BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brembo inaugura la fabbrica nel Michigan “Qui i freni del futuro”

Uno stabilimento con 450 dipendenti, 83 milioni di euro di investimento. E' stato il patron Alberto Bombassei, a inaugurare le nuove linee per la produzione di freni: "I freni del futuro" come ha sottolineato.

Inaugurato il nuovo polo produttivo della Brembo di Alberto Bombassei nel cuore del Michigan, fra Detroit e Chicago.

Uno stabilimento con 450 dipendenti, 83 milioni di euro di investimento. E’ stato il patron Alberto Bombassei, a inaugurare le nuove linee per la produzione di freni: "I freni del futuro" come ha sottolineato.

Brembo, uno dei leader italiani della prima fornitura, si radica così in modo massiccio nel cuore del Michigan, patria dell’automotive Usa. "Pensiamo di trasformare questo paese nella nostra seconda casa", dice Bombassei di fronte al governatore del Michigan, Ricky Snaider.

Al taglio del nastro anche Sergio Marchionne. Nel mondo dell’auto "quel che conta non sono le nazionalità, sono i marchi", dice in mattinata, parlando a Washington l’ad del Lingotto. Che però precisa subito: "È evidente che bisogna tutelare il dna dei brand. Produrre una Ferrari in Cina non ha senso. Non produrrei mai una Ferrari in Cina".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario

    miii che lagna… popolo di lagnoni il nostro. La classe politica… che novità ….

  2. Scritto da Sergio

    “È evidente che bisogna tutelare il dna dei brand. Produrre una Ferrari in Cina non ha senso. Non produrrei mai una Ferrari in Cina”…. Però produrre i freni Brembo in Michigan sì! tutti bravi a predicare agli altri…. Un politico italiano che non crede più nemmeno lui al suo paese, è la più palese delle ammissioni del disastro che abbiamo qui, grazie proprio alla classe politica e dirigente (o saranno stati gli operai?)

    1. Scritto da Andy Baumwolle

      Ma cosa cavolo racconti??
      Dove dovrebbero produrre i dischi per Chrysler?
      A Mapello?
      E poi chi paga il trasporto fino a Detroit, tu??
      Sai cosa pesa un disco freno?
      Ma stai zitto please

      1. Scritto da Serieta

        E ovvio che un imprenditore fa quello che gli conviene , ma bombassei come politico deve stare attento a quello che dice e quello che mette in pratica

        1. Scritto da andy baumwolle

          E cosa dice?
          Che non bisogna servire clienti all’estero?
          Che bisogna morire di mercato nazionale?
          Ma per fortuna che all’estero ci va qualcuno
          Aspettassimo i sindacati saremmo ridotti come l’Albania
          Ma per favore..

      2. Scritto da Tuvofalamericano

        Very giusto..

      3. Scritto da il polemico

        e dove produrre le ferrari per il mercato cinese e asiatico in generale??mai in cina?e chi paga le spese di trasporto?sai quanto pesa una ferrari?il tuo discorso di perde appena inizia…..

      4. Scritto da Sergio

        E in Polonia per chi fabbricano i freni? Legale della casta!
        https://www.bergamonews.it/economia/brembo-raddoppia-polonia-152181

      5. Scritto da Sergio

        Zi badrone! Che scusa puerile, il peso di un disco freni, per giustificare chi delocalizza… Abbiamo proprio bisogno di simili avvocati di Monti & c.

    2. Scritto da giuan de ghisa

      Hai ragione Sergio, hanno combinato un disastro e perseverano.
      I nostri figli pagheranno dazio.