BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primo Magli, Nuova Bagnatica: “Il meglio deve ancora venire”

Primo Magli e “Nuova Bagnatica” si candidano nuovamente alla carica di sindaco e lista di maggioranza di Bagnatica, “Per continuare a proporre un nuovo modo di amministrare Bagnatica con trasparenza, partecipazione e ascolto dei suoi cittadini”.

Primo Magli, eletto sindaco di Bagnatica nel 2009 con il 52,5% delle preferenze, si ricandida per la guida del paese con la lista civica “Nuova Bagnatica”. A cercare di interrompere la sua amministrazione, Ruggero “Geo” Intra con “Idea Comune Bagnatica”.

Magli, come valuta complessivamente il suo mandato?

"Al termine di questi ultimi cinque anni di nostra amministrazione, presentiamo un bilancio sano, con un debito diminuito e un avanzo accertato di quasi un milione di euro, che ci consentono di continuare a sviluppare i nuovi progetti di valorizzazione del territorio e di consolidamento delle attività per una durevole coesione sociale".

Quale è la priorità assoluta del vostro programma?

"La crisi economica ormai globale ha investito tutte le amministrazioni in modo pesante e nel programmare le scelte future dobbiamo tenerne conto. La via giusta è stata quella di adottare buone abitudini e badare all’essenziale, senza sprecare risorse che appartengono alla Comunità. La nostra priorità sarà sempre il cittadino, cercando di alleviare le difficoltà familiari, creando spazi di aggregazione e momenti di condivisione. La salvaguardia del territorio è un’altra delle nostre priorità, partendo dal Parco del Monte Tomenone finoall’impegno negli organismi decisionali degli Enti competenti per la regolamentazione del trasporto aereo con l’abolizione dei voli notturni e per un piano cave che preveda la massima tutela ambientale nella zona del Cassinone".

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe?

"Sicuramente il nuovo Polo Scolastico che avvicini le due strutture che ospitano la scuola primaria e quella secondaria, con un Auditorium polifunzionale e strutture sportive/ricreative all’esterno. Confidiamo nello sblocco del patto di stabilità riguardo l’edilizia scolastica, per iniziare a programmare concretamente".

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte?

"Durante l’ultima amministrazione sono stati messi in campo molti strumenti per il sostegno delle problematiche sociali per ogni fascia d’età. Continuare a dare forma ad un paese a misura di cittadini significa attuare politiche a sostegno delle fasce deboli. Lo sviluppo della nostra politica sociale vuole ispirarsi alla collaborazione ed al coinvolgimento di tutti i cittadini, dalle associazioni ai gruppi sociali (Alpini, Gruppo Anziani, Comitati Genitori etc). Una proposta in concreto sarà l’istituzione di un Fondo Sociale di Solidarietà, mettendo in atto una stretta collaborazione tra pubblico e privato al fine di sostenere le persone che si trovano in difficoltà socio-economiche. L’amministrazione si impegnerà, compatibilmente con le risorse stanziate nel bilancio comunale, a sostenere i cittadini e attivando, di pari passo, percorsi virtuosi finalizzati alla loro responsabilizzazione. Un servizio snello, efficace e diretto alla soluzione delle problematiche sociali".

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale?

"L’amministrazione comunale ha la responsabilità di tutelare la dignità di ogni cittadino, specialmente di madri e padri di famiglia che perdono il lavoro e pensano di non farcela. Un comune che si adopera per i suoi cittadini deve fare in modo che queste persone non si sentano abbandonate. Intendiamo mettere in pratica alcune buone abitudini che possano favorire questi processi come: la disponibilità ad accogliere lavoratori in mobilità per lavori socialmente utili; attivare progetti di partecipazione che possano alleviare questo senso di abbandono (Orti Urbani, Volontari per attraversamenti, volontari per accompagnamento malati); prevedere informazione e assistenza per partecipare ai Bandi per l’assegnazione dei voucher dell’Ambito sanitario territoriale di Seriate".

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza?

"A Bagnatica, tramite l’adesione all’Unione dei Colli, il servizio di Polizia Locale è attivo 24h su 24h per 7 giorni su 7 e sono installate telecamere collegate con il sistema di video-sorveglianza dell’Unione dei Colli, ma chiaramente si sono verificate situazioni di questo tipo anche sul nostro territorio. Intendiamo utilizzare tutti gli strumenti necessari per contrastare questo fenomeno, cercando inoltre di far maturare tra i nostri cittadini quelle relazioni di buon vicinato e senso civico che permettano collaborazioni e sorveglianze di quartiere".

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione?

"Obiettivo primario per “Nuova Bagnatica” è aiutare i giovani ad entrare nella società come attori della loro vita, favorendo la loro relazione con le scuole, con le associazioni e con il territorio in genere e sviluppando progetti su tematiche d’interesse generale come l’ambiente, la cultura e la prevenzione alle dipendenze. Intendiamo attivare il consiglio comunale dei ragazzi per avvicinare i più giovani alle istituzioni e far accrescere la loro partecipazione alle decisioni pubbliche. Verrà istituita inoltre una Consulta Giovani che faccia da unione tra le associazioni, la parrocchia e l’amministrazione per sviluppare eventi e manifestazioni".

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015?

"Non abbiamo un capitolo dedicato, ma ne abbiamo discusso a lungo all’interno del nostro gruppo. È una grande possibilità che va sfruttata su più fronti. Tra le idee che stanno nascendo possiamo citare quelle di sviluppare piccoli incontri con le scuole su tematiche relative al cibo, proporre visite guidate tramite la biblioteca e favorire i privati che vogliono entrare nella rete delle strutture ricettive (affitto appartamenti o servisti logistici)".

Quale partito voterà alle Europee?

"Siamo una lista civica che raggruppa varie identità politiche".

Temete i vostri avversari? Perché?

"Non temiamo i nostri avversari ma li rispettiamo, anche se la cosa non è stata reciproca. Abbiamo condotto una campagna elettorale basata su un programma che partiva dai cinque anni in cui abbiamo amministrato aggiungendo nuove proposte. Abbiamo evitato scontri con nostri avversari perché riteniamo che prima di tutto si devono soddisfare i bisogni dei cittadini, devono essere fatte proposte concrete e positive e dobbiamo dare l’esempio per continuare a far crescere una “Nuova Bagnatica”.

Fabio Tiraboschi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Perplesso

    Parco Monte Tomenone. Forse mi sbaglio o sono male informato, ma i box alla Cascina del Paradiso ne fanno parte?