BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elezioni, Lamera: “Cittadini al centro della vita di Romano”

Nato a Romano di Lombardia 40 anni fa, dal 2007 ha un'azienda di 14 dipendenti che produce impianti per il settore siderurgico – galvanico, Michele Lamera è l'attuale sindaco di Romano di Lombardia che domenica cercherà la riconferma.

Nato a Romano di Lombardia 40 anni fa, dal 2007 ha un’azienda di 14 dipendenti che produce impianti per il settore siderurgico – galvanico, Michele Lamera è l’attuale sindaco di Romano di Lombardia che domenica cercherà la riconferma, sostenuto dalla lista Progetta Romano con Lamera.

Quale è la priorità assoluta del vostro programma? "La nostra priorità è legata al pensiero amministrativo che ha guidato la mia amministrazione e che si ripropone per il nuovo mandato. Un pensiero in cui il cittadino, la persona, è messa al centro dell’azione amministrativa, coinvolgendola tramite processi diversi (progettazione partecipata, relazioni con le associazioni di volontariato, ecc…). Questo “metodo” amministrativo poi è declinato in ogni ambito di attenzione: lavoro, sicurezza, cultura, servizi alla persona, sport ed attività sportive".

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe? "Oltre ai vincoli di patto sono importanti anche i vincoli di spesa. Considerando che entrambi i vincoli sono opprimenti per l’amministrazione comunale, e senza fare voli pindarici, sicuramente le sfide da affrontare in termini di infrastrutture, anche per impegni già assunti, sono: Ricostruzione del “Teatro – Museo” G.B. Rubini posto in sostituzione dell’attuale cinema Completamento del Ring Completamento della piazza Don Sandro Riqualificazione del campo San Defendente Riqualificazione della piscina comunale Realizzazione di una nuova palestra polivalente".

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte? "Continuare le solco tracciato in questi anni lavorando in rete con le altre realtà comunale, promuovendo servizi sussidiari per i cittadini, ponendo al centro della nostra azione amministrativa la persona con le sue fragilità e necessità. Allo stesso tempo continuare nell’azione di erogazione di servizi specifici per le nuove fragilità che avanzano".

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale? "Inserisco il progetto stilato dalla nostra lista Il progetto di sviluppo che abbiamo pensato si articola in quattro punti strategici. RIPROGETTIAMO INSIEME LE ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ponendoci in ascolto rispetto alle necessità delle attività produttive presenti sul nostro territorio, al fine di favorirne l’espansione e/o consentire l’arrivo di nuovi imprenditori che lo riconoscano attrattivo non esclusivamente per le nuove infrastrutture presenti, abbiamo pensato innanzitutto di liberalizzare le regole insediative all’interno dei comparti produttivi. INCORAGGIARE L’ASSUNZIONE A KM ZERO, un obiettivo che vogliamo raggiungere all’interno di questo progetto più ampio è l’incremento della domanda di assunzione per in nostri cittadini romanesi, attraverso la creazione di condizioni ed opportunità per gli imprenditori che intendono investire nel nostro territorio. Innanzi tutto per tutte le aziende che decideranno di iniziare una nuova attività, od ampliarne una già esistente, nel nostro territorio saranno forniti strumenti che snelliranno le pratiche di avviamento grazie ad un potenziamento dei servizi online, riducendo al minimo il tempo tra avvio delle pratiche edilizie e il vero start up della nuova attività. Puntiamo così ad essere uno dei Comuni più interessanti per le nuove imprese. Creeremo per la prima volta incontri mirati al colloquio tra imprenditori e possibili candidati della nostra città, per favorire la conoscenza reciproca e quindi la priorità di assunzione. VANTAGGI PER I NUOVI IMPRENDITORI: TARI E TASI, al fine di agevolare le assunzioni di lavoratori romanesi, abbiamo pensato ad agevolazioni concrete per quelle aziende che vorranno investire sul nostro territorio e sui nostri cittadini, ed in particolare: Esenzione sino ad un massimo di 3 anni dell’applicazione TARI (tassa sui rifiuti) per le nuove attività produttive o per gli ampliamenti delle stesse che comporteranno nuove assunzioni di personale, dei quali almeno il 50% residenti a Romano. Bonus sino ad un massimo di 3 anni della TASI (Imu) per le nuove attività produttive o per gli ampliamenti delle stesse che comporteranno nuove assunzioni di personale, dei quali almeno il 50% residenti a Romano di Lombardia. Azioni concrete per facilitare lo sviluppo produttivo della nostra Città ed in generale del nostro territorio. IL ROMANESE: PROGETTO ICARO e PENELOPE, il progetto si completa con un servizio per i cittadini romanesi dedicato alla formazione, in linea con le reali richieste del settore produttivo romanese. In particolare abbiamo pensato a due progetti diversi: Icaro: rivolto ai giovani che, terminati gli studi, dovranno adeguare la loro preparazione alle reali richieste del mercato. Un progetto veloce e snello per affinare gli strumenti lavorativi e trovare velocemente un lavoro che permetta di crearsi una propria indipendenza Penelope: rivolto a coloro che necessitano di una ricollocazione all’interno del mondo produttivo. Il progetto punterà sul reinserimento di uomini e donne in età matura che, causa la crisi, hanno bisogno di riproporsi, al passo con i tempi, in un mercato che poco conoscono".

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza? "La sicurezza non può che passare dall’interrelazione con la vita della nostra Città. Una comunità viva, presente sul territorio è il primo baluardo essenziale ed efficace per disincentivare le persone che qui vogliono esercitare azioni delinquenziali. Quindi sarà necessario l’apporto di tutta la cittadinanza, delle associazioni di volontariato, delle attività commerciali ed in generale di tutte le agenzie educative locali ingaggiando insieme la sfida più importante che ci attende: Romano Città Attiva, Romano Città Viva, Romano Città Partecipata. Più la nostra comunità in toto sarà in grado di assumere positivamente queste sfide, più potremo vivere in una Città intrinsecamente sicura, perché è proprio la presenza della cittadinanza che la rende tale. Infine vogliamo manifestare un nostro sogno: Romano di Lombardia Città della Sicurezza Territoriale Diffusa. Vogliamo intraprendere un percorso di dialogo e partecipazione con i territori a noi vicini. Le nuove infrastrutture che stanno trasformando la nostra realtà non ci permettono più di pensare solamente al nostro territorio, rinchiuso in confini ormai più ideali che reali".

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione? "I giovani hanno un ruolo fondamentale all’interno della società più che della amministrazione. L’importante è riuscire a coinvolgerli su progetti specifici per loro, che catturino i loro interessi e che gli permettano di mettersi in gioco direttamente coinvolgendoli nell’interesse della comunità".

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015? "Un capitolo vero e proprio no, ma l’Expo 2015 attraversa tutte le nostre proposte dal lavoro, alla cultura ai servizi sociali. È una opportunità di crescita e promozione che deve essere colta".

Quale partito voterà alle Europee? "Il mio voto alle Europee sarà senza ombra di dubbio rivolto all’area moderata del centrodestra".

Quale avversario teme di più e perché? "Rispetto tutti i miei avversari perché ognuno si è messo in gioco per il bene della cittadinanza. Più che l’avversario la mia sfida è legata a credere che il cittadino sceglierà le persone, le idee più che i simboli di partito". 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Romanese

    A casa! Lui e i suoi assessori ciellini che stanno in lista con lui! Via aria nuova!

  2. Scritto da Genny

    Parla di sicurezza il signor sindaco ma ha sempre sottovalutato l’allarme furti, a differenza degli altri sindaci bergamaschi che sono a dati a Roma a chiedere rinforzi. E con lui i vigili smontano all’ora di cena e buonanotte

  3. Scritto da Sergio P

    Quello di Lamera mi sembra un gran fritto misto, buono per tutte le stagioni. Serve aria fresca a Romano, largo al nuovo

  4. Scritto da Alfredo

    La persona al centro? Oddio, mi vengono i brividi!!!. Non lo diceva spesso anche il ciellino Breno quando guidava la Cdo? Memoria signori, memoria

  5. Scritto da Marcello

    Mi spiace ma do il mio voto a uno degli altri candidati, che mi sembrano TUTTI più seri del sindaco uscente

  6. Scritto da Elettore deluso

    Io l’ho votato nel 2009 ma non ripeterò l’errore: ha combinato poco o nulla, di tutto un quinquennio la decisione più significativa è stata l’introduzione dei parcheggi a pagamento. Bocciato. Avanti un altro.

  7. Scritto da Ferdinando

    Caspita, che bel programma! Ma non poteva attuarlo, anche in minima parte, nei cinque anni in cui era sindaco?

  8. Scritto da pippo

    per fortuna che sei arrivato alla fine…. non se ne poteva più di te e dei tuoi amici di C.L. il peggio del peggio della D.C.
    speriamo nella Lega Nord

    1. Scritto da pAcky

      che forza …la Lega che in questi 5 anni è stata la sua alleata, quindi corresponsabile e silente….. e contenta dei suoi cadreghini e presa dalle sue beghe ( vicesindaco e capogruppo e assesora Leghisti non si sono ricandidati in quanto favorevoli alla linea Lamera – loro dichiarazioni-) da che pulpito!!!

    2. Scritto da pAcky

      che forza …la Lega che in questi 5 anni è stata la sua alleata, quindi corresponsabile e silente….. e contenta dei suoi cadreghini e presa dalle sue beghe ( vicesindaco e capogruppo e assesora Leghisti non si sono ricandidati in quanto favorevoli alla linea Lamera – loro dichiarazioni-) da che pulpito!!!