BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sarnico protagonista” con Romi Gusmini “Idee chiare e continuità”

Romi Gusmini, dopo due mandati come vicesindaco a fianco di Franco Dometti, ora si mette in gioco in prima persona. Sarnico protagonista è una lista che punta sulla esperienza, continuità e sulla concretezza. Un mix equilibrato tra volti noti, che hanno già potuto concretamente realizzare qualcosa per i propri cittadini, e volti giovani e nuovi che si vogliono far crescere e accompagnare nel percorso amministrativo.

Romi Gusmini, dopo due mandati come vicesindaco a fianco di Franco Dometti, ora si mette in gioco in prima persona. Sarnico protagonista è una lista che punta sulla esperienza, continuità e sulla concretezza. Un mix equilibrato tra volti noti, che hanno già potuto concretamente realizzare qualcosa per i propri cittadini, e volti giovani e nuovi che si vogliono far crescere e accompagnare nel percorso amministrativo.

Descriva la sua squadra con tre aggettivi. ESPERTA-PREPARATA, perché sono 10 anni che amministriamo il Comune di Sarnico, sotto l’egida esperta del Sindaco uscente  Franco Dometti, che ci ha insegnato nel modo corretto come si può esercitare un esercizio amministrativo per il proprio paese e che pensa al bene comune. UNITA, perchè costruiamo progetti, accantonando casacche e colori politici, per riunirci sotto l’unica bandiera comune: quella di Sarnico. GIOVANE perché i nostri ragazzi hanno contribuito concretamente nella stesura del programma elettorale, condividendo con noi progetti, idee, e osservazion

Un elenco di almeno 5 progetti che con la sua giunta realizzerà nei 5 anni di governo, qualora vincesse:  Riqualificazione padiglione arte e mestieri. Abbiamo già bonificato il tetto che era in ethernit di due edifici per la grandezza di circa 2000 mq. Uno spazio per l’eccellenza, per la cultura, per l’accoglienza. uno spazio vuoto da vestir di volta in volta. Nella parte antistante, poi,  c’è una palazzina che vorremmo tramutare in albergo didattico costituito da un laboratorio per la scuola alberghiera, e da un ostello di gioventù di lusso gestito sempre dai ragazzi della scuola. Riqualificazione piazza XX settembre. A partire dai fondi che abbiamo già ottenuto, si completerà la riqualifica secondo progetto vinto nel corso di idee di due anni fa. Ecomuseo. Insieme al distretto del commercio vorremmo rilanciare il cuore storico del paese con opere di abbellimento e arredo , ma soprattutto al lancio di un brand “centro storico”, che sulla sorta del “salone di Milano”, possa diventare un leitmotiv per manifestazioni che siano capaci di portare a Sarnico sempre più persone Green point. Casa mobile, esposta al fuorisalone di Milano, e in dotazione gratuita per 3 mesi,  che vorremmo installare nel giardino dell’ ex hotel cantiere. L’obiettivo è quello di far diventare punto di info eco ambientali, e di eventi, mostre o manifestazioni culturali varie. Sistemare campo di sabbia al Quader. In sinergia con la parrocchia, vorremmo realizzare un campo in erba sintetica.

Sicurezza, ambiente, sociale. Tre ambiti essenziali per la gestione di un welfare sempre più bisognoso di intervento da parte dei rappresentanti delle Stato. Come interverrete? SICUREZZA. Con l’assessore Cadei abbiamo installato una quarantina di telecamere funzionanti. Il progetto che punta alla sicurezza delle abitazioni vede in fase di studio una sinergia tra carabinieri-protezione civile e associazione ex carabinieri per pattugliare le zone periferiche residenziali. SOCIALE. Progetto diamoci una mano, l’amministrazione viene incontro alle persone con difficoltà economiche contribuendo alle spese di bollette in cambio di servizi pubblici; progetto Clessidra (una sorta di banca del tempo) già consolidato che ha visto la luce negli scorsi mandati a supporto delle fasce anziane; progetto numero amico h24 in collaborazione con la croce blu; convertire i 30 posti letto assistiti giornalieri al Ricovero in  posti degenza con contributo della regione per costo retta. AMBIENTE. I parchi sono stati al centro dell’attenzione di questa amministrazione e continueranno ad esserlo: per il lido Funtanì, considerata la localizzazione prossima alle abitazioni, abbiamo pensato ad una gestione che non disturbi la quieta serale, e plan de cuc che vorremmo rivedere e riclassificare come “giardino botanico” in gestione dei nonni e bambini del quartiere, area paroletti vicina al Ricovero che vorremmo sistemare come parco relax per cittadini e magari con un “giardino protetto”.

In qualità di candidato sindaco, esercita certamente il ruolo del condottiero in versione moderna. Mi dia 5 aggettivi che la caratterizzano, così che i cittadini possano tracciare un profilo del candidato Primo cittadino. Donna determinata, volenterosa e instancabile, con idee chiare, trasparente e al servizio dei cittadini, fiduciosa nei giovani.

Domanda nostalgica, ma alla quale tengo sempre. A chi si ispira? Quale o chi è il suo modello di riferimento Sicuramente Papa Francesco con la sua capacità di rapportarsi in modo semplice ed umile alle persone. L’umiltà è per me il valore più importante che cerco di rincorrere nella mia vita. Ed ovviamente mio padre, che è stato Sindaco per 10 anni. A lui devo il “cromosoma” dell’amore per la comunità, l’onestà e l’altruismo per il bene comune. Patto di stabilità, spending review, tassi, mutui, banche… quale è la Vostra ricetta economica per il vostro Comune Partendo dal presupposto che la legge è uguale per tutti, il patto di stabilità deve essere rispettato senza usare troppe fantasie elettorali; porteremo avanti quanto finora fatto supportandoci di fondi regionale, europei e istituti di credito. Con un bilancio chiuso con un attivo di 700.000 euro, crediamo di aver trovato la giusta ricetta.

Il 25 maggio si vota. Manca poco. Si rivolga ai suoi concittadini con un appello di voto breve ma efficace. Continuità del fare contro il salto nel vuoto delle parole.

Ha una domanda da fare ai suoi avversari? Per Arcangeli : “come riuscirà un uomo del NCD a mettere d’accordo le tante anime ,anche di sinistra non moderata, della propria lista  in vista delle varianti al pgt che presenta nel suo programma?” Per Bertazzoli : “nel suo programma dice che vuole controllare di persona tutti i permessi di soggiorno, e vuole chiudere l’ufficio d’assistente sociale agli stranieri. Come riuscirà a conciliare queste sue idee con la legge Bossi Fini?”

CC

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Flo

    In bocca al lupo all’unica candidata che non ha interessi personali a differenza delle altre 2 liste. Non a caso la moglie di Arcangeli e Bertazzoli votarono all’unanimità il PGT ed ora “stranamente” vogliono cambiarlo. wowwww

  2. Scritto da luca

    Nel programma ci sono molte cose già proposte da Dometti. Se non sono riusciti a realizzarle nei precedenti 10 anni, perché dovrebbero riuscirci nei prossimi 5?

  3. Scritto da Lea

    Senza dubbio Gusmini, in questi 10 anni hanno cambiato connotati a Sarnico che per anni è stata sempre seconda ad Iseo! Ora Sarnico è il paese numero 1 del lago! Non ho mai visto tante bandiere di partito in piazza per delle elezioni comunali. Perme contano le persone che io vedo nella lista della Gusmini!

    1. Scritto da Andrea

      Quelli che vanno in piazza con bandiere di partito hanno il coraggio di dire chi sono e con chi stanno a differenza di chi, con la tessera di partito ben nascosta nel portafoglio, si nasconde dentro una lista civica

  4. Scritto da Alice

    Sarnico ha bisogno di continuità. Dometti ha governato bene. Gusmini farà altrettanto.

    1. Scritto da alessandro

      Ho letto il programma di “Sarnico protagonista” e contiene grandi progetti ed opere pubbliche ma mi sorge un dubbio: perché non li hanno realizzati nei 10 anni precedenti? Non solo ma per la prima volta a Sarnico un’amministrazione uscente se ne va senza lasciare un progetto , un’opera finanziata o un’ opera iniziata

      1. Scritto da Caludio P.

        negli anni precedenti han fatto 5 rotonde, lazzarini, lido nettuno, lungo lago, scuole, casa di riposo, sintetico ecc ecc
        può bastare? Che Dio benedica persone come la Gusmini a sto punto

  5. Scritto da Aris

    Conosco Gusmini e credo sia ideale per Sarnico. Il sindaco uscente, Dometti, ha governato bene e ha migliorato il nostro paese. Serve continuità. Non vogliamo confilitti d’ interesse o apprendisti senza esperienza.

  6. Scritto da Teodoro

    La Gusmini è il sindaco ideale per Sarnico: preparata, non saccente e attenta all’ interesse generale. Non so se questo valga per gli altri due candidati. Meditate gente, diceva il grande Renzo Arbore!