carla

    Ma piantala , solo parole , poi vedremo cosa farai …..

  4. Scritto da guido la vespa

    BergamoNews mi hai deluso, pensavo fossi un giornale web indipendente…

  5. Scritto da paolo p

    Se l’avete creato voi il problema come fate a sapere il modo di risolverlo? La distorsione della realtà è una brutta cosa.