BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Persone e Impegno, Viero: “Noi tutti stezzanesi senza legami con partiti”

Giorgio Viero è il candidato sindaco della lista civica Persone e Impegno per le prossime elezioni amministrative del 25 maggio a Stezzano: “La nostra priorità è quella di riprendere l’aspetto comunicativo e di dialogo con i cittadini, ridare fiducia alle associazioni, enti ed attività del territorio, vogliamo condividere e costruire con loro i nostri progetti”.

Giorgio Viero, nativo e abitante di Stezzano, è sposato e padre di due figli, lavora da 32 anni in una multinazionale dell’elettronica nella progettazione di microcircuiti, è candidato sindaco per la lista civica “Persone e Impegno”. Ha maturato complessivamente 10 anni di esperienza amministrativa (5 in maggioranza come assessore e 5 in minoranza) e 6 anni come membro del CDA della scuola dell’infanzia Don Antonio Locatelli.

Viero, quale è la priorità assoluta del vostro programma?

La nostra priorità è quella di riprendere l’aspetto comunicativo e di dialogo con i cittadini, ridare fiducia alle associazioni, enti ed attività del territorio, vogliamo condividere e costruire con loro i nostri progetti. Riteniamo che tutte queste componenti del territorio possano, in un ambito di proficua collaborazione, dare un grosso contributo, in termini di valore aggiunto, alle nostre priorità di programma, che entrano nel merito della Sicurezza, del coinvolgimento dei giovani nel lavoro, nell’ascoltare e far fronte ai nuovi bisogni sociali delle famiglie.

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe?

In questa fase ed a seguito delle vicissitudini di bilancio vissute dal paese, riteniamo importante prediligere l’ordine e la manutenzione di quanto oggi esiste sul territorio; di opere ve ne sono ancora di incompiute o che rientrano, da anni, nelle aspettative della cittadinanza, sarà nostra cura valutarle anche in previsione di disponibilità certe di bilancio.

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte?

E’ importante ascoltare la gente, capire le reali esigenze e non imporre servizi dall’alto. E’ determinante “fare rete” con i vari ambiti ma anche con le associazioni di volontariato che già operano con buoni risultati. La famiglia rimane sempre al centro dei nostri progetti, con le persone che la compongono e che possono essere giovani, adulti, anziani, tutti con specifiche esigenze e necessità. Una famiglia che però, anche per la crisi economica persistente, sta mostrando nuovi bisogni e nuove realtà, vedi la monogenitorialità, coppie divise, genitori che perdono il lavoro, dobbiamo attivarci per dare un supporto concreto a queste nuove condizioni.

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale?

Vogliamo attivarci, attraverso tavoli di lavoro, con tutte le attività produttive, agricole ed esercenti presenti sul territorio, li vogliamo ascoltare, dare loro visibilità, creare un data-base di attività ma anche di curriculum che possano essere utili sia ai cittadini che alle attività stesse. Per i giovani sarà importante costruire un percorso di ingresso al lavoro, partendo da stages, borse lavoro, percorsi formativi, attingendo anche alla competenza di enti, associazioni ed agenzie che lavorano nell’ambito. Dobbiamo però farci anche promotori di percorsi formativi per chi, a una certa età, ha perso il lavoro, per far si che possano rimettersi in campo anche con nuove esperienze e opportunità lavorative.

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza?

E’ un tema forte e molto sentito che si può esprimere in due concetti : sicurezza intesa come tutela della persona e dei suoi beni e sicurezza intesa come accessibilità alle strutture (edifici, strade, parchi …). Nell’ambito della tutela alla persona dobbiamo collaborare con le forze dell’ordine, attività, enti e associazioni del territorio, per entrare nel merito delle problematiche e delle possibili soluzioni, è importante condividere e quindi ottimizzare le risorse, anche con i comuni limitrofi (vedi possibilità di pattugliamenti e di presidio nei quartieri). Vogliamo collaborare con i cittadini per costruire con loro dei “patti di vicinato” che portino alla collaborazione e tutela reciproca dei propri beni. Non dobbiamo lasciare spazi vuoti, che possano far proliferare il ritrovo della microcriminalità, dobbiamo invece riempire gli spazi con la cittadinanza sana e attiva, anche attraverso le manifestazioni. La videosorveglianza è importante ma ancora di più sarà il metodo con cui verrà utilizzarla. Per quanto concerne l’accessibilità delle strutture, dovremo adoperarci per mappare le zone critiche di viabilità, garantire piste ciclopedonali, marciapiedi, parchi in buone condizioni, rimuovere le barriere architettoniche, magari fare anche in modo che il cittadino possa avere un numero telefonico di riferimento con la certezza che ogni sua segnalazione a riguardo possa essere recepita e prontamente evasa.

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione?

Vogliamo che i giovani coinvolgano i giovani. Il nostro programma è in gran parte dedicato ai giovani, per promuovere percorsi di ingresso al lavoro, per organizzare manifestazioni sportive e culturali, per condividere con loro progetti nella scuola e nel tempo libero. Vogliamo stimolare le loro iniziative e portarli a risultati concreti, seguendo anche percorsi ormai collaudati, come quello del Consiglio comunale dei ragazzi.

Che cosa ha la vostra lista di diverso dalle altre?

La nostra lista “Persone e Impegno” è una vera lista civica, fatta tutta da stezzanesi, senza tesserati a partiti e senza appoggi politici. Ci teniamo a questa autonomia, che ci permette di rimanere slegati dalle logiche di partito per essere maggiormente legati ai reali problemi del paese. Nel nostro Gruppo confluiscono persone con esperienza amministrativa (vissuta sia in maggioranza che in minoranza) e persone che rappresentano la novità, ma che portano un’esperienza vissuta e riconosciuta sul territorio, nell’ambito professionale, del volontariato e dell’impegno sociale. Vogliamo che i nostri progetti siano in sintonia con le reali aspettative della gente e, per essere in sintonia, dobbiamo tutti continuare a collaborare, facendoci promotori di iniziative utili a tutta la Comunità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.