BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalmine, Steffenoni (M5S) “Al primo punto il consumo di suolo zero”

Continuano le interviste ai candidati sindaci di Dalmine. E' la volta di Manuel Steffenoni, cittadino portavoce del Movimento 5 Stelle, che per la prima volta scende in campo nella città dell'hinterland.

Continuano le interviste ai candidati sindaci di Dalmine. E’ la volta di Manuel Steffenoni, cittadino portavoce del Movimento 5 Stelle, che per la prima volta scende in campo nella città dell’hinterland.

Quale è la priorità assoluta del vostro programma? Rispetto dell’ambiente, consumo del territorio e Rifiuti Zero.

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe per Dalmine? La domanda è estremamente difficile e complicata in quanto si deve tenere conto degli aspetti economico-sociali che deriverebbero dalla scelta amministrativa. Probabilmente, data la situazione economica strutturale di crisi,crediamo si debba pensare ai cittadini che più stanno soffrendo individuando, pertanto, tra queste fasce l’intervento più adeguato a mitigare gli effetti devastanti della crisi. Penserei a proposito ad operazioni orientate ai giovani, disoccupati ed agli anziani aventi situazioni di reddito critiche. Il lavoro, oltre ad essere un bisogno, è un valore tutelato dalla costituzione e quindi, negli ambiti di interesse comunale, consideriamo d’obbligo porre in atto operazioni di tutela e sviluppo delle opportunità lavorative.

Siete favorevoli all’autostrada Treviglio-Bergamo? Per come è stato concepito il progetto, riteniamo l’IPB un mero sfregio del territorio, una sovrapposizione della SP 42 e della SP 525 senza la rivalutazione e la riconversione in termini paesaggistici delle strade già esistenti. Siamo altresì convinti che l’introduzione del pedaggio comporti scelte dell’utente diverse determinando una mancata fruizione dell’opera a fronte di un importante devastazione ambientale. E’ allarmante che si pensi ad un’opera come l’IPB senza preventivamente provvedere ad obbligare gli organi competenti al tanto atteso riposizionamento del casello autostradale dalminese, opera questa che consentirebbe l’effettivo sfruttamento dello svincolo Dalmine / Villa D’Almè e della direttrice che collegherebbe Dalmine a Zanica facilitando il traffico in direzione Brescia.

Come giudicate il nuovo insediamento posto al rondò dell’autostrada? Già il fatto che vi sia una domanda, significa che l’opportunità di erigere l’opera in oggetto non sia passata inosservata agli organi di stampa. Nostro parere è, da un punto di vista paesaggistico, assolutamente negativo. Cogliamo altresì positivamente la ricaduta occupazionale che sarebbe potuta comunque essere generata da altre iniziative effettuate con un minor impatto ambientale. Riteniamo inoltre in netta contrapposizione avviare una lottizzazione come questa successivamente pubblicizzare e porre in essere uno studio ad alto contenuto urbanistico come il LAB 525 che ha come obiettivo ridisegnare urbanistica, architettura e ambiente a dimensione d’uomo.

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte? Il ruolo del Comune si esplicita in maniera più incisiva e visibile nella gestione del sociale. Il primo attore della socialità devono essere i giovani, e la politica deve indirizzare le forme della socialità giovanile e controllarle per evitare ogni deriva: il primo punto è la riorganizzazione dei centri di aggregazione giovanile attraverso l’utilizzo di strutture comunali in disuso. Il Comune deve porsi al centro della rete sociale del proprio territorio e promuovere l’interazione tra cittadino e cittadino e tra cittadini ed aziende anch’esse del territorio: verrà stimolata la realizzazione una rete di acquisto solidale a kilometro 0, coinvolgendo i produttori locali e tornando a utilizzare spazi come il mercato comunale, della “Banca del Tempo” e della “Boutique Comunale”. Si penserà ad una rivalutazione dell’area feste, da rendere disponibile per l’organizzazione di eventi. Il Comune deve dedicare particolare attenzione alla fasce deboli della cittadinanza, come anziani e disabili: la qualità dei servizi comunali deve essere rivista in relazione alle loro esigenze. Un’altra fascia di popolazione che merita scrupolosa attenzione è rappresentata dai bambini: per loro si propone di individuare degli spazi infanzia, creando una cooperativa che coinvolga maestre disoccupate degli asili e della scuola primaria iscritte all’albo provinciale, che metta a loro disposizione spazi (pubblici ma anche privati) per attività di dopo scuola e di baby-sitting. L’ultimo aspetto delle politiche sociali riguarda gli animali e i servizi a loro dedicati. La lotta al randagismo va sostenuta aiutando chiunque trovi un animale abbandonato o randagio a trovargli una sistemazione o a reperire il padrone dell’animale. Bisogna individuare una struttura di riferimento a cui il cittadino dovrà rivolgersi per casi di questo tipo

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale? Le politiche del lavoro, dato l’alto numero delle persone coinvolte, sono da studiare in ambito nazionale quando non europeo, da un punto di vista locale intendiamo valutare profili di tassazione che favoriscano o quantomeno non disincentivino gli investimenti produttivi, motore dell’economia e dello sviluppo.

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza? Il bisogno di sicurezza è sempre al centro della vita dei cittadini. Non vogliamo cavalcare l’emotività dei dalminesi per fomentare odio nei confronti di altre persone, sfruttandone le conseguenze in termini elettorali, ma vogliamo dare le giuste risposte a problemi che si trascinano da tempo e che, in periodi di crisi economica, si acutizzano in maniera esponenziale. Il MoVimento 5 Stelle Dalmine intende farsi promotore di azioni che modifichino l’assetto e l’organizzazione della Polizia Locale. Riteniamo che si debba procedere con una copertura temporale più estesa spostando risorse dalle mansioni amministrative a quelle operative, fino a proporre, in funzione di una operatività di 24 ore, lo studio di un consorzio tra organi di Polizia Locale in Comuni confinanti. Inoltreremo alle sedi opportune la richiesta di istituire una Tenenza dell’Arma dei Carabinieri, alla luce del fatto che in provincia di Bergamo le città con una popolazione superiore ai 20 mila abitanti hanno, in rapporto ai residenti, più forze di Polizia a protezione del cittadino rispetto a Dalmine. La presenza di importanti aree industriali, di grandi arterie stradali e del fiume Brembo impone l’incremento della sicurezza derivante dalla presenza del Nucleo di Protezione Civile, della cui area di competenza Dalmine è già Comune capofila. Intendiamo potenziarlo e impiegarlo per aumentare l’opera di monitoraggio e di prevenzione.

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione? Dire che i giovani sono il nostro futuro è un’ovvietà ma è anche la realtà. Per la selezione della squadra che, eventualmente, sarà al mio fianco per amministrare Dalmine ci baseremo su: competenza ( i CV saranno esaminati con molta attenzione),serietà, predisposizione al lavoro di squadra, obiettivi comuni e la carta d’identità sarà un punto importante ma non vincolante. Per tornare alla domanda, direi che i giovani avranno un ruolo fondamentale se accompagnati da una preparazione ed una voglia di mettersi in gioco per il bene comune.

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015? No. Siamo in attesa di capire quando finirà l’azione della magistratura sui vertici collegati alle società di EXPO. Temiamo di sapere già la risposta, soprattutto in virtù degli alti interessi in gioco e della statura politica dei personaggi coinvolti.

Quale partito voterà alle Europee? Senza dubbi Movimento 5 Stelle

Quale avversario teme di più e perché? Temiamo l’astensionismo dovuto alle deludenti politiche attuate fino ad oggi da chi ci ha governato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da yanek

    Mai slogan politico più azzeccato
    VINCIAMO NOI
    AH AH che comici
    E ora diranno, noi abbiamo vinto lo stesso essendo TERZO PARTITO.
    Ma sentire il fu candidato sindaco e la sua BORIA di vincere NON CREDO SIA COSI.Era sicuro di vincere come lo erano i suoi attivisti, che parlavano già da vincitori, purtroppo però le conclusioni si fanno a voti ULTIMATI

  2. Scritto da DREGERS

    E’ più interessante leggere i commenti che l’articolo.il M5S infondo sta facendo PAURA a molti, e si capisce dai commenti.credo che sarà un trionfo, lo percepisco dalla gente comune, da coloro che alla fine sono stanchi come me di essere presi per i fondelli dai partiti “canonici”.Grillo è solo il portavoce di quello che VOI definite populismo, ma nella realtà è il vento del cambiamento, e vedrete che sarà così.Si faranno sbagli, prima o poi finirà, ma è solo l’inizio.

  3. Scritto da redeyetie

    Poche idee e molto confuse anche da parte dei 5 stelle… più vengono pubblicate le interviste ai candidati a Dalmine e maggiore è la preoccupazione: ma ci prendono per i fondelli tutti quanti?!?
    Il voto si avvicina e la pochezza dell’offerta di un numero spropositato di candidati (ma quanti sono??) senza uno straccio di idea, ma dotati di vuota parlantina, porterebbe a non votare… ma il partito degli astenuti non viene tenuto inconsiderazione alcuna. Turarsi il naso, candidato Cortese?

  4. Scritto da nino cortesi

    I migliori.
    Ci vuole il cambiamento.
    Per gli altri invece..ci duole il cambiamento.
    M5* pericolo per la casta. Stiamo segando le gambe del soppalco dove banchetta la casta.

    1. Scritto da pollo-grill

      ATTENZIONE pronto pronto… qui DALMINE,mi ricevi? DALMINE prov.di BERGAMO,si pronto, qui non è ROMA e i amministrati con piccoli compensi devono essere presenti tutti i giorni, LO SAI,per ogni cons.com. che può durare 6 ore, il compenso è 20€..altro che casta

  5. Scritto da il trionfo del nulla

    nemmeno un’opera gli viene in mente da fare ci fossero i soldi, del resto se non hanno nessuna idea su come trovare le risorse pensare di non far niente è coerente…. copiature paritarie dai programmi di destra e sinistra, presenza locale incosnsistente

    1. Scritto da planets

      spiace contraddirti, anche perchè a giudicare dal tono propositivo e dal lessico letterario sembri essere filosofo d alto lignaggio. In merito al fatto della scoppiazzatura del programma elettorale, ti inviterei al bar piazza di treviolo per illustrare le tue proposte illuminanti, eventualmente se non ne hai puoi copiare il nostro programma elettorale, come hanno fatto da noi destra e sinistra locali dopo che abbiamo pubblicato online quello che abbiamo scritto

    2. Scritto da Cesc78

      “Penserei a proposito ad operazioni orientate ai giovani, disoccupati ed agli anziani aventi situazioni di reddito critiche. Il lavoro, oltre ad essere un bisogno, è un valore tutelato dalla costituzione e quindi, negli ambiti di interesse comunale, consideriamo d’obbligo porre in atto operazioni di tutela e sviluppo delle opportunità lavorative.” A mio avviso ha dei seri problemi di comprensione….bisogna per forza fare “opere” o si possono migliorare i servizi?

    3. Scritto da Lucio

      Infatti si capisce lontano un chilometro che le risposte non sono neanche le sue. Ma un po’ di vergogna questo signore non ce l’ha??

      1. Scritto da Andrea

        Cavolo ma qui abbiamo una persona in grado di leggere nel pensiero!..o sei uno psicologo?!..in ogni caso,sai come si scrive un programma elettorale?..ti sei informato su com’é stato scritto questo?se sei di Dalmine,hai letto il volantino o sei andato sul sito a leggere tutto il programma per esteso?!?!..
        Invece di nasconderti dietro a un commento alza il culo e datti da fare informandoti prima di dare un giudizio.

  6. Scritto da davide

    Quando si apre la finestra a Dalmine più che aria fresca entra la puzzza.

    1. Scritto da ste

      Sono certo lei si riferisca all’inceneritore voluto dalla lega, oppure si riferiva all’aria pesante che si e’ dovuta respirare in consiglio comunale per le continue liti tra lega e forza italia? Oppure ancora all’opprimente senso di colpa che dovrebbe avere l’ex sindaco per aver abbandonato Dalmine per fare l’assessore regionale, anzi no ,potrebbe essere che Lei, davide, abbia letto il resoconto degli ultimi 5 anni di amministrazione e abbia avuto una reazione allergica con effetto emetico

  7. Scritto da Cittadino

    Dopo le prime interviste soporifere dei candidati del patto civico e della lega, finalmente si apre la finestra ed entra un po’ di aria fresca.
    Bravo!