BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seriate al voto, Brevi: “Il nostro metodo, solidarietà e sussidiarietà”

Intervista ad Antonio Brevi, candidato sindaco a Seriate per il Nuovo Centrodestra. "Contribuire in tutte le modalità a valorizzare l'esistente per migliorare la qualità di vita, riconoscendo e valorizzando presenze e realtà positive, per questo Solidarietà e Sussidiarietà".

Intervista ad Antonio Brevi, candidato sindaco a Seriate per il Nuovo Centrodestra.

Quale è la priorità assoluta del vostro programma? È introdurre una visione propositiva della vita della città guardando a tutti gli aspetti con realismo e fiducia. Contribuire in tutte le modalità a valorizzare l’esistente per migliorare la qualità di vita, riconoscendo e valorizzando presenze e realtà positive, per questo Solidarietà e Sussidiarietà sono il metodo. Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe per Seriate? Realizzeremmo delle strutture sportive e un centro di aggregazione per giovani e adolescenti dotata di spazi protetti, affacciati su una piazza centrale coperta, in cui svolgere manifestazioni musicali, culturali ed aggregative. Organizzeremmo un servizio di trasporto in città e di collegamento a Cassinone e Comonte per gli anziani attraverso l’uso dello scuolabus

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte? Proponiamo di favorire una crescente qualità del servizio della Residenza Sanitaria per Anziani, per l’accoglienza dei casi più gravi e con questa estendere la Convenzione in essere perché metta a disposizione il personale e gli spazi qualificati per un servizio anche verso gli anziani e bisognosi del territorio per attività motorie/aggregative e per mensa produttrice di pasti anche a domicilio. Proponiamo di concedere in uso locali comunali a medici specialisti, per ridurre i costi delle visite ai residenti;

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale? Proponiamo di creare un servizio di rete di solidarietà locale in favore della persona in cerca di lavoro, favorendo con contributi economici in diverse forme alle aziende del territorio che assumono i cittadini seriatesi per le nuove attività finalizzate a creare o migliorare i servizi necessari sul territorio. Con la scuola attivare percorsi di formazione professionale atta a soddisfare le esigenze professionali per le aziende del territorio

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza? Proponiamo di implementare il sistema di impianti di video sorveglianza e di perfezionare i turni notturni della Polizia Locale con funzione preventiva. Proponiamo oltre che i vigili di quartiere, i ragazzi e i volontari del quartiere che si rendono disponibili ad assistere e aiutare gli anziani ed i deboli bisognosi, presidiando così anche il territorio.

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione? I giovani come prima azione guardano gli adulti vivere e abbiamo verso di loro una responsabilità enorme. Per questo la nostra attenzione è oltre che alla famiglia, alla scuola, che deve dare spazio alle loro domande di significato di bellezza e di bene e offrire loro percorsi di conoscenza e di competenza affinchè si possano lanciare nella vita e nella professione guardando al massimo e per questo occorre premiare il merito.

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015? Si, considerando EXPO un’imperdibile occasione di apertura anche per Seriate ed in particolare per gli imprenditori e per i giovani. Proponiamo di attuare la riqualificazione del Centro Storico anche con azioni atte a favorire strutture ricettive per il turismo che contribuiscono a far si che favoriscano il sorgere di attività commerciali e di servizio e riqualificano parte del tessuto sociale esistente

Quale partito voterà alle Europee? NCD

Quale avversario teme di più e perché? L’astensionismo perché chi non vota non da una risposta positiva o negativa sul gradimento del nostro progetto di città espresso nel Programma elettorale e la mancanza di tempo per riflettere su questioni serie che non possono essere trattate solo con slogan

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Massimo

    Mi sembra una scelta giusta e coraggiosa la vostra. In ogni istante ognuno di noi può scegliere tra andar dietro alla ondata di insofferenza ed al lamento, oppure chiedersi cosa posso fare io per il bene mio e della mia gente. La vs scelta e’ un bell’esempio di persone che rinunciando qs una cosa certa ( un posto in giunta ) per affermare una proposta politica nuova. Complimenti.

    1. Scritto da Sperem

      … Sperem… Ci sentiamo al ballottaggio. Stay tuned!

  2. Scritto da NCD seriate

    Noi vogliamo spiegare le linee programmatiche e no cogliere le provocazioni. Una domanda utile e ti rispondiamo

    1. Scritto da Regonesi Gianfranco

      Perché, sapere se al ballottaggio vi rimetterete con chi vogliamo mandare a casa definitivamente, magari solo per una poltrona e non per programmi seri e concreti, vi pare una domanda provocatoria? Basta un si o un no. Siete alternativi a Vezzoli, si o no? SI o NO?

  3. Scritto da Rota Angelo

    Ma siete alternativi alla proposta Lega+FI o vi basta un assessore per tornare allineati e coperti?

    1. Scritto da Aimè

      Questi sono nati alineati e coperti, ma secondo me gli va malissimo!