BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al rifugio antiaereo presto l’intervento di ristrutturazione

Partiranno a breve i lavori per rendere di nuovo accessibile il rifugio antiaereo nel quartiere Garbagni a Mariano.

Venerdì 23 maggio in occasione del 70° anniversario del bombardamento sulla Dalmine il rifugio Garbagni sarà al centro della variante al Piano Attuativo per l’intervento di riqualificazione del bunker.

Partiranno a breve i lavori di ristrutturazione del rifugio antiaereo nel quartiere Garbagni a Mariano.

È stata infatti convocata per venerdì 23 maggio la seduta della Giunta che approverà la variante al Piano Attuativo P11 (ex 23) di via Roma/SP 525, il Piano di lottizzazione relativo ad un intervento commerciale-direzionale a servizio della frazione di Sabbio Bergamasco. Grazie a questa variante l’Amministrazione ha ottenuto che l’attuatore, grazie allo scomputo degli oneri, proceda con l’intervento di riqualificazione del bunker.

I lavori saranno eseguiti nelle prossime settimane in modo tale da rendere il rifugio accessibile già in occasione del 70° anniversario del bombardamento di Dalmine del 6 luglio 1944.

Il progetto è già stato approvato dalla Sopraintendenza che, con l’occasione, ha espresso " il proprio compiacimento per la decisione di intervenire per garantire la conservazione del rifugio antiaereo".

Il restauro avrà un costo di circa 90.000 euro, e permetterà di rendere fruibile ai cittadini e soprattutto alle scolaresche un capitolo del passato di Dalmine.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da diego frazzini pd dalmine

    Quanta fretta, 90.000 euri di oneri dati via così; è una rincorsa alle delibere dell’ultimo minuto , se ne stanno susseguendo moltissime in questi giorni e senza alcuna possibilità di esame da parte del Consiglio.La (criticabile) struttura del Pgt permette alla Giunta di fare e disfare, ma sembra faccia propaganda elettorale,non pianificazione.La porta nord poi ne è un esempio eclatante;50.000 euro di oneri buttati per il monumento padano ci auguriamo anche funebre di questa amministrazione