BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bertocchi, “X Alzano”: “Expo, un’opportunità fondamentale”

Camillo Bertocchi è il candidato sindaco della lista civica “X Alzano”, che comprende anche i contrassegni della Lega Nord e di Forza Italia. La priorità è il lavoro, grazie anche allo slancio che può essere fornito da progetti attivi e concreti con Expo 2015.

Camillo Bertocchi è il candidato di “Movimento Civico X Alzano”, una lista civica che comprende anche i contrassegni dei due partiti maggiori di centro-destra, la Lega Nord e Forza Italia. Il gruppo amministra la città già da dieci anni con il sindaco uscente Roberto Anelli. A fronteggiarli, un’opposizione unita con la lista “Gente in Comune”, che candida Annalisa Nowak.

Bertocchi, quale è la priorità assoluta del vostro programma?

"Decisamente il lavoro, perché senza il lavoro la maggior parte del programma elettorale e dell’azione amministrativa perderebbe di significato. Le amministrazione comunali non hanno a disposizione grandi leve in materia di lavoro, ma Alzano con il caso del contratto di recupero produttivo Pigna ha senza dubbio dimostrato di saperci fare. Le amministrazioni comunali hanno la possibilità di aumentare l’attrattività dei propri territori e l’occasione unica ed imperdibile è EXPO 2015, ed è doveroso per le amministrazioni comunali farsi trovare pronte per questo evento".

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe?

"Senza patto di stabilità si libererebbero immediatamente due milioni di euro già destinati per fare opere pubbliche già progettate e finanziate come la palestra delle scuole elementari di Alzano Sopra, l’Ostello a Monte di Nese, la pista ciclopedonale di collegamento tra Montecchio e le scuole elementari di Nese, le asfaltature delle strade comunali. Soprattutto, senza patto di stabilità si tornerebbe ad avere l’autonomia di spesa che la Costituzione riconosce ai comuni e quindi, in particolare, la possibilità di programmare le azioni di governo oggi di fatto commissariate dallo Stato".

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte?

"Il 22% del nostro bilancio l’abbiamo investito nel sociale. Crediamo fortemente nel processo di condivisione dei servizi sociali che abbiamo attuato con la media valle Seriana per offrire prestazioni di qualità ed economicamente sostenibili. Vogliamo potenziare il settore anziani, disabilità e minori disagiati. A livello locale abbiamo creato un settore specifico per le famiglie in condizioni di fragilità economica e stanziato un fondo di 500mila euro a sostegno dei lavoratori in difficoltà. Per l’area giovani crediamo fortemente negli oratori ai quali vogliamo garantire pieno sostegno logistico ed economico attraverso l’accreditamento ed il finanziamento di servizi specifici quali quelli educativi e lo sport".

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale?

"Come detto, con il caso Pigna abbiamo dimostrato con quale grande capacità questa amministrazione comunale ha saputo agire sul tema lavoro. Abbiamo in cantiere due progetti importanti per la creazione di nuove attività sul territorio nell’area Rilecart, entrambe già finanziate con un milione di Euro da parte di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo. Abbiamo un progetto forte e credibile nell’ambito commerciale e turistico in vista di EXPO2015, che coinvolgerà tutte le attività commerciali e ricettive del territorio. Inoltre lo sportello lavoro aperto presso il comune, in un anno, ha consentito di trovare un posto di lavoro a trenta persone di cui dieci a tempo indeterminato. Come si può vedere si tratta di progetti concreti che siamo convinti incideranno in modo significativo sul sistema economico locale".

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza?

"I provvedimenti che metteremo in atto da subito sono: un sistema di videosorveglianza con lettura targhe sugli ingressi in Alzano Lombardo collegato al più ampio sistema della Valle Seriana e potenziamento del sistema di videosorveglianza esistente, anche finalizzato al monitoraggio di ambiti più esposti ad atti criminosi e di vadalismo. Inoltre prevediamo da subito la riorganizzazione del comando di Polizia Locale, con il potenziamento delle funzioni di polizia giudiziaria per una più incisiva azione di contrasto al crimine".

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione?

"La nostra squadra ha un’età media di 41 anni. Abbiamo cambiato generazione nella politica proprio per avere nuovo vigore e nuove idee. Ai giovani sarà affidato il compito di attuare i progetti volti al sostegno degli oratori e allo sviluppo delle politiche culturali e del lavoro ovvero quei temi che hanno bisogno di maggiore energia e capacità di approccio con il mondo globale".

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015?

"Vediamo in Expo un’occasione unica ed imperdibile per il nostro territorio. Tra i progetti pensati per EXPO il maggiore si chiama “Fase X EXPO”, un progetto finanziato per un milione di Euro da Fondazione Cariplo grazie ad un bando a cui ha partecipato il comune di Alzano Lombardo. 1800 studenti di tutto il mondo transiteranno in Alzano in tre corsi semestrali da 600 studenti ciascuno. Un progetto promosso in sinergia con la società Fase, l’Università di Bergamo e i sindacati. A questo progetto assoceremo delle borse lavoro per giovani laureati nell’ambito turistico con il progetto del Kilometro della Cultura, al quale è affidato il compito di creare le strutture ed i progetti per pianificare, coordinare e sostenere gli eventi legati ad EXPO 2015".

Fabio Tiraboschi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.