BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I 5 Stelle: “Quei rapporti tra Gori, Gitti, Cl e i poteri forti”

Giorgio Gori e Gregorio Gitti. Su questa "connubio" - martedì c'è stata una conferenza stampa congiunta tra il candidato sindaco del centrosinistra a Bergamo e il deputato dei Popolari per l'Italia - si scatena il Movimento 5 Stelle di Bergamo che in un articolato excursus parte dai Moderati per Gori passa per Comunione e Liberazione e arriva a Banca Intesa, a Percassi, con ritorno a Cl: il tutto per sottolineare il legame di Gori con i cosiddetti "poteri forti".

Più informazioni su

Giorgio Gori e Gregorio Gitti. Su questa "connubio" – martedì c’è stata una conferenza stampa congiunta tra il candidato sindaco del centrosinistra a Bergamo e il deputato dei Popolari per l’Italia – si scatena il Movimento 5 Stelle di Bergamo che in un articolato excursus parte dai Moderati per Gori passa per Comunione e Liberazione e arriva a Banca Intesa, a Percassi, con ritorno a Cl: il tutto per sottolineare il legame di Gori con i cosiddetti "poteri forti".

I grillini orobici rammentano un comunicato del marzo scorso in cui i "Popolari per l’Italia annunciano il sostegno alla candidatura di Giorgio Gori. Come? Attraverso i Moderati per Gori”.

"Ma chi sono questi Popolari per l’Italia? – si chiedono i 5 Stelle – Il presidente-fondatore del partito è Mario Mauro, ex-ministro della difesa, nonché esponente nazionale tra i più influenti di Comunione e Liberazione insieme con i suoi sodali Lupi e Formigoni".

E perchè, proseguono i 5 Stelle, Gori viene appoggiato con convinzione da Comunione e Liberazione? "Leggiamo sul loro comunicato – si rispondono – che ‘il movimento ha individuato, grazie anche al forte, presente e discreto impegno dell’on Gregorio Gitti, in Giorgio Gori un buon candidato Sindaco moderato e ha deciso che lo sosterrà convintamente e concretamente poiché lo ritiene portatore di valori e priorità compatibili e complementari ai nostri. Crede inoltre che egli abbia tutte le caratteristiche necessarie per guidare al meglio la nostra amata città’”.

E chi è Gitti? "E’ un deputato del Parlamento Italiano – rispondono- nonché  marito di Francesca Bazoli, figlia di Giovanni Bazoli che gestisce un potere enorme in Italia, in qualità di Presidente di Intesa San Paolo, ormai il più importante gruppo bancario in Italia. Dai giornali dei giorni scorsi sappiamo che questo Giovanni Bazoli è ora indagato per l’inchiesta su UBI Banca.  Ma le colpe degli suoceri devono ricadere sui generi ? Giammai (a meno che non siano coinvolti anche loro)".

E proseguono: "Gitti è presidente di quattro società che gravitano nell’orbita di Ubi Banca. I primi due incarichi risalgono rispettivamente al periodo 2001-2005, mentre i secondi due sono stato assunti rispettivamente nel 2001 e 2002. Insomma, sono più di dieci anni che il genero di Bazoli guida queste società".

"In pratica – commentano i 5 stelle – Gori volontariamente e consapevolmente si è alleato, facendosi beffa proprio dei suoi slogan ‘cambiare passo’, con coloro che comandano da sempre . Ricordiamo inoltre che a Bergamo non si è mai mossa una foglia senza il beneplacito della Compagnia delle Opere, la longa manus di Comunione e Liberazione".

Ecco quindi che "il macrocosmo italiano di connivenza devastante fra banche e potere politico, con la malaugurata vittoria di Gori, si potrebbe ricomporre nel microcosmo bergamasco, con pessime conseguenze per tutti".

E a proposito di Cl, i 5 Stelle sottolineano un’altra vicenda. "Ettore Ongis, direttore ciellino de L’Eco di Bergamo, torna al lavoro su un giornale on-line. Chi sarà l’editore? Antonio Percassi. Percassi proprio grazie a un finanziamento di Banca Intesa è di recente diventato socio di Alitalia con 15 milioni di euro. Il legame di Banca Intesa e Percassi pare molto solido, vi lascio immaginare da chi Banca Intesa si faccia rappresentare in tante (e molto importanti) sue operazioni, come quelle proprio relative ad Alitalia: Gregorio Gitti! Sempre lui!"

E concludono: "Si può conoscere quali siano i rapporti tra Gitti e Gori? Che cosa li unisce, a parte le medesime iniziali? Per quale motivo la Compagnia delle Opere e Comunione e Liberazione si appassionano alla sinistra, quando da sempre vengono identificate appunto tra i moderati e quindi al centro delle parti politiche?".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da PRINCIPIANTI

    CINQUESTELLE IN DIFFICOLTA’.

    INFATTI GRILLO NEL SUO COMIZIO DI SETT. SCORSA NON HA QUASI CITATO ZENONI E LE COMUNALI.

    PERO’ L’ANSIA DA PRESTAZIONE FA FARE BRUTTE FIGURE E FA PERDERE VOTI.

  2. Scritto da Stefano Magnone

    Beh, diciamo che i 5 stelle, nella loro foga distruttrice di reputazioni, hanno fatto un polpettone. Si vede proprio che non conoscono chi hanno davanti. Il fatto che siano nello stesso partito/movimento, reduci da Scelta Civica, non significa che sono uguali.
    Gitti non è certo uomo di CL o della CdO, a differenza di altri. Meglio parlare dei quadri di Zenoni, sono sicuramente più genuini.

  3. Scritto da Simone

    Non voto a Bergamo, ma leggo e mi domando: ma Gori fa così paura? e poi sul piano umano si merita tutto questo?
    e il parcheggio, e la veranda, ora una PRESUNTA (!) rete di poteri forti. Assurdo!
    A Bergamo è in corso una campagna elettorale orrenda! Non sui contenuti, ma sullo scandalo e sull’idea di distruggere una persona. E’ inaccettabile!

  4. Scritto da paolo

    la libertà grazie al cielo esiste e dopo questo articolo di certo non voto 5s ,

  5. Scritto da ex elettore 5 stelle

    con un candidato debole come zenoni siete costretti anche voi al metodo boffo. comlimenti e voi sareste il futuro e i diversi?

  6. Scritto da lumen

    questo spiegherebbe la sparata di Capelli (segretario NCD; Ciellino di ferro, erede di Raimondi in Regione) di mollare Tentorio a una settimana dal voto.
    Bravi 5 stelle per il lavoro di informazione!

    1. Scritto da MS

      quello serviva a Capelli per alzare il prezzo visto che il loro uomo di punta Callioni è parecchio debole

      ma quale informazioni. siamo capaci tutti così. meglio l’astensione a grillo. bleah

  7. Scritto da ulissebg

    ahahahah interessanti le tesi dei complotti m5s….prima cosa il gruppo più importante italiano non è Intesa….seconda cosa: se sale m5s ha intenzione di Governare senza le Banche? con il loro microcredito finanzieranno tutto? Ma ragiona qualcuno qua o siete tutti una massa di frustrati? detto da un elettore DELUSO da tutta la politica (vecchia marcia e nuova imbarazzante)

  8. Scritto da Vi

    I fatti citati sono falsi, e non sono supportati da nessuna fonte; e dunque le considerazioni sono di valore nullo.
    Nichilismo e complottismo sembrano essere i fattori distintivi del movimento 5Stelle.
    PS: sarebbe bello se chi pubblica questa cose faccia la fatica di verificare i contenuti, senza limitarsi di fare copia e incolla dei comunicati stampa.

  9. Scritto da vincenzo

    Cattiva politica e di cattivo giornalismo.
    Nel pezzo (e nel comunicato dei 5Stelle) non si cita nessuna fonte a supporto del fatto principale, ma si danno alcuni “postulati” sulla base dei quali, in nome dell’italico complottismo tanto caro a certi ambienti, si fanno comunicati, riflessioni, commenti, articoli di stampa. però, il fatto su cui si basa comunicato e articolo è inesistente. Il resto viene di conseguenza. Perché l’anonimo redattore non si è sincerato di verificare le notizie?

  10. Scritto da stellecadenti

    Cari amici a 5 stelle, avete fatto un minestrone che certo, per chi non è nell’ambiente può sembrare veritiero ma con questo metodo si potrebbe collegare tranquillamente la mucca Carolina con la bomba atomica. Vi siete abbassati al livello di Belotti, questa è la vostra veranda, tanto per parlare di qualcosa. Ma che c’entra CL con Bonomo e Gitti che non ne hanno mai fatto parte e la CdO poi (?). Chi non sa abboccherà di certo ma come siete caduti in basso. Mi avete convinto, voto Moderati!

    1. Scritto da ru

      Nessuna minestra. Solo denunce dei SOLITI INCIUCI. Alla faccia di chi si propone come sinistra.

    2. Scritto da sgamato

      … e invece per chi è dell’ambiente sa benissimo che questo è solo l’inizio ma la realtà è molto ma molto peggio. Il lapsus (Bonomo non è citato nell’articolo ma si sa che è un noto legato a CL) è fantastico!
      E’ chiaro che questo post è scritto sicuramente da uno dell’ambiente!

      1. Scritto da Gianni

        Caro sgamato, di nome e di fatto, a nome dell’Avv. Bonomo voglio solo ricordarti che: nel 99 si candidò in consiglio comunale e su 700 candidati arrivò primo così come nella lista alle regionali! L’Avv. Bonomo non è mai stato ne affiliato ne sostenitore di Cl o CDo. L’Avv. Bonomo ha rappresentato sempre una realtà a se stante insieme a tutti i suoi amici portando con sé valori e prospettive sempre e solo per il popolo. Non ha mai chiesto poltrone e vive felicemente del suo lavoro.

  11. Scritto da gian

    E’ tutta farina del sacco dei M5S???? E’ troppo “perfetto” il servizio per attribuire il merito ai grillini!!

  12. Scritto da Spyke5stelle

    Renzino perfetto.

  13. Scritto da spyke 5 stelle

    Renziano perfetto.

  14. Scritto da VERO!

    Il solito giro. Diventa quasi riformista TEntorio al confronto….è tutto dire. DENUNCIA PERFETTA e VERA.

  15. Scritto da ru

    Più chiaro di così…. Bravi M5* perché questo è dire le cose come stanno. Il resto sono slogan e marketing elettorale. Gori è PIU’ VECCHIO DEL VECCHIO. altro che nuovo, è CONSERVARE come IL GATTOPARDO di antica letteratura

  16. Scritto da Piergiorgio Campoleoni

    “Ma non basta: il nuovo giornale OnLine di E.Ongis si chiamerà “Bergamo Post“ e sarà una succursale cittadina del quotidiano Online “Il Post”. INDOVINATE CHI FIGURA NEI FONDATORI DEL GIORNALE “IL POST”?? GIORGIO GORI!!!”

  17. Scritto da marco

    Guardate che CL e in NCD. Mauro fu uno dei primi ad uscirne 3 anni fa.