BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giovani per Tentorio divisi sulla moschea: Udc ok, Lega: non è in programma fotogallery

I giovani della coalizione di centrodestra a sostegno della candidatura di Franco Tentorio a sindaco di Bergamo presentano le proprie proposte per la città: “Vogliamo una Bergamo più viva e più vivibile, che dia opportunità ai ragazzi”. Il tema Moschea, intanto, continua a dividere: Udc propensa, ma il resto della coalizione frena.

Più informazioni su

I giovani del centrodestra di Bergamo sono pronti a continuare il proprio impegno, al lavoro per sostenere la candidatura di Franco Tentorio a sindaco e per confrontarsi sulle problematiche della città. Confronto che riguarda anche tematiche che ancora dividono, come l’argomento Moschea, che registra pareri discordanti tra i giovani della coalizione.

Le elezioni di domenica 25 maggio si avvicinano e, nelle ultime ore, la campagna elettorale sta entrando nel vivo, con l’attenzione focalizzata sui programmi messi in campo dagli schieramenti che si contendono la guida di Palazzo Frizzoni. Per i giovani di Forza Italia, Lista Tentorio, Nuovo CentroDestra, Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Unione di Centro e Lega Nord l’occasione per fare il punto della situazione delle proprie proposte è stato un incontro tenuto nel pomeriggio di mercoledì 22 maggio a Casa Tentorio.

Stefano Benigni, giovane candidato per Forza Italia alle comunali, spiega: “In questi anni ci siamo impegnati per rendere Bergamo una città più viva e meglio vivibile, una città che sia in grado di offrire opportunità per i ragazzi. Non è stato facile e sappiamo che la strada da compiere è ancora lunga, ma nel tempo abbiamo ottenuto risposte positive, promuovendo un lavoro di rete sul territorio tra realtà a carattere economico-sociale e culturale, come esercenti, associazioni di categoria e università. Quindi, siamo pronti a continuare il nostro impegno a fianco di Franco Tentorio anche per il prossimo mandato”. Dello stesso avviso Danilo Minuti, della Lista Tentorio sindaco, che aggiunge: “Siamo convinti che la coalizione che abbiamo costruito sia la migliore possibile in quanto abbina l’entusiasmo dei giovani all’esperienza di persone che hanno già amministrato la città. Per i ragazzi, in modo particolare, accanto alle iniziative dedicate all’aggregazione e al divertimento, come eventi o feste che possano coinvolgere il mondo giovanile, proseguiremo nella proposta di progetti specifici per valorizzare i giovani e rispondere alle loro esigenze. Pensiamo, per esempio, a rendere Bergamo una città universitaria, all’housing sociale e al dialogo tra le realtà produttive per ricreare un tessuto in grado di favorire posti di lavoro”.

Dal canto suo, Alberto Ribolla, in rappresentanza della Lega Nord, afferma: “In questi anni abbiamo ottenuto risultati positivi nel lavoro di rendere Bergamo una città più viva. Alla luce di ciò, l’obiettivo sarà far coesistere l’aggregazione e il divertimento con il rispetto degli altri, per evitare situazioni come quella di Borgo Santa Caterina”.

Un ruolo di primaria importanza è attribuito sicuramente all’università. Niccolò Fabrizi di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale Bergamo dichiara: “Fratelli d’Italia è nata da poco e ha deciso, fin dall’inizio, di dare pieno appoggio alla candidatura di Tentorio. Se si parla di giovani, l’università è un capitolo particolarmente significativo: crediamo, ad esempio, che possa essere utile ampliare la fruizione degli spazi universitari dedicati allo studio, estendendone l’apertura. Allo stesso modo, è necessario lavorare affinchè i giovani possano tornare ad avere una prospettiva, favorendo il dialogo tra le istituzioni e promuovendo l’insediamento di nuove attività produttive che valorizzino le loro capacità, anche utilizzando locali attualmente dismessi in città”.

Sebastiano Serughetti, del Nuovo CentroDestra sottolinea che parlare di giovani non esclude ragionare per la città a livello più ampio, anzi aiuterebbe ad avere un orizzonte più vasto. Quindi, evidenzia: “Per guardare al futuro, la città ha bisogno di valorizzare le proprie risorse, pensando prima di tutto al turismo. In quest’ottica, si potrebbe potenziare la mobilità sul territorio, per rendere più agevoli gli spostamenti per chi viene a visitare Bergamo ma anche per i cittadini. E si potrebbe pensare a progetti ad ampio respiro, per favorire il transito dal centro storico a punti di attrazione della città, come l’accademia Carrara”.

A latere delle proposte, infine, continua a dividere l’argomento Moschea. Federico Villa, dell’UdC Bergamo dichiara: “Una Bergamo attenta ai giovani è una Bergamo che guarda al futuro, alle esigenze delle prossime generazioni e ai nostri figli. Una città viva e aperta alla valorizzazione dei cittadini, attenta ai bisogni tutti. È necessario concentrarsi sugli argomenti, andando oltre alle polemiche. Per esempio, in questi giorni si è discusso di Moschea e su dove aprirla: penso che non sia un problema, in quanto è una questione di civiltà, è giusto che tutti possano esprimere il proprio credo”. Il resto della coalizione, però, frena e Ribolla precisa: “L’argomento non è stato inserito nel programma elettorale. È un tema delicato, su cui la coalizione dovrà confrontarsi in maneria approfondita”.

Paolo Ghisleni

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da La verità fa male

    I radical chic perbenisti di sinistra vogliono la moschea? bene, aiutino i loro “fratelli migranti” a reperire i fondi per pagare oneri di urbanizzazione e spese di mantenimento della moschea con qualche generosa offerta, altrimenti le loro chiacchiere sui diritti e tutto il resto sono per l’appunto chiacchiere buoniste generiche e prive di concretezza

    1. Scritto da hans

      i radical chic buonisti perbenisti benpensanti, zzzzzz che sonno questo qua. quando i fedeli tireranno fuori i soldi dalle loro tasche per la loro moschea cosa s’inventerà per impedirlo?

  2. Scritto da ex sarpino

    Fabrizi me lo ricordo quando lesse il discorso degli studenti a Napolitano, al Donizetti. Giovane ma maturo

  3. Scritto da flavio bertocchi

    Ma Minuti è considerato “giovane”?

  4. Scritto da Giovanni

    NO alla moschea! Forza Lega Nord!!

  5. Scritto da nino cortesi

    Se non si apre la moschea possiamo anche chiudere tutte le altre Chiese che tanto la religione diventerebbe cinema.
    Come con l’Eco la comunicazione diventa un limone marcio.
    Vota Zenoni, vota un livello di civiltà da anno 2014.

  6. Scritto da roberto salerno

    Ma scusate, giovani di cosa che in foto c’è Minuti che ha 40 anni.

    1. Scritto da tornaasalerno

      La prossiamo volta mettiamo te nella foto che da cosa scrivi presumo tu faccia ancora l’asilo!! E poi non ne ha 40…ma si è un nonno…come Renzi…no…

  7. Scritto da Benedetta

    Gori e il suo manipolo vogliono la moschea ? … ceda cinquecento dei mille metri quadrati di casa sua !

    1. Scritto da Gaulois

      Sarai anche..Benedetta ma qui Gori non centra nulla

  8. Scritto da Bastaaa

    Gori ha 7 liste, Tentorio 6 liste…. Ma come si fa a mettersi d’accordo? E poi , quando inizieranno a dividersi le poltrone…ancora peggio! Non lamentatevi dopo ! Ci sono altri candidati sindaco ! Zenoni 1 lista! Isnenghi 1 lista ! Palermo 1 lista ! L’altro ho rimosso il nome, troppo presuntuoso. Il mio voto a Bergamo Cambiaaaaaaa con Andrea Palermo

  9. Scritto da che scandalo

    si ma se passa l’idea ceh la città è in mano a benigni/fabrizi e minuti siamo appposto. io voto fratelli ditalia e scrivo minuti

  10. Scritto da jack

    La moschea la vogliono solo i radical amici dei “migranti” del pd. Punto e basta.

    1. Scritto da giorgio

      Fascisti e leghisti amici della Le Pen no, Ce ne faremo una ragione, intanto impegnamoci a trovare l’area per realizzarla, se no cediamogli una delle tante chiese ormai vuote della città, ce ne sono veramente molte….

      1. Scritto da plebani jacopo

        Ci sono delle aree in disuso in Iran e in Arabia Saudita. Forse anche qualcuna in Iraq e in Qatar. Perchè non andiamo lì a costruire una chiesa? La religione in Italia è quella cattolica, quindi niente moschee. Punto

        1. Scritto da hans

          questo non c’arriva proprio…..

          1. Scritto da plebani jacopo

            forse perchè a differenza tua ci arrivo fin troppo. Dai che ce la farai anche tu…

      2. Scritto da Gia

        A casa tua ci starebbe benissimo

  11. Scritto da Marco

    Ah ma non erano una coalizione unitissima soprattutto dal punto di vista programmatico? Poi hanno il coraggio di attaccare il centrosinistra, ridicoli