BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Calvenzano, per la Lega c’è Colombo: “Per una democrazia partecipativa”

Matteo Colombo, assessore alla sicurezza a Calvenzano, si propone come primo cittadino per “Lega Nord – Forza Civica”. Attenzione particolare alla sicurezza, con il proseguimento delle politiche di questi anni, e al coinvolgimento dei cittadini, verso un modello di democrazia partecipativa.

È Matteo Colombo, assessore alla sicurezza e alla sorveglianza del comune di Calvenzano, il candidato di “Lega Nord – Forza Civica” per la carica di sindaco. Si vota il 25 maggio: Colombo corre contro l’attuale sindaco Aldo Blini (“Amiamo Calvenzano”) e contro Marco Ferri (“Lista per Calvenzano”).

Colombo, quale è la priorità assoluta del vostro programma?

"Il programma ha una premessa indispensabile: fare politica significa mettersi al servizio dei cittadini. Intendiamo dunque approntare un cambiamento radicale del rapporto tra amministrazione e cittadinanza, costruendo continue occasioni di confronto e comunicazione e favorendo la trasparenza dei processi decisionali. Il nostro Comune deve diventare uno spazio privilegiato di democrazia partecipativa attraverso il potenziamento dei sistemi di comunicazione/informazione e delle procedure di trasparenza delle decisioni, per raggiungere un dialogo costante e permanente con i cittadini, garantendo a questi ultimi meccanismi partecipativi alle logiche dell’azione amministrativa".

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte?

"La famiglia rappresenta il pilastro su cui si fondano le comunità locali e la società. Con essa il sistema educativo ed il sostegno alle responsabilità familiari costituiscono aspetti centrali, oggetto di interventi a sostegno di ogni iniziativa utile alla comunità. Ruolo altrettanto importante è quello ricoperto dall’Amministrazione comunale, che deve agire a salvaguardia delle fasce sociali e delle persone più deboli, attivando e garantendo i presidi utili. In questo senso intendiamo modificare tutti i regolamenti attuativi dell’assegnazione dei servizi, anche riguardo le tariffe e le eventuali esenzioni, privilegiando le famiglie e i cittadini residenti. Intendiamo inoltre introdurre il tema della responsabilità e solidarietà sociale: chi riceve servizi deve, a condizioni di fattibilità, restituire alla comunità il vantaggio ottenuto mediante la propria disponibilità a partecipare a progetti di pubblica utilità".

Per quanto riguarda il commercio?

"L’obiettivo prioritario è quello di favorire le realtà aziendali e commerciali di Calvenzano in qualsiasi iniziativa di carattere pubblico, nonché di incentivare l’apertura di nuovi esercizi commerciali, soprattutto nella nuova zona residenziale. Il nuovo Sindaco lavorerà infatti per favorire lo sviluppo di un’offerta commerciale quanto più completa, così da rendere Calvenzano un paese più vissuto dai propri cittadini ed evitare che gli stessi ricorrano con assiduità a trasferimenti in paesi o città limitrofe. Incentivare l’apertura di piccoli esercizi commerciali rappresenta un modo per preservare il rapporto di fiducia che il piccolo commerciante instaura con il cliente, soprattutto con quello anziano, diventando così un servizio sociale aggiunto che viene offerto alla comunità. Dare precedenza alle imprese locali per i lavori da realizzare".

Sicurezza. Negli ultimi mesi si sono verificati migliaia di furti in tutta la provincia. Quali provvedimenti può mettere in atto il Comune per risolvere l’emergenza?

"La sicurezza, ed il conseguente benessere dei propri cittadini, continuerà ad essere uno degli obiettivi prioritari, attraverso iniziative in collaborazione con le altre istituzioni e con le diverse Forze dell’Ordine, nonché nella continuazione ed incremento dei “Patti Locali”, che si sono dimostrati sotto molti profili utili al territorio. Altrettanto importante si è dimostrato il coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni di volontariato, che hanno contribuito con la loro azione di monitoraggio e segnalazione. Amplieremo la rete delle telecamere di sorveglianza nelle nuove zone di insediamento del paese per migliorare la tutela del territorio e la collaborazione con le forze dell’ordine. Promuoveremo iniziative di formazione della cittadinanza mediante corsi di sicurezza stradale, anche ad hoc per i neopatentati, di difesa personale e di cultura della legalità. Istituiremo un ufficio di sicurezza per la raccolta delle segnalazioni dei cittadini, anche al fine di un continuativo confronto ed una efficiente collaborazione con la cittadinanza. Collaboreremo con l’Associazione “Amico Sicuro” per continuare l’attività svolta in questi anni nelle varie manifestazioni e nella tutela dei ragazzi all’uscita delle scuole".

Chiudiamo con lo sport. Quali sono le sue politiche a riguardo?

"Lo sport è un fenomeno culturale e sociale di primaria importanza. La cultura sportiva costituisce l’espressione di importanti valori di vita, di salute, disciplina, lealtà e socialità. Le associazioni sportive sono oggi un importante interlocutore sociale, poiché aiutano a diffondere tali valori nei giovani, garantendo allo stesso tempo un vitale centro di aggregazione ed un supporto educativo alle famiglie. Per questi motivi, LEGA NORD e FORZA CIVICA cercheranno in ogni modo possibile di supportare le varie associazioni sportive valorizzandone il ruolo e l’importanza. La nuova Amministrazione garantirà il proprio sostegno alle associazioni sportive lavorando di concerto con le stesse per cogliere ogni opportunità utile a migliorare ed ampliare l’offerta per chi intende praticare sport nel nostro paese. Ciò avverrà anche con il dovuto supporto alle manifestazioni sportive ed agli eventi che valgano a far avvicinare alla cultura dello sport anche chi normalmente non lo pratica".

Fabio Tiraboschi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.