BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seriate, Cristian Vezzoli: “Temo l’astensionismo, con noi servizi di qualità”

Cristian Vezzoli, attuale capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale, è il candidato alla carica di Sindaco di Seriate della coalizione Lega Nord e Forza Italia.

Cristian Vezzoli, attuale capogruppo della Lega Nord in consiglio comunale, è il candidato alla carica di Sindaco di Seriate della coalizione Lega Nord e Forza Italia.

Vezzoli, quale è la priorità assoluta del vostro programma?

Il nostro programma è focalizzato sulla persona e quindi la nostra priorità è quella di continuare, nonostante i tagli dei trasferimenti statali e regionali ed il patto di stabilità, ad erogare ai nostri cittadini servizi di qualità ed eccellenza; il nostro impegno prioritario è pertanto quello di garantire la continuità e, ove possibile, l’aumento dell’offerta di servizi sociali, culturali, sportivi, scolastici ed ambientali senza aumentare le imposte locali. La nostra coalizione vuole una città che sia principalmente una comunità ed al cui centro ci sia la persona che resta, come per il passato, la vera priorità del nostro programma.

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe per Seriate?

In assenza del patto, daremmo la precedenza alla valorizzazione dell’immobile di Via Marconi, attualmente inutilizzato e che, anche grazie a fondi della Regione Lombardia, potrebbe essere riqualificato per divenire una “struttura socio-sanitaria-famigliare-culturale” ovvero un grande spazio, sito al centro della città, che, da un lato, eroghi servizi sanitari di base e sociali e, dall’altro, sia un contenitore di idee, eventi, dibattiti ed incontri per le famiglie ed i giovani della nostra città. Oltre a questa opera dovrà essere avviata una seria riflessione sulle strutture scolastiche e sportive, affinchè rispondano alle nuove esigenze: la crescita della popolazione impone infatti ragionamenti concreti su opere pubbliche destinate a servizi scolastici e sportivi. Nel attuale Piano delle Opere Pubbliche sono già previsti importanti investimenti nelle infrastrutture sportive di Cassinone, di via Garibaldi e di Comonte ed i progetti preliminari sono già stati approvati: lo stesso vale per le scuole Aldo Moro, Cerioli e Donizetti.

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte?

Vogliamo continuare ad erogare servizi di qualità alla persona, sia essa un bambino, un ragazzo, un anziano o una persona diversamente abile. Continueremo quindi i servizi alle famiglie con neonati (con il progetto NeoMamma, i voucher nido ed i buoni infanzia), ai ragazzi con Zoom informa giovani ed il progetto Officina Giovani, agli anziani ed ai disabili con i servizi di assistenza domiciliare, i pasti a domicilio ed il trasporto sociale. Nel nostro programma abbiamo pensato anche ad una “settimana per la famiglia” che vuole essere un momento di aggregazione, conoscenza e dibattiti per e con le famiglie perché ci dobbiamo sentire una comunità! Per le giovani coppie abbiamo pensato ad un progetto di housing sociale con il contratto di locazione “comunale” a canone agevolato, ottenuto mediante uno sconto sull’imu. Sarà poi importante passare dall’assistenzialismo all’assistenza, sostenendo le situazioni di disagio ma chiedendo, al contempo, alla persona un impegno concreto per superare la situazione di difficoltà. Rafforzeremo poi il nostro impegno a lavorare sulla città per creare condizioni migliori per accogliere ed integrare le persone disabili, per ridurre gli ostacoli che determinano lo svantaggio e per essere a fianco delle famiglie nella costruzione del “progetto di vita” per il disabile. Per questo rafforzeremo l’attività di assistenza educativa durante i centri ricreativi estivi, l’attivazione di percorsi socio-occupazionali, l’offerta di percorsi di integrazione socio-ricreativi nella comunità il sostegno educativo a domicilio. Oltre a continuare il servizio “Il raggio e la rondine” – SFA, attiveremo nuovi spazi di sviluppo e sostegno all’autonomia per disabili, anche attraverso accordi con il terzo settore, che incrementino le opportunità di inserimento lavorativo e percorsi socio occupazionali.

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale?

Il lavoro non è uno dei tanti problemi, ma è il problema e quindi anche l’ente locale, per quanto possibile, deve dare il suo contributo. Nel nostro programma abbiamo quindi inserito precisi progetti per favorire l’occupazione giovanile e la riqualificazione professionale degli adulti. Abbiamo previsto la possibilità di concedere sconti sulle imposte locali alle imprese di Seriate che assumo giovani della città, pensiamo poi all’iniziativa “merito al lavoro” con la quale premiare ogni anno la migliore esperienza lavorativa giovanile a Seriate. A livello di ambito si valuteranno progetti di tirocinio retribuiti presso nelle imprese del territorio. Sarà infine possibile creare un “tavolo di coordinamento” per favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro sul territorio: questa iniziativa potrà essere realizzata con manager o dirigenti d’azienda di Seriate in pensione che potranno così mettere a disposizione la loro competenza per le nuove generazioni.

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza?

Per quanto concerne la sicurezza, vogliamo aumentare il servizio di vigilanza nella fascia notturna dalle 20.30 all’1 nonché implementare il sistema di videosorveglianza nei punti critici della città, quali parchi pubblici, fermate dei bus, stazione ferroviaria e centro storico. Istituiremo il vigile “fisso” di quartiere ovvero un agente di polizia locale che svolga non solo la funzione di vigilanza ma divenga anche un punto di riferimento per i cittadini ed i commercianti della zona. Valuteremo poi l’istituzione dei c.d. assistenti civici ovvero di volontari, opportunamente formati che, in collaborazione con la Polizia Locale, assicurino una presenza attiva e vigile sul territorio. Il programma contiene poi altri progetti concreti in tema di sicurezza (ad es. l’iniziativa più Luce, più sicurezza ecc.).

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione?

I giovani sono il presente e non solo il nostro futuro: abbiamo quindi dato spazio, nelle nostre liste, ai giovani in quanto crediamo che la politica si debba “ringiovanire” con nuove idee, valori e comportamenti. Vogliamo governare Seriate con i giovani e per i giovani. Nella nuova amministrazione speriamo che vengano eletti e trovino posto tutti i giovani delle liste che hanno mostrato entusiasmo per questa campagna elettorale ed hanno contribuito alla stesura del programma. Un programma pensato anche per i giovani, per il loro lavoro, per la loro casa, per i loro problemi educativi e formativi. Abbiamo infatti pensato ad iniziative che incentivino e valorizzino il merito dei giovani, nell’ambito dello sport, della cultura, dello studio, del lavoro, dell’associazionismo giovanile, della solidarietà. In particolare costruiremo percorsi che offrano ai giovani possibilità concrete di sperimentare progetti occupazionali e/o esperienze formative in altri stati Europei.

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015?

L’Expo 2015 sarà sicuramente un evento nazionale e regionale unico ed irripetibile: da parte nostra vi è la volontà di intercettare, anche solo una piccola parte, dei visitatori che verranno in Lombardia e faranno scalo ad Orio per portarli a Seriate, nelle nostre strutture ricettive (principalmente bed & breakfast) e far loro conoscere la storia, nelle dimore e ville, ed il commercio di Seriate. L’obiettivo è quindi quello di riuscire ad intercettare i visitatori di Expo 2015 e/o i turisti che verranno nella nostra provincia per far conoscere Seriate, la sua storia ed i suoi prodotti. Si valuterà quindi la fattibilità di realizzare brochure o materiale informativo da distribuire alle agenzia di viaggio, alle apt italiane ed estere ed alle camere di commercio nazionali ed estere, per promuovere i servizi e l’offerta commerciale della nostra città.

Quale partito voterà alle Europee?

Sono da anni militante della Lega Nord e stimo Daniele Belotti.

Quale avversario teme di più e perché?

L’avversario più temibile è l’astensionismo soprattutto alle elezioni amministrative perché è espressione del disinteresse delle persone non tanto per la politica quanto per i problemi del territorio: l’astensionismo è il primo nemico da combattere con la buona amministrazione, con un’amministrazione attenta ai problemi ed alle esigenze delle persone.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo Pasquini

    Bisogna cambiare, questa gente ha fatto il suo tempo.

    1. Scritto da Alberti Renato

      Concordo, sono da troppo al potere e sonnecchiano sull’ordinario quando si dovrebbe cercare una visione di città diversa. E’ davvero ora di cambiare!

  2. Scritto da Alberti Renato

    Eccoli, servizi di qualità! Il traffico alle stelle, una lista di attesa paurosa per la scuola materna, le piste ciclabili inesistenti, i parchi abbandonati a loro stessi, le barriere architettoniche a mettere in difficoltà i cittadini con disabilità, l’inquinamento aumentato esponenzialmente, il verde che non c’è più, l’aeroporto che fa quello che vuole e Seriate lì inerme, le palestre totalmente insufficienti e spesso inadeguate, alcune discipline sportive dimenticate..che qualità!

  3. Scritto da Berlendis Roberto

    L’immobile di via Marconi è stato citato più volte dal PD ed ultimamente anche dall’Albatro in un’ottica di recupero. Voi lo avete messo nei beni da alienare e non avete previsto niente nel piano per le opere pubbliche che riguardasse il riutilizzo di detto stabile. Ci vuole una bella faccia tosta ora nel farlo rientrare tra le priorità. Credibilità zero. Ed i cittadini se ne stanno accorgendo.