BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bonate Sopra, il candidato Duci: “Progetto di fusione dei comuni dell’isola”

Alessandro Duci si candida come sindaco di Bonate Sopra per la lista “RNPI – Rappresentanza Nazionale del Popolo Italiano”. Tra le proposte più innovative, spicca senz'altro la proposta di fusione dei comuni dell'intera Isola Bergamasca, realizzando una città di 35mila abitanti circa, che possa essere rilevante addirittura a livello internazionale.

Il movimento politico “RNPI – Rappresentanza Nazionale del Popolo Italiano” (www.rnpi.it) candida a Bonate Sopra Alessandro Duci. La sfida a Bonate Sopra è difficile, con ben quattro aspiranti alla carica di primo cittadino. Contro Duci, si candidano infatti Loretta Biffi (“Impegno Comune”), Massimo Ferraris (“X Bonate”) ed Erika Previtali (“Cambiare Insieme”).

Quale è la priorità assoluta del vostro programma?

"La priorità assoluta, e non a caso compare al primo punto del nostro programma, è il tema del lavoro, che concretamente si traduce in azioni su due fronti:
 promuovere percorsi di formazione e riqualificazione ed eventi di incontro tra aziende e persone in cerca di lavoro e migliorare il rapporto tra PA e aziende, eventualmente con uno sportello a loro dedicato in modo da snellire gli adempimenti burocratici e rendere così più attraente il territorio a chi vuole fare impresa.
 Una terza azione verrà sviscerata nel capitolo giovani". 

Se non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera o servizio realizzerebbe? "La storia non si costruisce sui se. Stante la situazione attuale, crediamo possa essere un impegno consistente, ma doveroso, completare le opere in atto e non terminate anche se talvolta prematuramente inaugurate. Ci sta a cuore la messa in sicurezza della viabilità per pedoni e velocipedi, in particolare in prossimità delle scuole".

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte?

"Non facendo parte dell’amministrazione uscente, non abbiamo una conoscenza dettagliata dei casi reali. Quando li avremo di fronte, li affronteremo uno alla volta, cercando di ottimizzare gli impieghi e di mantenere sempre un profilo di equità ed imparzialità". Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza?
 "Nell’immediato non ci sono altre soluzioni, se non intensificare i deterrenti: più vigilanza e controlli, richiesta di maggiore presenza sul territorio di volanti della polizia e carabinieri. Questo però non risolve il problema, perché l’aumento dei furti sono la diretta conseguenza dell’aumento della povertà. Per ridurla bisogna quindi aiutare le persone a guadagnarsi con il proprio lavoro una vita dignitosa e felice".

Giovani. Che ruolo avranno all’interno della vostra amministrazione?


 "La nostra lista è composta soprattutto da giovani: speriamo che ciò sia da incoraggiamento per gli altri giovani di Bonate ad un maggiore interesse verso la “res publica”.
 Un capitolo che sta a tutti noi molto a cuore, anche per via del percorso scolastico di molti di noi, è un deciso miglioramento della preparazione dei ragazzi: è la base per accedere e concludere proficuamente gli studi universitari ed essere molto più competitivi sul mercato del lavoro. Questa è una strategia di medio lungo termine da mettere in atto sul fronte occupazione".

Nel programma elettorale avete un capitolo dedicato ad Expo 2015?


"Per quanto Expo 2015 sia un evento di portata internazionale, finché il collegamento, soprattutto ferroviario, tra l’Isola e Milano sarà così precario, sarà difficile trarne diretti benefici.
 A nostro parere, sarebbe veramente utile a Bonate Sopra e all’intera Isola Bergamasca la creazione di un progetto di fusione di alcuni comuni in uno solo, con più di 35Mila abitanti. Questo progetto, presentato come evento collaterale all’Expo 2015, permetterebbe all’intera Isola Bergamasca, con le sue aziende e le sue professionalità, di acquistare una visibilità internazionale importante, soprattutto se fosse associata all’idea di creare un distretto tecnologico focalizzato ad un particolare settore tecnologico, ad esempio la domotica".

Quale partito voterà alle Europee?

"Siamo una lista senza simpatie particolari, ciascuno di noi voterà ciò che riterrà più opportuno. Sottolineiamo comunque l’importanza dell’espressione del voto. Vorremmo comunque far notare che l’attuale discussione su Euro SI / Euro NO, che satura la campagna per le europee, nasconde un’immensa inadeguatezza della classe dirigente e politica italiana. Noi invitiamo i giovani che hanno studiato e lavorato sia in Italia sia all’estero con buoni risultati a spendere qualche minuto guardando sul nostro sito (www.rnpi.it) l’attività di ricostruzione di una classe dirigente/politica nuova e adeguata alle sfide del terzo millennio. Seguirci non costa nulla e può rivelarsi una vera e propria opportunità di essere buoni cittadini".

Quale avversario teme di più? Perché?

"RNPI mette a disposizione della cittadinanza un team di persone motivate, oneste, competenti, con uno spiccato senso civico e mentalmente libere da vincoli ideologici o di partito. Il codice etico del movimento infatti impone che i nostri candidati si adoperino sempre e comunque nell’interesse della comunità. Questo è importante, perché spesso non è così e le persone che credono che i partiti tradizionali facciano il loro interesse vengono costantemente delusi dalla realtà dei fatti. Consigliamo a tutti i delusi di scaricare da internet gli statuti dei differenti partiti e di verificare attentamente che i valori e gli obiettivi siano scritti nero su bianco".

Fabio Tiraboschi 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Betta

    Non voterò Duci alle prossime elezioni, ma gli auguro di poter entrare in consiglio comunale e di iniziare ad occuparsi della “res publica” in modo attivo. Buona fortuna!