BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elezioni a Credaro Lochis: “Uno sportello per gente in difficoltà”

Michael Lochis, 24 anni, è uno dei 4 candidati sindaci di Credaro con la lista "Cambia Credaro". Studente di Economia Politica presso l’Università degli Studi di Bergamo e proprietario di una piccola vetreria a conduzione familiare.

Si chiama Michael Lochis, ha 24 anni ed è uno dei 4 candidati sindaci di Credaro con la lista "Cambia Credaro". Studente di Economia Politica presso l’Università degli Studi di Bergamo e proprietario di una piccola vetreria a conduzione familiare. Amante dello sport e impegnato nel sociale.

Quale è la priorità assoluta del vostro programma?  "La priorità assoluta del nostro programma sono i servizi alla persona, soprattutto i servizi sociali. L’amministrazione comunale, essendo l’organo di governo più vicino al cittadino, deve essere capace a raccogliere i problemi delle persone e poi, se nelle sue competenze, accompagnarlo e consigliarlo. Per questo puntiamo molto su uno sportello comunale che aiuti il cittadino nelle difficili situazioni, che sia capace di offrire un supporto psicologico e burocratico".

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe?  "Troppo spesso si prende il Patto di Stabilità come una scusa. I circa 170.000 Euro che il Patto di Stabilità blocca ogni anno li utilizzerei senza dubbio per offrire alla Scuola Elementare Ada Negri uno spazio idoneo dove poter mangiare in sicurezza e comodità".

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte? "Come ho detto prima, la nostra proposta è uno Sportello Sociale atto a accompagnare le persone qualora avessero un problema familiare, psicologico oppure solo burocratico".

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale? "I mezzi a disposizione di un comune come Credaro sono ridotti, ma non per questo dobbiamo rimanere immobili. Il Comune non può assumere personale a causa del turnover imposto, ma può creare un collegamento tra domanda e offerta di lavoro. Questo incontro può avvenire tra due persone che si rendono disponibili a scambiarsi del "tempo" sotto forma di lavoro qualificato (un imbianchino e un elettricista per esempio) attraverso la Banca del Tempo. L’organizzazione di una struttura del genere richiede del tempo è vero, ma è vero anche che se non ci si rimbocca le maniche non si otterrà mai nulla".

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza? "La microcriminalità è aumentata negli ultimi anni, e Credaro è stato particolarmente soggetto a piccoli furti. Viste le scarse disponibilità dei comuni, mi piacerebbe che ogni amministrazione tra Credaro e Sarnico si mettesse insieme per formare un Consorzio di Polizia. Al posto di avere dei costi strutturali pagati da ogni comune, questi si spalmerebbero sui bilanci delle amministrazioni aderenti, con un servizio di polizia più radicato ed efficiente".

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione?  "I giovani nelle nostre scelte politiche avranno un ruolo centrale, sia come "utenti" di servizi quali sport e cultura, sia in qualità di proponenti ed organizzatori. I giovani possiedono grandi potenzialità che spesso non vengono coltivate. La svolta sarà offrirgli degli spazi nei quali potranno prendersi la responsabilità di portare avanti dei progetti seri e costruttivi. Mi viene in mente che possiamo organizzare visite guidate nelle nostre favolose chiesette (San Fermo e San Giorgio) fatte da studenti o neolaureati di Beni Culturali, oppure uno Spazio Compleanni al parco dei Gelsi gestito da studenti e neolaureate in Scienze della Formazione. Insomma, i giovani sono una risorsa e gli amministratori devono essere capaci di capirla e valorizzarla".

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015? "L’Expo è un evento lontano geograficamente, inoltre Credaro non ha una capacità infrastrutturale tale da ospitare i reflussi turistici dell’Expo. Non abbiamo inserito nulla in proposito anche se in una nostra riunione è uscito l’argomento quando discutevamo di turismo".

Quale partito voterà alle Europee? "Non ho ancora deciso, ma sicuramente voterò un movimento politico che voglia ripensare fin dalle radici la costruzione istituzionale europea".

Quale avversario teme di più e perché? "Non temo nessun avversario, temo solo che l’immobilismo degli ultimi anni continui a governare Credaro".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.