BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mornico, Cerea: “Nel nostro programma prima il sociale”

A Mornico al Serio Eugenio Cerea, 37enne geometra, ci prova con "Siamo Mornico". La sua lista se la dovrà vedere con quella leghista di Luca Micheletti e con quella di Enrico Badoni di Vivere Mornico.

A Mornico al Serio Eugenio Cerea, 37enne geometra, ci prova con "Siamo Mornico". La sua lista se la dovrà vedere con quella leghista di Luca Micheletti e con quella di Enrico Badoni di Vivere Mornico.

Quale è la priorità assoluta del vostro programma?

"Le priorità assolute del nostro programma sono il sociale in tutti i suoi ambiti, la scuola e le politiche giovanili".

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe?

"Se non ci fossero i vincoli del Patto di stabilità vorremmo sviluppare e garantire servizi di sostegno e accompagnamento alle famiglie con figli minori e agli anziani e disabili non autosufficienti. Valuteremmo la realizzazione un centro diurno per anziani e il recupero dell’edificio “Castello”, che rappresenta la tradizione e la cultura del nostro paese".

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte?

"La nostra politica in materia di servizi sociali è quella di coinvolgere le risorse formali ed informali del territorio nella progettazione dei vari servizi, in maniera partecipata e condivisa, in quanto sono loro i soggetti portatori dei bisogni particolari a cui dovranno dar voce. In un periodo di crisi come quello attuale, è quanto mai necessario lavorare nel territorio e con il territorio, favorendo la crescita di una cittadinanza attiva, e avviare collaborazioni anche con i paesi limitrofi. Oltre a ciò, cercheremo di potenziare i servizi a sostegno della conciliazione famiglia-lavoro e di avere un’attenzione particolare per gli anziani soli. Il problema della mancanza di risorse è un ritornello che rischia di portare ad un immobilismo strutturale. La sfida invece per noi è un’altra: attivare le risorse del territorio, metterle in rete e sviluppare una comunità competente nel rispondere ai bisogni emergenti in stretta collaborazione con il pubblico e con i soggetti privati e del Terzo settore presenti sul territorio".

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale?

"Nel nostro programma abbiamo parlato anche di occupazione. E’ nostra intenzione sottoscrivere convenzioni con le imprese del territorio per garantire la prioritaria assunzione di lavoratori residenti a Mornico. Vorremmo poi creare una lista di incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro per ripetizioni, baby-sitting e assistenti familiari; infine, incentiveremo il ricorso ai lavori socialmente utili, sia come opportunità di reinserimento occupazionale per i lavoratori che percepiscono un’indennità di mobilità, sia come risorsa per il Comune".

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza?

"Crediamo che in merito alla questione furti sia necessaria una collaborazione tra paesi limitrofi e con le Forze dell’Ordine, per mettere in atto delle politiche condivise e coordinate".

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione?

"I giovani avranno un nuovo ruolo all’interno della nostra amministrazione, perché intendiamo coinvolgerli maggiormente nella vita amministrativa attraverso la creazione di una Consulta giovanile, quale organo di rappresentanza, consultazione e programmazione nel rapporto tra i giovani e l’amministrazione. Promuoveremo inoltre la collaborazione di questa consulta con le associazioni mornicesi e, ove possibile, con le associazioni dei paesi limitrofi. Abbiamo inoltre intenzione di creare un servizio di Informagiovani, rivolto agli adolescenti e giovani tra i 14 e i 29 anni; all’interno del programma abbiamo poi previsto l’organizzazione di attività ed iniziative di carattere artistico, culturale e di intrattenimento, rivolte ai giovani in base alle diverse fasce d’età. Vorremmo che i giovani si sentissero perciò maggiormente coinvolti e partecipi nella vita del paese".

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015?

"Non abbiamo un capitolo dedicato all’Expo 2015, ma intendiamo informare la popolazione delle attività ad esso connesse".

Quale partito voterà alle Europee?

"Non so ancora, sono indeciso".

Quale avversario teme di più e perché?

"Non temo nessuno in particolare".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.