BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Italcementi alza posta 500 milioni per sostenere l’Opa su Ciments Francais

Un'operazione che richiede un aumento di capitale di circa 500 milioni di euro per l'Opa, offerta pubblica di acquisto, su Ciments Francais di cui Italcementi possiede l'83,83% del capitale con oltre il 91% dei diritti di voto.

Italcementi alza la posta dell’Opa su Ciments Francais. La società controllata d’Oltralpe è destinata al ritiro dal listino di Borsa parigino. Il gruppo bergamasco attualmente possiede l’83,83% del capitale con oltre il 91% dei diritti di voto. Il prezzo di Ciments sale infatti dai 78 euro, dividendo incluso, annunciati lo scorso 6 marzo a 79,5 euro per azione senza dividendo che, insieme alla cedola di 1,5 euro appena distribuita da Parigi, costituiscono un rialzo di 3 euro per azione, corrispondente ad un premio del 23,6%, rispetto alla chiusura di Ciments Francais del 5 marzo e del 35,7% della media dei prezzi di Borsa dei 3 mesi precedenti. Un’operazione che, per essere sostenuta, richiede un incremento da 450 a 500 milioni di euro dell’aumento di capitale annunciato a marzo in contemporanea con l’operazione.

Immediata la reazione dei listini nella giornata di martedì 20 maggio: in Piazza Affari il titolo di Italcementi ha dapprima perso quota, con un calo di quasi il 3%. Successivamente, dopo un congelamento per eccesso di volatilità, ha invertito la rotta, con un rialzo diametralmente opposto, per chiudere poi con un progresso dell’1,49% a 7,51 euro.

Diverso l’andamento della controllata francese, che si è subito attestata poco sotto al prezzo rivisto dai Pesenti (+1,69% a 79,3 euro) a Parigi e lì è rimasta fino alla chiusura. L’avvio dell’Opa è previsto per il prossimo mese di giugno, così come l’aumento di capitale da 500 milioni di euro deciso dal Cda di Italcementi, a cui il comitato esecutivo di Italmobiliare, azionista di maggioranza con il 60,26% del Gruppo, ha assicurato il proprio sostegno, annunciando la sottoscrizione della propria quota di competenza.

"La decisione di aumentare l’offerta – hanno spiegato dal quartier generale di Bergamo – è stata presa «in considerazione dell’interesse e dei benefici attesi dall’operazione, a seguito delle valutazioni espresse dal Comitato degli amministratori indipendenti di Ciments Francais e da Finexsi, esperto indipendente incaricato da Ciments Francais di valutare la congruità del prezzo di offerta, in conformità alla normativa francese applicabile".

La valutazione finale ha poi incontrato il parere favorevole del Cda di Ciments Francais.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.