BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incontro con le volontarie dell’associazione di auto-aiuto delle donne maltrattate

Mercoledì 21 maggio al Barrio di Campagnola, incontro con le volontarie dell'associazione che si occupa di prevenire la violenza sulle donne e di assistere le donne che cercano aiuto.

Mercoledi 21 alle 21 al Barrio di via Ferruccio dell’Orto 20 a Campagnola, sono ospiti le donne delll’associazione Fiore di Loto che si occupano di violenze e maltrattamenti di genere.

L’Associazione Fior di loto Onlus, si è costituita nel 2008 e opera nell’ambito del disagio femminile con lo scopo di prevenire, contrastare e combattere il fenomeno della violenza sulle donne e dare sostegno alle donne in cerca di aiuto. 

La sua attività si rivolge soprattutto alla media e alta Valle Seriana, su un territorio di 42 Comuni. Con sede a Gazzaniga, l’associazione si avvale dell’impegno e della partecipazione volontaria e gratuita di 14 operatrici, 9 consulenti esterne: due psicologhe, sei avvocate, una ginecologa che consentono di fornire supporto e consulenza alle donne che subiscono violenza.

L’intervento d’aiuto alle donne, le vede come soggetto attivo promotore di cambiamento e si ispira ai principi dei centri antiviolenza come forma di autorganizzazione femminile. L’associazione Fiori di Loto è nata e suopportata da un gruppo di donne che da un “sentire comune" ha deciso di fare un percorso formativo per dare sostegno a donne che subiscono violenza sessuale, psicologica ed economica in famiglia.

L’ampia diffusione a livello mondiale di violenze sulle donne, rilevate in ogni ambito sociale, ha indotto all’analisi della problematica nel tentativo di trovare possibili soluzioni rispetto al grave comportamento di potere/comando esercitato dal maschio.

Per uscire dalla violenza occorre rendere le donne consapevoli della propria dignità e autostima, irriverenti verso l’omertà, la paura e la vergogna.

Supportare chi vive questa deplorevole condizione é l’obiettivo che anima il gruppo affinché chi chiede aiuto possa ritrovare la propria serenità, recuperare la sicurezza interiore e ridefinirsi come individuo nella società.

Erano gli anni ’70 quando il movimento femminista scese in piazza per rivendicare la libertà: indipendenza economica, sessuale e di pensiero. A quarant’anni di distanza ancora le donne stanno cercando rispetto e parità.

Per saperne di più: www.associazionefiordiloto.it/  oppure  www.barriocampagnola.org/

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.