BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Notiziario comunale, ora scatta la denuncia Viola la par condicio

I consiglieri del Patto civico Roberto Bruni e Simone Paganoni hanno presentato denuncia al Corecom contro la distruzione del notiziario comunale in piena campagna elettorale. “Bergamo in progress” è finito nella cassetta della posta di tutte le famiglie cittadine nonostante l'esplicito divieto previsto dalla legge. Per questo motivo i consiglieri di opposizione hanno presentato un esposto all'autorità competente riservandosi di verificare anche conseguenze penali.

Più informazioni su

I consiglieri del Patto civico Roberto Bruni e Simone Paganoni hanno presentato denuncia al Corecom contro la distruzione del notiziario comunale in piena campagna elettorale. “Bergamo in progress” è finito nella cassetta della posta di tutte le famiglie cittadine nonostante l’esplicito divieto previsto dalla legge. Per questo motivo i consiglieri di opposizione hanno presentato un esposto all’autorità competente riservandosi di verificare anche conseguenze penali.

“E’ stata violata palesemente la legge della par condicio – spiega Bruni -, che prevede il divieto di comunicazione istituzionale in campagna elettorale a meno che siano rispettati due requisiti: impersonalità e indispensabilità. Entrambi non sono stati rispettati, soprattutto quello dell’impersonalità visto che compaiono foto e firme. Inoltre vengono spiegati punti programmatici per il futuro. Il Corecom e l’Agcom possono adottare provvedimenti di carattere ripristinatorio. Recentemente il Comune di Perugia è stato sanzionato perché ha inviato inviti con il nome del sindaco. L’amministrazione è stata costretta a riportare sulla home page del sito un messaggio di scuse e di ammissione di violazione della legge”. “Non critichiamo il fatto che siano stati spesi soldi per la relazione di fine mandato, ma che sia stato inviato a sette giorni dal voto – gli fa eco Simone Paganoni -. E’ scorretto usare i soldi dei cittadini per fare campagna elettorale. Tutti, anche il sindaco, erano al corrente della legge e delle disposizioni della prefettura”.

Ecco la risposta dell’amministrazione:

L’a.c. ha semplicemente adempiuto ad un obbligo di legge con un resoconto di fine mandato per il quale è stata sollecitata nelle scorse settimane dalla stessa opposizione e che ha visto un forte impegno anche da parte delle precedenti amministrazioni. Le minoranze manifestano un atteggiamento strumentale non certo incline al dovere di trasparenza tanto auspicato e richiesto. Si tratta di un adempimento di legge che contiene un resoconto di ciò che è stato fatto con una presenza di tutto il consiglio comunale con tre pagine dedicate ai consiglieri e ai gruppi consiliari.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ct

    ma quindi Bruni ha denunciato se stesso per l’identico volumetto che ci ha mandato a casa 5 anni fa, alla vigilia del voto?

    1. Scritto da per la precisione

      Bruni lo inviò nei tempi previsti dalla legge ad oltre due mesi dalle elezioni. Tentorio HA VIOLATO LA LEGGE !

      1. Scritto da Dolores

        Scusa, ma non è un obbligo di legge?
        Se lo fa viola la legge e se non lo fa altrettanto?
        tieni anche conto che Bruni l’ha fatto senza le opposizioni, Tentorio invece no.
        Non è che siccome bruni è di sx (ma ci credi?) va difeso e tentorio (il suo nemico) va attaccato?
        Un po di onestà intellettuale non guasterebbe.

      2. Scritto da gianni

        Certo, però precisiamo anche che Bruni a differenza di Tentorio ha speso i soldi pubblici x una cosa che non era obbligatoria, senza dare spazio all’opposizione e spendendo pure il doppio. Il che mi pare molto più grave di non rispettare i termini di consegna!

  2. Scritto da incredibile!

    E’ incredibile il centrosinistra si attacca a pretesti futili e senza senso, prima si lamenta che il rendiconto non è stato fatto, poi si lamenta che è stato fatto troppo tardi ecc…
    la verità è che stanno impazzendo dalla rabbia perche si accorgono che con Gori la sconfitta si avvicina rapidamente…

  3. Scritto da edoardo

    Ma il signor Paganoni come fa a dire che si tratta di campagna elettorale a favore di Tentorio se il notiziario contiene articoli di tutti i gruppi politici? Me lo spiega? Se fa comodo a Tentorio fa comodo pure a voi

    1. Scritto da viola

      Edoardo l’ha letto ? Ci sono 20 pagine (più o meno) scritte dall’amministrazione, mezza pagina per le opposizioni e zero pagine per le altre liste candidate alle elezioni. Questo, in campagna elettorale (se pagato con i soldi pubblici, come in questo caso), è semplicemente VIETATO ! Non è difficile da capire

      1. Scritto da gia

        Sig. Viola, forse lei non ha capito che è un resoconto dei 5 anni di amministrazione, quindi ovvio che ci siano gli articoli dei capigruppo che in questi 5 anni erano in comune e non quelli dei candidati alle elezioni, visto che non è fatto per propaganda elettorale. Non è difficile da capire..

  4. Scritto da rosa

    Sette giorni dal voto??!! Ma se solo oggi ne mancano ancora 10… Paganoni la matematica non è un’opinione…come invece è la vostra briga su tali libretti e non sull’abuso edilizio di Gori che è ben sì più grave… Forza che starete altri 5 anni all’opposizione così non cementificherete ancora la città!!!

    1. Scritto da Simone Paganoni

      L’opuscolo è in distribuzione (non hanno ancora terminato la distribuzione) e arriverà (in alcune case) anche nei giorni di venerdì e sabato e quindi a 7 giorni dal voto….Anzi, in alcuni casi arriverà anche successivamente e quindi a 5 giorni dal voto ! Il tutto in palese violazione della legge

  5. Scritto da sara

    Caro Bruni, hai un bel coraggio a contestare questo opuscolo considerato che quando eri sindaco tu hai fatto ben di peggio, spendendo di più e senza dare spazio all’opposizione…e anche molto altro…non avete nulla di concreto su cui discutere per sostenere Gori? Oppure sono tutti stratagemmi per insabbiare l’abuso edilizio? Oppure ti è rimasta sul gozzo la batosta elettorale che hai preso contro Tentorio 5 anni fa??!! Vai Franco che anche questa volta sarà così!