BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Moschea e riduzione di volumetrie, Paganoni non ne azzecca una”

Pubblichiamo la risposta di Rocco Gargano, candidato sindaco per l'Altra Bergamo, in merito all'attacco di Simone Paganoni del Patto civico sulla collocazione della moschea a Bergamo.

Pubblichiamo la risposta di Rocco Gargano, candidato sindaco per l’Altra Bergamo, in merito all’attacco di Simone Paganoni del Patto civico sulla collocazione della moschea a

Bergamo.

Spett. redazione,

Vi scrivo una breve replica alle disinformate affermazioni di Simone Paganoni da Voi pubblicate circa il problema della moschea e l’eliminazione dal PGT delle volumetrie del Flypark. Partiamo dal Flypark: Paganoni sostiene che i 270.000 metricubi che intendiamo eliminare in questa zona dal PGT in realtà non sono più previsti dal PGT e dunque la nostra indicazione sarebbe errata. Spiace contraddire il poco informato Paganoni ma il PGT attualmente vigente li prevede. E’ vero, invece, che in febbraio il Consiglio Comunale ha votato una variante che prevede la diminuzione delle volumetrie da 270.000 a 33.000 metri cubi ma Paganoni si dimentica un dettaglio fondamentale: la variante è stata solo adottata e non ancora approvata. Dunque il PGT non risulta modificato e potrebbe non esserlo mai se la variante verrà bocciata in sede di approvazione.

Tra l’altro Paganoni si dimentica un piccolo dettaglio a proposito di quella variante: mentre noi proponiamo una eliminazione totale delle volumetrie per lasciare il terreno così com’è (un enorme prato parte integrante della cintura verde di Bergamo), la variante – approvata con il voto favorevole del centrodestra e l’astensione (dicasi astensione) del centrosinistra – prevede 33.000 metri cubi di costruzioni e la cementificazione di 120.000 metriquadri di prato per la creazione di un’enorme piattaforma di cemento che funga da parcheggio al servizio dell’aeroporto! Ma naturalmente per loro questo è consumo zero del territorio (salvo che intendano quest’espressione nel senso che lasceranno zero territorio libero ai nostri figli…).

Veniamo alla moschea: Paganoni sostiene che non si può realizzare nell’area Europan perché per un verso l’area è di un privato, per altro verso l’area non venduta al privato è quella dell’ex macello, dove le tradizioni islamiche impedirebbero di insediare una moschea. Orbene, quale sarebbe la norma che impedisce la realizzazione di un luogo di culto su un’area privata? Forse a Paganoni sfugge che il Comune, che ha la funzione di regia e di programmazione degli interventi urbanistici, può confrontarsi con il privato e concordare gli interventi edilizi.

Salvo che Paganoni pensi che in un’area privata si possa realizzare un palazzetto dello sport ma non una moschea. Quanto all’area dell’ex macello, rassicuro Paganoni : ho interpellato studiosi e religiosi islamici che mi confermano la possibilità di realizzare una moschea anche nell’area di un ex macello. Ad ogni buon conto ricordo che, oltre all’area Europan, avevo indicato come possibile localizzazione del luogo di culto islamico l’area dell’ex centro servizi del Ministero delle Finanze.

Caro Paganoni, non ne azzecchi una. E questo sarebbe il risultato dei tuoi quindici anni di consiglio comunale? Un bel tacer non fu mai scritto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Non col vento

    Le volumetrie sono state scambiate con la destinazione a parcheggio (molto lucrosa) perché il piano di rischio aeroportuale voluto dalla Giunta Bruni di fatto le ha azzerate. Ciò’ che non dicono due che il parcheggio andava essere costruito si superficie drenante e che Sacbo ( guarda caso partecipata dal Comune) non ha fornito le contropartite previste in infrastrutture viabilistiche utili ai quartieri di Boccaleone e Cam=pignola. Conoscere per deliberare

  2. Scritto da Duliamo Ergassia

    Chapeau

  3. Scritto da Davidao

    Come per i cristiani, anche i mussulmani hanno dei riti di ri-consacrazione dei luoghi. Una moschea nuova in città è fondamentale, foss’anche solo per liberare il quartiere San Francesco, adiacente all’esistente moschea di via Cenisio, a tutt’oggi mostruosamente sottodimensionata, con i relativi probelmi di sovraffollamento e disagio per il quartiere.

  4. Scritto da Zanzara

    Il “concetto”, affermato da Paganoni, relativo all’impossibilità di trattare con le proprietà private per modificare, ridurre e/o eliminare piani di edificazione, sono gli stessi adottati dal centrosinistra di Bruni quando si chiedeva di limitare le volumetrie nella zona di via Ponchielli e, quindi, procedere a varianti del PGT esistente. Strano concetto di tutela ambientale

  5. Scritto da il polemico

    certo che sto paganoni,tra travestimenti da babbo natale,abolizione del bollo auto per farci risparmiare i soldi della benzina per andare alla posta anche per quelli che la pagano da casa,ora se ne esce con un’altra trovata….almeno questo che ha replicato ha riportato atti depositati e inequivocabili.il paganoni parla per sentito dire??mahhhh

    1. Scritto da enzo

      “La variante è stata solo adottata e non ancora approvata”. Ovvio è la legge che lo prevede, sono i passi corretti e istituzionali. Perché Gargano avrebbe potuto approvare senza prima adottare ? No avrebbe fatto gli stessi passi che ha fatto questa amministrazione, quindi Paganoni (che non è certo dalla mia parte) ha ragione. Il Comune ha già previsto e votato di eliminare questi mc, Gargano ha sbagliato e ora (in burocratese) cerca di salvarsi…

      1. Scritto da Leggiprimadiscrivere

        Paganoni ha scritto che le volumetrie sono già state eliminate dal PGT. Non è vero. Ad oggi hanno solo previsto (anche con l’astensione di Paganoni e del centrosinistra) di sostituire le volumetrie con una gigantesca piattaforma di cemento che eliminerà il verde. Questa sciagurata previsione deve essere ancora approvata in via definitiva e potrà essere ancora cambiata. Gargano dice, mi pare, che non vuole nè le volumetrie nè la cementificazione dell’area.

        1. Scritto da Roberto

          Sono concorde con Gargano e interessato a sapere cosa voteranno in via di approvazione definitiva Paganoni e Gori? L’ulteriore colata di cemento a scapito del verde? Se è così la smettano di fare gli ambientalisti sui depliant elettorali, abbiamo capito dove gli batte il cuore.

  6. Scritto da red

    Grande Rocco! Paganoni il “nuovo che avanza” a casa!

  7. Scritto da per le precisione

    Quindi nel programma di Gargano c’è di obbligare un privato a vendere agli islamici un proprio terreno per costruirci una moschea .. Neanche fossimo in Unione Sovietica

    1. Scritto da red

      no, nel programma di Gargano c’è una proposta per dare una risposta alla questione “Moschea” a Bergamo e risponde al consigliere Paganoni su una questione tecnica che quest’ultimo taceva. Tutto qui.

    2. Scritto da spremilemeningi

      Forse “trattare” e non”obbligare” ma capisco che certe sottigliezze siano troppo difficili da capire.

      1. Scritto da Fabio

        E’ competenza delle amministrazioni pubbliche destinare tramite la pianificazione aree a destinazioni precise, se no le scuole le faremmo in aria. Senza disturbare l’Unione Sovietica destinare un’area a luogo di culto è già nella potestà di ogni amministrazione.
        E magari prima di sproloquiare polemiche magari azionare il cervello e informarsi?

  8. Scritto da Anna

    Ops, che sp…. per Paganoni, ma chi glielo ha fatto fare?