BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo vota, Zenoni (M5S) “Ce la giochiamo, saremo il primo partito” fotogallery

Intervista al candidato sindaco del Movimento 5 Stelle Marcello Zenoni. Partecipazione, urbanistica, moschea, provocazioni e un tocco di anticlericalismo. "Il mio mantra è la partecipazione su modello di Parma. E' una parola banale e banalizzata. Ci dovrebbero essere momenti o strumenti prestabiliti per garantirla costante nel tempo".

Più informazioni su

Intervista al candidato sindaco del Movimento 5 Stelle Marcello Zenoni. Partecipazione, urbanistica, moschea, provocazioni e un tocco di anticlericalismo.

Subito una provocazione. In un dibattito nel quartiere San Francesco ha detto che si potrebbe costruire la moschea in centro in una chiesa o in un oratorio. I casi sono due: o è talmente sicuro di vincere da permettersi queste uscite oppure non avete niente da perdere. “(ride) E’ stata una provocazione mal riuscita. Mi sono fatto prendere dall’atmosfera che era un po’ ostile nei confronti di tutti i candidati. Io credo che un centro culturale, con uno spazio in cui pregare, su modello di Parigi, si possa fare anche in centro. Anche negli spazi non utilizzati di un oratorio”.

Non al centro servizi fuori dalla città, al confine con Azzano San Paolo? “Secondo me è una soluzione ghettizzante. Abbandonare i fedeli musulmani all’estremità del Comune significa seminare il germe della lontananza. Farlo in centro è simbolicamente forte, ma non darebbe molto fastidio”.

Però siamo nella cattolica Bergamo. Non è una proposta troppo ardita? “Durante quel dibattito è uscito il mio anticlericalismo. E’ stato un errore perché tutti i miei compagni di lista che appartengono a questo mondo. Quello a cui mi riferisco non è tanto la curia, ma aree come Cl, opus dei”.

Quale è la richiesta più strana fatta dai cittadini? “Mi hanno chiesto come mai non vengono rimossi due sacchetti della spazzatura. Mi sono detto: passo qui domani sera e li porto alla piazzola ecologica”.

Spesso i cittadini chiedono di sistemare il marciapiede e il parcheggio di fronte a casa. “E’ un problema che nasce da un atteggiamento assistenzialista. Il mio mantra è la partecipazione su modello di Parma. E’ una parola banale e banalizzata. Ci dovrebbero essere momenti o strumenti prestabiliti per garantirla costante nel tempo”.

Un po’ quello che dicono anche Gori e Rocco Gargano. Con l’avvocato di Micromega avete molti punti in comune. Mai pensato di collaborare? “Con lui ho un buon rapporto. Penso che si possa ancora collaborare, vedremo dai risultati elettorali”.

Cosa pensa di Franco Tentorio? “L’ho conosciuto nell’ultimo mese. A livello personale ispira fiducia, ma dietro ha la Lega. Credo a lui, non alla sua coalizione”.

E di Gori? “Lui è meno credibile. Si sono tirati dentro un’armata brancaleone per vincere. Non mi piace l’astio nei nostri confronti. Per essere chiari: non facciamo nessun tipo di alleanza. Quello che è il rispetto nei confronti degli avversari è passato come un’apertura. Non è così”.

Cosa ha portato Beppe Grillo alla vostra campagna elettorale? “Grillo è talmente forte che anche nei suoi aspetti benefici ci scombussola. Ci ha dato una carica incredibile”.

Eppure lei sembra tutto tranne che grillino. “Io forse pago un po’ i miei toni pacati. Ma d’altronde sono un neofita, mi sono trovato sul fronte. Comunque conta il gruppo, che ha fatto un lavoro fantastico”.

Per governare un Comune servono anche competenze. In caso di elezione non rischiate di essere “troppo” nuovi? “Siamo tutti incensurati, senza legami con i poteri forti, con competenze specifiche. Dobbiamo riuscire a costruire una squadra che faccia qualconsa di nuovo”.

Avete già ricevuto molti curriculum di assessore autocandidati? “Per ora 35. Ci sono funzionari, persone che lavorano nei Comuni, nel settore pubblica sicureza, professori. Li valutiamo in base al curriculum”.

Lei è architetto. Lanci un’idea originale dal punto di vista urbanistico. “L’urbanista Léon Krier ridisegna minuziosamente gli spazi dei centri urbani. Io credo che non servano grandi opere. Basta sistemare alcune piazze, pensate negli anni sessanta per gli anni sessanta. Siamo indietro di 50 anni. Un esempio? Il centro dovrebbe essere un centro commerciale urbano. Molti demonizzano questo termine. Però dobbiamo fare i conti con la realtà. La socialità urbana è lì: i ragazzi vanno a Oriocenter a pomiciare, gli anziani perché c’è l’aria condizionata. Il centro di Bergamo deve ragionare da centro commerciale a livello di marketing e di offerte”.

Il futuro del trasporto pubblico a Bergamo? “Deve essere assolutamente migliorato. Io propongo idee concrete e non sfruttabili per la propaganda: nuova politica tariffaria, più corse e copertura di altre fasce orarie, isole pedonali. E solo una volta completato questo disegno si può pensare ai varchi a pagamento”.

Tra gli altri punti caldi ci sono le politiche della casa. “Il problema è calmierare i prezzi degli affitti. Io sono molto chiaro: se un grande proprietario immobiliare ha tante case sfitte deve essere punito. Più case sfitte ha, più le aliquote si alzano. E’ una scelta politica necessaria. Solo in questo modo si possono attirare anche i giovani”.

Anche studenti? Bergamo è davvero una città universitaria? “Gori dice che verranno tantisimi ragazzi a fare l’università. Ma conviene laurearsi? Ventimila studenti a Bergamo. E poi cosa fanno? Purtroppo l’università li sta mandando al massacro. Si crea un popolo di disoccupati”.

Ultima domanda. Chi vincerà? “Alle Europee senza dubbio noi. Bergamo è particolare, ma ce la giochiamo. Magari non vinciamo, ma saremo il primo partito”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da planets

    Il programma elettorale del movimento 5stelle è quasi tutto a costo zero, parla di ottimizzare le risorse e ridurre gli sprechI. Nel nostro progetto rifiuti zero è spiegato come riconvertire i rifiuti trasformandoli in materie prime, che comporta un miglioramento dell ambiente e un abbassamento delle bollette. . Diciamo basta al devasto ambientale, stop al consumo del territorio, che ha peggiorato la nostra salute e impoverito il paese

  2. Scritto da planets

    il movimento 5 stelle è odiato dalla vecchia classe politica e amato dalla gente, perchè come promesso ha diminuito gli stipendi dei propri parlamentari, devolvendo buona parte a piccole e medie imprese, ha rinunciato a decine di milioni di rimborsi elettorali, dimostrando che si può fare politica senza svuotare le tasche degli italiani

  3. Scritto da giovanna

    Il “primo partito”, va bene tutto ma come si fa a dare la città in mano a uno che dice certe cose e probabilmente ci crede?
    Questo è più mitomane di Belusconi e più cacione di Renzi….

  4. Scritto da nino cortesi

    M5* più che giocarsela li strapazza.
    Era ora!

  5. Scritto da Kakashi Hatake

    La parola “pomiciare” non la sentivo dal primo dopoguerra…

  6. Scritto da Vito

    “Magari non vinciamo ma saremo il primo partito”

  7. Scritto da gentiloni.antonino

    per la moschea è meglio indire, democraticamente, un referendum. ;););););)

    1. Scritto da gigi

      se la sorge su una area privata che bisogno c’e’ del referendum ? Ne hanno mai fatti per la costruzione di chiese cattoliche ?

  8. Scritto da Stefano

    Con tutto il rispetto per Lei arch Zenoni, non le sembra che tra CL e … FN avete anche voi parecchie contaminazioni? oppure mi sbaglio?

    1. Scritto da Perdinci

      Contatti, forse… non contaminazioni, contagi, inquinamenti…. Non siamo di Marte, qualche interazione con le persone appartenenti al pianeta terra e alla nazione Italia ci sarà pure stata. Cerca la nostra pagliuzza con altri che hanno Scajola o Greganti per compagni di partito? O Sgarbi che faceva il bordello all’europarlamento pagato da noi?

      1. Scritto da Perdinci, si.

        si parlava di Bergamo evidentemente (così per restare sul pezzo e sul concreto naturalmente)

  9. Scritto da Mario

    Sono sicuro Vinceremo

    1. Scritto da Benny

      Vincere e vinceremo . L’ultimo che l’ha detto non ha avuto tanta fortuna ……

      1. Scritto da Lucio

        Infatti basta guardare le votazioni dell’anno scorso. A proposito , visto che l’universita porta solo disoccupati, il sig Zenoni vuol dire meglio un paese di analfabeti? Pazzesco…dopo. L’intervista dell’altra sera su BG tv quello che ne e’ uscito peggio e’ il candidato del movimento 5 stelle. Ma non c’erano dubbi!