Quantcast
Tasi, chi paga a Bergamo? Ecco i 29 Comuni alla cassa entro il 16 giugno - BergamoNews
Tasse&case

Tasi, chi paga a Bergamo? Ecco i 29 Comuni alla cassa entro il 16 giugno

Sono 29 i Comuni bergamaschi che, per ora, hanno già deliberato le aliquote della Tasi: pagamento per loro entro il 16 giugno. Per tutti gli altri c'è tempo fino al 23 maggio per approvarle: se la delibera non arriva il pagamento slitta a settembre.

Per ora sono 29 i Comuni bergamaschi che il 16 giugno dovranno saldare subito l’acconto della Tasi insieme alla prima rata dell’Imu: è quanto emerge dal censimento ufficiale delle delibere tenuto dal dipartimento Finanze nella serata di martedì 20 maggio che ha esaminato, nei suoi database, le decisioni prese da 1.080 Comuni.

Tutti gli altri avranno tempo fino al 23 maggio per approvare le delibere che dovranno poi essere pubblicate sul sito del dipartimento delle Finanze entro il 31 maggio. Solo il primo giugno, quindi, si avrà la certezza definitiva sul pagamento immediato o meno del Tributo sui Servizi Comunali Indivisibili. Nel caso in cui la delibera non fosse approvata il pagamento slitterebbe alla metà di settembre per le seconde case, ala metà di dicembre per la prima.

La Tasi chiamerà alla cassa anche gli inquilini che, secondo quanto previsto dalla legge, vedono a loro carico una quota tra il 10 e il 30%.

A Bergamo Federconsumatori ha già fatto sentire la propria voce sulla vicenda: "Ha voglia l’assessore al Patrimonio del Comune di Bergamo, accusato di aver fatto aumentare la tassa sulla casa, di dichiarare che “il tutto è stato pensato per far sì che non ci fosse nessun aumento per i cittadini in una valutazione globale. L’aliquota del 3.2 x mille invece che del 4 per mille, sommata alla detrazione ridotta da 200 euro a soli 60, ha un effetto indiscutibile: i proprietari di case dignitose ma modeste (sia come superfici sia come valore catastale) che l’anno 2012 pagarono col vecchio sistema sono fortemente penalizzati".

A sostegno delle proprie dichiarazioni, Fedderconsumatori porta esempi concreti: "Ad esempio portiamo due casi significativi: A) Proprietario di bene dal valore calcolato con base imponibile di 50.000 euro; B) Proprietario di bene dal valore (base imponibile) di 300.000 euro. A), che nel 2012 era esente , ora dovrà pagare 100 euro; B) che prima pagava 1.000 euro, ora ne dovrà pagare 900. In tale situazione il Comune nel 2014 incasserà tanto quanto incassò nel 2012, e ciò parrebbe dare ragione all’Assessore, ma questa è giustizia sociale?

Si evidenzia che molti di coloro i quali, sempre nel 2012, furono considerati esenti dal pagamento del tributo, quest’anno dovranno versare quote di Tasi (del 3.2 per mille) in proporzione a quanto manca dalla detrazione di 60 euro a quella di 200. In compenso i proprietari d’immobili di lusso o, semplicemente, dalle vaste superfici potranno godere di una notevole diminuzione della tassa.

Quindi i soldi versati da chi prima pagava relativamente meno, invece di venire utilizzati dall’Amministrazione comunale per migliorare i cosiddetti ‘servizi indivisibili’, serviranno a compensare gli sconti per coloro che pagavano di più. Sarebbe interessante, a proposito di ‘trasparenza’ sapere quanto pagheranno in più, rispetto a quanto pagarono nel 2012, i contribuenti proprietari di beni dalla base imponibile compresa tra i 19.000 euro e i 150.000euro".

Ecco la lista dei 29 Comuni bergamaschi che hanno deliberato sulla Tasi:

Albino

Antegnate

Ardesio

Azzone

Bergamo

Brignano

Gera d’Adda

Canonica d’Adda

Caravaggio

Casnigo

Castione della Presolana

Colere

Fino del Monte

Foppolo

Mapello

Martinengo

Olmo al Brembo (il Comune ha deliberato di non applicare la TASI quindi non vi sono scadenze per i cittadini di quel Comune e nulla dovranno pagare di TASI per il 2014).

Orio al Serio

Pare

Peia

Predore

Schilpario

Sovere

Suisio

Treviglio

Treviolo

Villa d’Adda

Zanica

Zogno

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
Più informazioni
leggi anche
Tasi, nuova tassa
L'assessore facoetti
“Tasi? E’ la vecchia Imu Anzi, molto peggio Vogliamo evitare aumenti”
Tasi
Bergamo
Torna l’Imu, si chiama Tasi 3,2‰ sulle prime case “Nuovo taglio da 1 milione”
Tasi
Tasse
Bergamo, Tasi più salata Misiani: smentito Tentorio Fontana: regalo di Renzi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI