BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Usb contesta Renzi: “Ci tieni lontani, è la tua democrazia?” fotogallery

Momenti di protesta davanti a Palazzo Frizzoni dove gli esponenti della Usb (Unione sindacati di Base) hanno contestato il premier Matteo Renzi durante il comizio in piazza Vittorio Veneto: "Non ci fate avvicinare a Renzi, è questa la vostra democrazia? Vergogna".

Più informazioni su

Momenti di protesta davanti a Palazzo Frizzoni martedì 20 maggio dove gli esponenti della Usb (Unione sindacati di Base) e dell’ Unione Inquilini hanno contestato il premier Matteo Renzi durante il comizio in piazza Vittorio Veneto. Una protesta molto rumorosa ma assolutamente pacifica, nonostante il grande dispiego di forze dell’ordine che ha impedito agli attivisti di avvicinarsi alla piazza. Un grosso e potente altoparlante, però, non ha impedito ai manifestanti di farsi sentire: "Il popolo, quello vero, oggi è da questa parte e protesta nascosto da tutta questa polizia. Renzi, sostieni sempre che tu non hai bisogno della scorta, allora perché non vieni qua a confrontarti con noi? Vieni a rispondere alle nostre domande, parla col popolo vero e non con quella gente che ti sei comprato con quattro panini e due gocce di champagne da due lire. La classe operaia e gli studenti stanno con noi, al contrario di quello che ci vuoi far credere, e sono contro la cricca mafiosa che tu sostieni e proteggi ogni giorno. Rezni, noi siamo qua per ricordare i co.co.pro, per ricordare i co.co.co, per ricordare tutta la precarietà che è sempre stata portata avanti da voi che osate definirvi di sinistra. La memoria non ce l’abbiamo corta. Rezni, ti inviatiamo per un confronto senza cravatta, come piace a te, anche in mutande se vuoi".


La protesta degli attivisti è arrivata forte e chiara anche al palco sul quale, intorno alle 13.50, è salito Renzi. Che non si è fatto intimorire dalle urla e dai fischi che provenivano dalla piazzetta adiacente a Palazzo Frizzoni, col Premier che si è rivolto a tutti i dissidenti che se la sono presa con lui, sindacati e leghisti in primis: "Potete comprare aerei e fischietti, ma non ci fermerete" ha urlato subito applaudito dalla folla.


L’altoparlante ha poi risuonato la pronta risposta degli uomini della Usb: "Eccolo il Matteo Renzi che gira senza scorta, contiamoli i poliziotti che ha fatto schierare per evitare di parlare con noi. Ti sei nascosto dietro quella piazza piena di gente comprata – hanno attaccato ancora -. Noi invece siamo qua per dimostrarti che non abbiamo paura di te, che il dissenso non si spegne con le denunce, con la polizia, con le manganellate. Siamo qua per dirti una cosa: Renzi, nessuno ti ha eletto, non ci rappresenti. Noi ti ripudiamo".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da NQ

    gente che sproloquia di giustizia sociale e di alloggi per i più poveri e poi gira con l’iphone…sinistra da bar…mi fanno pena

  2. Scritto da ferruccio

    Assurdo presentarsi solo per disturbare un candidato alternativo a quello uscente e trattario come fosse lui il responsabile del malgoverno di questi 5 anni.
    Delle 2 l’una: o fascisti o pro-tentorio
    In ogni caso inopportuni

  3. Scritto da Silvano

    Accusare di fascismo chi manifesta il proprio dissenso è assurdo.

    Renzi è un presidente del consiglio non eletto che in 4 mesi non è riuscito a fare nemmeno una legge.
    Il suo Job Act è un programma di precarizzazione permanente, e la sua legge elettorale è palesemente anticostituzionale e contraria a qualsiasi principio democratico.
    Se non si può nemmeno dissentire allora non siamo più in un paese democratico.

  4. Scritto da X Roberta

    X Roberta
    Fascismo è salire al governo senza il voto dei cittadini per instaurare una nuova legge elettorale volutamente anticostituzionale con cui scavalcare il voto popolare, e cercare di togliere il senato elettivo per trasformarlo in una camera di nominati dai partiti.
    Il dissenso non è fascismo, ristudiati la storia.

    1. Scritto da fabrizio

      Chi si riempie la bocca di democrazia e rispetto, dovrebbe non solo pretenderli, ma anche esercitarli. Iniziando a non disturbare chi vorrebbe ascoltare qualcuno che sta parlando.

    2. Scritto da Vito

      Renzi e’ il segretario del partito , eletto alle primarie, che ha vinto le elezioni a febbraio 2013. : ed e’ più’ legittimato a governare di Letta

      1. Scritto da mario59

        Adesso bastano le primarie per eleggere il primo ministro…in pratica, quando la democrazia viene presa a calci nel cu…

  5. Scritto da SERIO

    Pienamente d’accordo con Roberta. Perchè invece di parassitare un po’ d’attenzione al prossimo non vi proponete, senza urla, tipiche di Grillo, alla cittadinanza senza paura.
    Immaginate se gli altri movimenti perdessero tempo a disturbare i comizi di Rocco Gargano quanti voti perderebbero: questo è autolesionismo. Peccato, per voi e per tutti.

  6. Scritto da democrazia...

    Gori: ” abbiamo nel cuore le persone che hanno subito la crisi più di altri ” infatti se ci devono dire 4 cose li blocchiamo prima con un bel cordone di polizia

    1. Scritto da Pino

      E cosa volevi che facessero visto che avevate il solo scopo di disturbare il comizio ? Se preferite berlusconi o la lega accomodatevi , che problema c’è ?

    2. Scritto da mario59

      Dipende dalle intenzioni…se quelli dell’USB volevano dire il loro pensiero avrebbero potuto chiedere un confronto con Renzi, che probabilmente vedendo il personaggio avrebbe rifiutato, andare solo per far casino e disturbare un comizio, fa solo raccogliere critiche e il blocco da parte delle forze dell’ordine.
      Dopo di che, se vogliamo parlare di democrazia, non è certo quello adottato dal governo e dalla triplice, nei confronti dei sindacati di base..il metodo democratico.

  7. Scritto da roberta

    Ma invece di disturbare chi sta parlando in piazza e chi sta tentando di ascoltarlo, perchè non organizzate voi un momento in cui esprimete le vostre idee? Ognuno deve essere libero di esprimersi senza che ci sia qualcuno “migliore” che cerca di soverchiare con musica e urla la sua voce. Questo si chiama fascismo.

    1. Scritto da Gaetano Bresci

      renzi è in tutte le televisioni tutti i giorni a tutte le ore, ai sindacati di base è stata negata per legge una degna rappresentanza nei posti di lavoro….chi è fascista?

  8. Scritto da mario59

    Renzi è solo uno degli esponenti della democrazia delle caste politico finanziarie.