BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Montello, Gatti è sicuro: “Ci mettiamo in gioco per il rinnovamento”

Il candidato sindaco di "Uniti per Montello" ha un grande obiettivo: "Non ci siamo vincolati ai vecchi schemi o ai vecchi visi per portare un'aria di cambiamento vero, fatto da persone che amano davvero questo paese".

Il gruppo "Uniti per Montello" è nato due anni fa con un obiettivo ben preciso: portare rinnovamento. "Ho accettato di scendere in campo – commenta Diego Gatti, candidato sindaco e direttore di banca per professione – solo se in 2 mesi avessi trovato la squadra giusta. E l’ho trovata. Uniti per Montello è composta da persone con profondi valori etici e professionali, tutti soggetti che fanno parte di associazioni di volontariato del paese e che, per questo motivo, non hanno bisogno di dimostrare quanto vogliano bene a Montello". Lo stesso Gatti ha fatto parte del Gruppo dell’Oratorio ed è stato Presidente AVIS della sezione di Montello. "Non volevamo essere vincolati ai vecchi schemi – continua Gatti – per non fonderci con altre liste o inserire soggetti da tempo presenti nel panorama amministrativo, voleva dire non portare avanti il desiderio di rinnovamento che ci anima. Un rinnovamento che passa attraverso un’idea di democrazia partecipativa che si declina nell’organizzazione di incontri pubblici e dell’indizione di referendum al fine di garantire il massimo coinvolgimento del cittadino".

Quale è il punto forte della vostra lista?

"Sicuramente l’idea di amministrare la cosa pubblica attraverso i gruppi di lavoro. Li abbiamo già creati all’interno della nostra lista e li adotteremo in Comune. Ogni ambito amministrativo avrà un proprio gruppo cui potranno partecipare le minoranze e le società civile. I gruppi avanzeranno idee da portare in giunta".

Per quanto riguarda le opere pubbliche?

"Non promettiamo grandi opere pubbliche, il patto di stabilità ci frena. Quello su cui ci batteremo sarà la promozione della medicina di gruppo mediante la creazione di un unico ambulatorio con medici che si alternano dalle 8 alle 20. È un progetto che senza dubbio sarà d’aiuto a tutti. L’idea sarebbe quella di creare una ‘cittadella della salute’, un ambulatorio allargato anche alle altre specialità mediche. Volgiamo portare i servizi più vicini al cittadino. Vorremmo che anche a Montello ci sia la pro-loco, non tanto per incentivare il turismo, ma soprattutto per raggruppare le associazioni e coordinarle mediante la partecipazione dei loro rappresentanti. In progetto anche opere di manutenzione delle Scuole Elementari e la riqualificazione degli impianti sportivi, tenendo conto dei limiti imposti dal patto di stabilità".

Parliamo di sicurezza.

"In questo ambito l’unica cosa da fare è trovare accordi con altri comuni. Al di là delle videocamere, che comunque proponiamo, al di là dei Carabinieri e delle forze dell’ordine su sui faremo sempre affidamento, per un controllo efficace e capillare serve coordinamento tra comuni limitrofi. Vogliamo creare una rete di comunicazione tra amministrazioni".

Idee per i giovani?

"Il nostro programma in merito allo sport e alle politiche giovanili prevede l’ inserimento della web communication, un momento partecipativo a cui i giovani del paese potranno collaborare attivamente e che il nostro gruppo ha già avviato, esattamente come i gruppi di lavoro".

Capitolo ambiente, questione Montello Spa, quali sono le vostre proposte?

"Quello che noi pretendiamo è la trasparenza da parte della società Montello spa. Per raggiungere questo obiettivo verrà da noi istituito un tavolo tecnico che fungerà da osservatorio e sarà composto da cinque soggetti, due rappresentanti della Montello spa e due del Comune, coadiuvati da un ambientalista. In questo modo vogliamo effettuare un controllo costante per valutare l’ impatto ambientale e soprattutto coinvolgere la collettività".

In merito al centro di Montello?

"Il centro del paese è sicuramente da rivedere. Noi non siamo d’accordo con l’idea di spostare la via Brevi. Mi piacerebbe invece l’usare ultimo spazio verde di Montello ( il campo di fronte alla Chiese e adiacente il Municipio) per realizzare un parco che sia fruibile da tutti e ben attrezzato con una gelateria e un percorso vita. Coinvolgeremo in questo progetto e in tutti gli altri da noi proposti, le associazioni affidando loro lavori di manutenzione ordinaria o di pulizia del verde per esempio. Questo porterà non solo un risparmio ma sarà un’ importante fonte di finanziamento per le stesse associazioni".

Giorgia Latini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rosa gialla

    Forse al candidato sindaco sfugge che le politiche sanitarie sono a carico della Regione Lombardia e sul territorio in carico alle ASL e non ai comuni! A meno che non si parli di strutture completamente private: e in tempo di crisi..
    Divertente anche la storia del nuovo. Appoggi di liste e persone da sempre perdenti alle elezioni (che saranno coinvolte nell’amministrazione) sono da considerare il NUOVO? E i componenti della lista provenienti da Vivere Montello sono il NUOVO? Divertente….

    1. Scritto da Diego Gatti

      In risposta al commento di “Rosa gialla” (al quale manca il coraggio di rivelare il nome) evidentemente appartenente a lista concorrente, confermo che faremo di tutto per realizzare in Paese una vera medicina di gruppo, come già avviene in altre realtà più virtuose. Sul discorso del NUOVO parlano i fatti: siamo l’unica lista a presentare tutti candidati nuovi, a partire proprio dal sottoscritto. Riguardo all’appoggio esterno di Vivere Montello, semplicemente li ringrazio per la fiducia.

  2. Scritto da celotti alex

    E un gruppo coeso,merita la fiducia del paese Auguri