BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Seriate la Costituzione è dimezzata, Amaglio: “Revisionismo padano”

Pubblichiamo il comunicato stampa di Damiano Amaglio, candidato sindaco della lista L'Albatro, in merito alla distruzione della Costituzione italiana alle famiglie di Seriate.

Pubblichiamo il comunicato stampa di Damiano Amaglio, candidato sindaco della lista L’Albatro, in merito alla distruzione della Costituzione italiana alle famiglie di Seriate.

Seriate ed il revisionismo costituzionale in salsa padana. Lo sappiamo, lo Stato centrale e centralista ha tagliato i trasferimenti agli Enti Locali, di conseguenza bisogna limare ogni tipo di spesa, persino carta ed inchiostro! D’accordo, sono tempi di vacche magre, ma talvolta si esagera e si combinano guai: non tutti i tagli hanno un senso e portano un reale risparmio. Tagliare le auto blu non significa segarle a metà una dopo l’altra, per abbassare gli stipendi ai politici non pare efficace tagliare con la forbice tutte le banconote. Allo stesso modo, e qui la faccenda si fa seria davvero, se si decide di regalare la Carta Costituzionale ai cittadini (insieme al Regolamento di Polizia Urbana) non ha senso stampare soltanto i primi 44 articoli. Volendo fermarsi anche solo alla prima parte, gli articoli sono 54, non 44!

Domanda: da oggi i cittadini di Seriate non hanno più diritto di voto (art.48), non possono più associarsi liberamente (art.49) e soprattutto non pagheranno più le tasse (art.53)? O forse era l’art.54 sulla fedeltà alla Repubblica a dar fastidio? Chissà, magari Seriate è diventata una città indipendente, aggirando l’iter della riforma Costituzionale. Singolare: al posto della parte sull’Ordinamento della Repubblica è stato pubblicato il Regolamento di Polizia Urbana, nuova Magna Carta della Repubblica Padana di Seriate. Perché perdere tempo in faticose sedute parlamentari? Basta attivare Piazza Alebardi ed in un clic vi trovate riformata l’architettura costituzionale dello Stato. Nemmeno Calderoli Il Semplificatore fu mai capace di tanto… Detto questo mi permetto una chiosa: l’errore dell’Amministrazione Comunale di Seriate non è stato quello di tagliare gli articoli dal 45 al 139, bensì di pubblicare i primi 44. Un taglio totale sarebbe stato molto meglio: avrebbe risparmiato a Seriate…una figuraccia.

Damiano Amaglio

Candidato Sindaco Città di seriate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andrea

    In conclusione penso che Amaglio e gli altri cittadini contestatori dovrebbero solo ringraziare la ditta Cometa per aver dato loro la possibilità di leggere(forse per la prima volta)sia una prima parte della costituzione che il regolamento di polizia urbana

    1. Scritto da giovaneSeriatese

      Mi fa piacere un commento del genere quale il suo che dà dell’ignorante alla popolazione seriatese. Dovrebbe vergognarsi di tutto ciò.
      E per dirla tutta , la costituzione, come prima parte , ha 54 articoli formati dai 12 fondamentali e dai restanti 42 che parlano dei diritti e doveri dei cittadini.
      Ha fatto un intervento fuori luogo.

    2. Scritto da Michelàs

      Allora ringraziamo il signor andrea di Cometa per il servizio … ma non si accorge di quanto è ridicolo sostenere un servizio fatto male? è semplicemente poco utile per non dire dannoso.

      1. Scritto da andrea

        Un servizio fatto male? secondo me non ha neanche visto il libretto di cui stiamo parlano e forse neanche abita a Seriate.
        Mi dispiace che lei voglia solo criticare in maniera inutile il lavoro fatto da altri senza però poi fare proposte costruttive.
        A criticare sono capaci tutti ma a fare qualcosa…..

        1. Scritto da Michelàs

          Lei sbaglia ancora e ancora. Però, da parte mia Le avanzo comunque alcune proposte (che potrebbero offendere l’intelligenza) che potrebbero servirLe: inserire la Costituzione per intero … e distribuire la pubblicità ad ogni piè di pagina.

  2. Scritto da andrea

    Mi dispiace che voi pensiate a strumentalizzare ogni cosa, il progetto è stato pagato(stampa e distribuzione dalla ditta Cometa e da acuni sponsor e non dai soldi dei cittadini, il comune ha solo fornito il suo regolamento di polizia urbana

  3. Scritto da andrea

    Prima di parlare o scrivere inesattezze sarebbe meglio informarsi su come sono andate le cose.
    Il librettino che il Sig. Amaglio contesta e che sicuramente non avrà neanche cominciato a leggere, dice in pagina 3 che la ditta Cometa di cui io sono il titolare ha redatto l’opuscolo e non il Comune di Seriate.

  4. Scritto da Livio

    Albatro…invece di darvi pacche sulle spalle guardatevi bene dalla lista in coalizione con voi…avete visto quello che scrivono? sono queste le persone che vi/ci porterete in consiglio? Sono stupito che Amaglio e Assolari e Casali appoggino estremisti e razzisti del genere.

  5. Scritto da giovaneSeriatese

    Sempre più allibito da questa situazione….stampare un giornalino, sprecando soldi dei cittadini, e nemmeno tutta la costituzione…stando dando i numeri………

  6. Scritto da Luigi

    Ma il sign. Amaglio cercava di far ridere con questa lettera? E’ di una ironia terrificante degna della peggiore fiera di paese!

    1. Scritto da Sten

      Caro sig. Luigi qui stiamo parlando di cose serie. Lei con il suo commentò si dimostra in mala fede mentre l’amministrazione é quantomeno colpevolmente distratta.

    2. Scritto da colpo d'ala

      Il terrificante è soggettivo, ce ne faremo una ragione. In ogni caso a noi non ha fatto ridere ricevere l’opuscolo. Non è questione di costi: prima di dare il patrocinio ad una pubblicazione bisognerebbe leggerla. Non farlo non è degno nemmeno della peggiore fiera di paese.

    3. Scritto da franco

      Al di là dell’ironia che può piacere o meno, che cosa ha da dire invece nel merito della questione … si sente preso in giro dall’ironia di Amaglio e non dall’amministrazione che spende anche i suoi soldi per un’inutile quanto ridicola pubblicazione. Ah forse lei è dell’amministrazione????

    4. Scritto da Michelàs

      Effettivamente quello che si prova è un riso amaro. Altro autogol dell’attuale amministrazione di Seriate. I cittadini se ne renderanno conto?

      1. Scritto da giovanni

        sicuramente si,che se ne rendono conto perche’ la lega non c’e’ piu’ .ma una volta non erano contro la costituzione italiana?una volta non erano contro le moschee?una volta non erano per la fascia verde?……..si una volta quando c’era la lega ,ma ora non c’e’ piu’ dalla lega alla democrazia cristiana (la corrente peggiore)dalla d.c. al partito socialista …..e si perche’ il candidato della lega (cioe’ del psi)nel 2000 era candidato al consiglio comunale nella lista del p.s.i.basta la seggiola