BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Romano, Servidati: “Centro storico volano del rilancio”

Nata a Romano di Lombardia 55 anni fa, Mirosa Servidati è uno dei quattro candidati alla poltrona di sindaco della città della Bassa: "La rivitalizzazione dei due centri, quello storico e quello dei Cappuccini, per il rilancio culturale e sociale"

Nata a Romano di Lombardia 55 anni fa, dove risiedono i suoi famigliari, Mirosa Servidati è uno dei quattro candidati alla poltrona di sindaco della città della Bassa, sostenuta da due liste civiche: Uninone civica e Romano città d’Italia. Oltre a una lunga carriera politica alle spalle, Servidati lavora da molto tempo nella scuola: ha insegnato per più di 20 anni nelle superiori della città della Bassa, mentre attualmente è a Bergamo, all’Istituto Quarenghi. 

Quale è la priorità assoluta del vostro programma? "La rivitalizzazione dei due centri di Romano: quello storico e quello dei Cappuccini come volano del rilancio culturale e sociale della città".

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe? "Completamento dell’ultima parte del RING".

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte? "Sappiamo che purtroppo le risorse destinate ai comuni, se va bene saranno quelle attuali. Noi vogliamo e su questo ci impegniamo e garantire tutti i servizi sociali attualmente attivi per far questo però bisogna ridisegnare il welfare municipale partecipato e condiviso, in cui le associazioni e i gruppi organizzati siano coinvolti già nella fase della progettazione e della condivisione. Romano vanta un centinaio di associazioni con competenze specifiche diverse e di alta qualità, che possono, dentro un progetto di cooperazione e di condivisione, rispondere a tutte le istanze e tutti i bisogni dei cittadini".

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale? "Le trasformazioni in atto sul nostro territorio, penso alla Brebemi, sposteranno il baricentro dell’interesse economico della Provincia sulla nostra zona; ciò significa opportunità di sviluppo economico ma anche richieste di consumo di suolo. Per questo proporremo a tutti i comuni della bassa bergamasca orientale di condividere un piano d’area strategico che consentirà uno sviluppo equilibrato ed eco sostenibile. Punteremo anche ad iniziative per la ripresa dell’attività edilizia con incentivi ai privati per il recupero del patrimonio edilizio; ancora attenzione al settore agricolo favorendo l’incentivazione della filiera corta e stimolare l’apertura di nuove attività commerciali attraverso accordi con i privati per ridurre il prezzo degli affitti e la tassa per l’occupazione del suolo pubblico".

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza? "Primo: riorganizzazione del corpo di polizia locale destinando le mansioni d’ufficio ad altre figure professionali presenti in pianta organica, così da avere più presidio del territorio sia diurno che notturno; secondo: potenziamento della video sorveglianza; terzo: promozione di pratica di solidarietà tra il vicinato;quarto: potenziamento dell’illuminazione della città a partire dai due centri".

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione? "Voglio prima di tutto sottolineare che le due liste civiche che mi sostengono: ROMANO CITTA’ D’ITALIA ed UNIONE CIVICA vantano la maggior presenza di giovani, circa un terzo dei candidati. Vogliamo un coinvolgimento dei giovani come abbiamo già fatto durante la campagna elettorale. Intendiamo valorizzarli e renderli protagonisti del loro futuro così che crescano politicamente e facciano esperienza amministrativa per poi assumere il governo della città".

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015?  "Sì, intendiamo creare un info point EXPO al piano terra di Palazzo Muratori, così da creare un’interlocuzione con questo importante evento".

Quale partito voterà alle Europee? "Il voto è segreto: sicuramente voterò secondo gli ideali ed i principi di tutta la mia vita".

Quale avversario teme di più e perché? "Non temo gli avversari, li rispetto e faccio a tutti gli auguri".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da DelusodaMirosa

    Cara Mirosa, mi spiace ma con quel richiamo al’« indimenticabile sindaco Longhi» nel comizio di venerdì ti sei giocata tutti e cinque i voti della mia famiglia. Che delusione!

  2. Scritto da romanese

    Brava Mirosa! L’unica ad avere detto ai cittadini cosa vuole fare, altri candidati solo luoghi comuni!

  3. Scritto da nino cortesi

    A Romano il Pd si divide, per cui ce ne sono due.
    Era meglio che non ce ne fosse neppure uno.
    Se fossi di Romano andrei a Ghisalba a votare il Movimento 5 Stelle.

  4. Scritto da Luigi

    Assomiglia a Jodie Foster!

  5. Scritto da giuan de ghisa

    Quale centro storico: quello dove avete costruito quell’orribile palazzo a fianco alla chiesa?