BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elezioni, Fara Gera d’Adda Pecis: “Primo punto la salute dei cittadini”

Armando Pecis è uno dei candidati che domenica si contenderanno la poltrona di sindaco a Fara. "Ho deciso di candidarmi a Sindaco di Fara Gera d’Adda perché vorrei che il nostro paese tornasse a occupare quegli spazi politici, culturali, sociali ed economici che, negli ultimi anni, sono degradati".

"Ho 48 anni, mi sono laureato in Medicina e Chirurgia a Pavia nel 1991 e svolgo la professione di medico di base a Fara Gera d’Adda dal 1998". Armando Pecis è uno dei candidati che domenica si contenderanno la poltrona di sindaco a Fara. "Ho deciso di candidarmi a Sindaco di Fara Gera d’Adda perché vorrei che il nostro paese tornasse a occupare quegli spazi politici, culturali, sociali ed economici che, negli ultimi anni, sono degradati".

Quale è la priorità assoluta del vostro programma? "Se dovessi essere eletto, un’immediata priorità sarebbe il monitoraggio, da effettuare tramite l’A.S.L. di Treviglio, dell’area dismessa dell’ex Linificio, visti anche gli accadimenti di questi ultimi giorni. È fondamentale valutare l’eventuale rischio ambientale per la popolazione farese e garantire la salubrità di tale luogo, in relazione all’amianto, alle cisterne che ancora esistono e non si sa quale acido o altra sostanza contengano, e alla derattizzazione".

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe? "Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità – e fermo restando che richiederemo finanziamenti statati, regionali ed europei – ci concentreremmo sull’ampliamento della Scuola Primaria “Dante Alighieri”, poiché il distaccamento posto in via Canonica non verrà mai riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione. Al momento, vengono destinate risorse umane dipendenti dal Comune di Fara Gera d’Adda, per un importo annuale di circa €. 114.000, che potrebbero essere impiegate in altro modo. Se questo dovesse avvenire, il distaccamento della Scuola Primaria di Via Canonica verrebbe, dopo opportuna ristrutturazione, destinato a un Centro Diurno per Anziani.

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte? "Per quanto attiene il sociale, il nostro programma elettorale depositato agli atti del Comune e pubblicato all’Albo Pretorio, prevede:

– la stipula di una convenzione con una Cooperativa di Servizi per una figura professionale di tipo infermieristico da destinare all’ex Distretto Sanitario di Piazza Patrioti, che fornisca gratuitamente il servizio di misurazione della pressione arteriosa, iniezioni intramuscolari, medicazioni, eccetera, predisponendo inoltre un ambulatorio per visite specialistiche in “libera professione” a prezzi calmierati, soprattutto per le specialità mediche più richieste (cardiologia, ginecologia, ortopedia, psicoterapia), il tutto nell’ottica di un abbattimento reale delle liste di attesa;

– valutazione dei servizi e attività socio-sanitarie orientati alla cura degli anziani e delle persone non autosufficienti favorendo la loro permanenza in ambito familiare; – offrire la possibilità di riprogettare gli spazi comunali abbandonati e/o degradati anche per le esigenze delle famiglie e degli anziani (ad esempio gli orti urbani pubblici);

– Sostenere le famiglie, soprattutto in presenza di componenti con problemi di disabilità o di non autosufficienza, attraverso servizi quali: progetti sollievo, assistenza domiciliare, residenzialità leggera, attività socio-occupazionali, gruppi di sostegno/mutuo auto aiuto, valutando anche la possibilità di avviare, come già sopraccitato, un centro diurno integrato;

– Proporre la costituzione di un fondo di solidarietà che, oltre a gestire risorse economiche, possa offrire alle famiglie in difficoltà opportunità diverse: lavoro, aiuti alimentari, vestici, eccetera;

– Assistere e informare i cittadini delle opportunità di bonus e agevolazioni economiche messi a disposizione dalle varie istituzioni pubbliche (allegato al nostro programma elettorale vi è un fascicolo dedicato appositamente a questi bonus, e agevolazioni, che sono numerosi);

– Rivedere la convenzione già in essere con la Cooperativa che gestisce l’Asilo Nido di via Andrea Ponti, affinché vengano calmierate le rette applicate alla famiglie per la frequenza dei bimbi che vanno da un massimo di € 647,70 per il full-time a € 349,30 per il part-time);

– Promozione di campagne scolastiche e incontri i riflessione sul tema del gioco d’azzardo, del bullismo e dell’uso di droghe e alcol, dedicate anche ai giovani e agli adulti;

– Istituzione della “Banca del Tempo”, istituto di credito particolare in cui non si deposita denaro, bensì tempo, una forma di collaborazione che ogni cittadino può mettere in atto, aiutando e facendosi aiutare ad affrontare piccole e grandi necessità quotidiane.

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza? "Per quanto riguarda la sicurezza, è nostra intenzione recuperare operatività della Polizia Locale, avvalendoci anche dei mezzi tecnici (videosorveglianza) per il controllo del territorio, con particolare attenzione alle periferie, ai parchi e alle scuole. Avremo un occhio di riguardo anche per la sicurezza stradale, che intendiamo migliorare attraverso l’installazione di sistemi fissi di rilevazione della velocità su strada dei veicoli sulla S.P. 184/bis, al fine di prevenire comportamenti che possano mettere a rischio l’incolumità delle persone".

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione? "I giovani, all’interno della nostra Amministrazione, hanno e avranno un ruolo importantissimo, perché il loro futuro ci sta particolarmente a cuore. Anche per questo motivo nella nostra Lista Civica “fare FARA” abbiamo diversi giovani candidati, tutti molto in gamba. Per i giovani il nostro programma prevede:

– Studio di fattibilità di una serie di incontri aventi finalità civica, e in particolare la sensibilizzazione al perseguimento dei diritti, attraverso lo sviluppo del senso del dovere, oltre a temi di stretta attualità quali la legalità, il volontariato, le problematiche inerenti l’abuso di droghe, alcol, eccetera;

– Studio di fattibilità riguardo possibili collaborazioni tra Ente Pubblico e attività produttive agenti sul territorio, aventi come scopo primario l’introduzione nel mondo del lavoro dei soggetti a fine ciclo scolastico;

– Patrocinio di attività ludico-ricreative quali concerti e sagre, volte a coinvolgere il loro mondo;

– Adesione all’iniziativa “Giovani Card 2014”, riservata ai giovani dai 15 ai 25 anni, completamente gratuita, che prevede sconti presso gli esercizi commerciali aderenti, scelti tra le categorie merceologiche di maggior interesse del mondo giovanile;

– Free Wi-fi zone: collegamento internet gratuito per un’ora al giorno e accessibile a tutti, nel centro storico di Fara Gera d’Adda, nella Località Badalasco e presso la Biblioteca Comunale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da francesco ravasi

    ok, però non sta cambiando niente

  2. Scritto da Peccato

    Peccato che il programma sia tutto un copia incolla da internet. Googlare x credere

  3. Scritto da spì

    Serve un medico per curare Fara d’Adda!

  4. Scritto da F. Rampinelli

    La buona volontà che pure era espressa dalle passate amministrazioni non basta più: servono anche la serietà, la concretezza e l’intelligenza. Dopo vent’anni, proviamo a cambiare!