BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elezioni a Castel Rozzone Rozzoni: “Coinvolgeremo tutti i cittadini”

Luigi Rozzoni, 40 anni, Candidato Sindaco Lista Civica “Progetto Comune - Castel Rozzone”: “Verrà sviluppato un canale informativo con le imprese e gli artigiani per diffondere le opportunità che si presenteranno e per facilitarne le iniziative”.

Si chiama Luigi Rozzoni, 40 anni, è uno dei quattro candidati sindaci per Castel Rozzone. Vicesindaco di Castel Rozzone dal 2009, Assessore con delega ai Lavori Pubblici e Assessore dal 2004 al 2009 con delega allo Sport e Tempo Libero per i pirmi tre anni e per gli ultimi due ai Lavori Pubblici.

Quale è la priorità assoluta del vostro programma? Il programma che è stato condiviso con i cittadini e le realtà associative del paese tocca tutti i punti che riguardano la vita dei singoli e dell’intera comunità, tuttavia crediamo che sia necessario lavorare coinvolgendo tutti gli attori del territorio promuovendo progetti che permettano di costruire interventi per favorire la cittadinanza attiva, già a partire dai giovani con l’istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi.

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe? Riteniamo che non sia il momento di grandi progetti ma di interventi contenuti, crediamo che le risorse a disposizione debbano essere investite nella manutenzione e nell’efficientamento energetico degli edifici pubblici e di quelli adibiti all’uso scolastico oltre che per interventi nella sicurezza della rete viaria e dell’arredo urbano.

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte? Il Comune ha assunto sempre di più una funzione di primo interlocutore a cui il cittadino, che non trova risposte dai livelli istituzionali superiori, si rivolge per risolvere i problemi che lo riguardano: è importante quindi la presenza di figure professionali preparate e capaci che possano valutare i bisogni e le problematiche di coloro che si trovano in difficoltà economica a causa della crisi e della perdita di lavoro così come delle persone che devono affrontare situazioni di fragilità dovute alle dipendenze. Attenzione sarà rivolta anche ai più piccoli e alle loro famiglie attraverso l’attivazione di uno spazio gioco come servizio educativo di incontro e socializzazione; i giovani saranno incentivati con spazi per l’aggregazione e il conseguente sviluppo di iniziative di crescita personale e per l’intera comunità mentre un occhio di riguardo continueranno ad averlo le situazioni di disabilità usufruendo della collaborazione degli assistenti educatori durante gli orari scolastici.

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale? Verrà sviluppato un canale informativo con le imprese e gli artigiani per diffondere le opportunità che si presenteranno e per facilitarne le iniziative. Particolare attenzione verrà riservata allo studio per la realizzazione di un distretto del commercio che raccolga le varie esigenze del territorio nel quale si trova il nostro comune e permetta la realizzazione di progetti integrati e competitivi. Significativa sarà la collaborazione con l’Azienda Bergamasca Formazione che ha attivato un percorso per ‘Operatore del Legno’ che consente alle aziende locali di potersi avvalere per la propria attività di personale qualificato.

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza? L’attività di controllo del territorio sarà non solo mantenuta ma implementata grazie alla proficua collaborazione in essere tra le varie forze di polizia presenti che potranno avvalersi anche dei dati registrati delle telecamere a lettura targhe la cui installazione è prevista agli ingressi del territorio comunale.

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione? La composizione stessa della lista che si presenterà alle prossime elezioni è variegata, con donne e uomini, persone adulte ma soprattutto molti giovani, tanto è vero che l’età media è inferiore ai quarant’anni. In questi mesi abbiamo cercato di coinvolgere anche giovani che potessero essere interessati all’ingresso nelle varie commissioni e con grande entusiasmo coloro che hanno accettato si sono resi disponibili ad attuare progetti in favore delle persone anziane o in difficoltà.

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015? Il nostro obiettivo è quello di impegnarci per uno sviluppo delle tematiche legate ad Expo relativamente a uno sviluppo sostenibile dell’ambiente che ci circonda, attraverso interventi che migliorino la fruibilità di aree verdi e la qualità energetica degli edifici pubblici e scolastici, per fare in modo che questi progetti possano servire da volano creando una maggiore coscienza ambientale nei cittadini che potranno intraprendere iniziative in tal senso.

Quale partito voterà alle Europee? Non ho ancora deciso, credo però che per questa scelta ci si debba interrogare sulla reale possibilità che noi cittadini abbiamo in questo momento di far leva sul futuro governo dell’Unione Europea e si debba prendere coscienza della fondamentale occasione di cui siamo responsabili, esprimendo il nostro voto, perché l’Italia possa recuperare il ruolo che le spetta a livello internazionale.

Quale avversario teme di più e perché? Ritengo di non dover temere nessuno e di non essere avversario di qualcun altro, semplicemente mi sono messo a disposizione degli abitanti di Castel Rozzone per poter amministrare il nostro paese: sono candidato con un gruppo di persone serie, competenti e capaci, gruppo sul quale i nostri concittadini,se lo riterranno, potranno fare affidamento per i prossimi cinque anni. Abbiamo lavorato molto e molto seriamente dal mese di novembre per stilare un programma concreto e sostenibile sia dal punto di vista finanziario che ambientale, per cui ritengo che ci siano tutte le condizioni per lavorare bene e nell’interesse della nostra comunità se ce ne sarà data la possibilità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.