BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Turani, Per Telgate: “Priorità l’area agricola No a cava e a impianti”

Fabio Massimo Turani è il candidato sindaco della lista Per Telgate: ecco le priorità del suo programma, dalla tutela dell'area agricola a sud del paese dall'insediamento degli impianti di trattamento rifiuti, ai temi del lavoro e dell'impegno giovanile.

Fabio Massimo Turani è il candidato della lista Pro Telgate che, alle prossime elezioni amministrative del 25 maggio, sfida la Lega Nord dell’attuale vicesindaco Fabrizio Sala: a meno di due settimane dal voto ecco le sue posizioni sui temi caldi del lavoro, della sicurezza, dei servizi sociali e dei giovani.

Turani, per lei è la prima esperienza politica?

Per me si tratta della prima candidatura da protagonista ma che nasce da una “palestra” di diversi anni. Ho fatto parte della lista civica "Progetto per Telgate" negli ultimi cinque anni e sono stato coordinatore della Valcalepio del PD dal 2011. Ho inoltre promosso e animato il blog progettopertelgate.org, che è stata una significativa esperienza di comunicazione ai cittadini e di approfondimento sui temi amministrativi locali.

Se dovesse sceglierne solo una, quale è la priorità assoluta del vostro programma?

Non esiterei ad indicare la tutela dell’area agricola a sud del paese dall’insediamento di due impianti di trattamento dei rifiuti (ATEg39 e Berco). Una storia che affonda le sue radici, purtroppo, nella notte dei tempi della politica telgatese, ma che oggi rischia di cancellare l’ultimo polmone verde del territorio. Mi lasci però segnalare come l’agenda dei cittadini ponga un altro tema egualmente impegnativo: il lavoro, rispetto al quale le armi di un amministratore sono davvero spuntate.

Qualora diventasse sindaco e non ci fossero i vincoli del Patto di Stabilità quale opera le piacerebbe realizzare?

Sicuramente farei un piano della mobilità con un respiro pluriennale, che porterebbe diversi benefici: toglierebbe il traffico pesante dal centro storico, riqualificherebbe diverse strade, creerebbe percorsi ciclopedonali e, perchè no, darebbe un pò di lavoro alle imprese del territorio. Mi sia permesso di ricordare come l’adeguamento delle strutture comunali sia altrettanto importante: se il centro sportivo o le scuole non hanno il certificato di prevenzione incendi, è meglio mettere a norma queste strutture prima di pensare a nuovi progetti.

Ai servizi sociali vengono destinate gran parte delle risorse del bilancio comunale. Quale politica intendete perseguire su questo fronte?

Non mi risulta che la spesa sociale sia la voce principale delle spese correnti del Comune. Direi piuttosto che c’è una percezione diffusa da parte dei cittadini che gli interventi sociali siano spesso una forma di assistenzialismo nei confronti degli stranieri. Cambierei in questo senso la prospettiva: passare dai servizi sociali a domanda ad un’attività di prevenzione diffusa è la sfida dei prossimi amministratori. Per fare questo è necessario che si potenzi il servizio dell’assistente sociale e che si rivaluti il lavoro dell’ambito di Grumello del Monte, a cui va restituita un pò di credibilità.

Crisi e lavoro. Quali interventi può mettere in campo l’amministrazione comunale?

Primo: provare a contenere le imposte comunali nei confronti delle imprese, che è un buon proposito ma che rischia di spostare il carico fiscale sulle famiglie. Dare un pò di ossigeno alle aziende non è un’ipotesi irrealizzabile, ma richiede che si risparmi sulla gestione dei tributi (a mio avviso troppo costosa) e si renda più equa la tassa sui rifiuti. E’ un percorso lungo, ma da attivare. Secondo: si dia il benvenuto agli imprenditori che investono per creare lavoro, e si lascino fuori dalla porta coloro che propongono solo iniziative di valorizzazione immobiliare. Terzo: come già detto, provare a creare un pò di lavoro attraverso gli interventi di manutenzione e di riqualificazione in capo al Comune. Su questo aspetto, un allentamento del Patto di Stabilità sarebbe un motore di investimenti notevole.  

Sulla questione dell’emergenza sicurezza qual è la posizione della vostra lista?

Il Comune di Telgate dovrà gestire in maniera associata con altri Comuni tutte le sue funzioni fondamentali entro dicembre. Tra queste, c’è la Polizia Locale. Leggerei questo passaggio come un’opportunità per fare fronte comune sul tema mettendo in rete la forze e le iniziative di contrasto all’illegalità. Quando però si pensa che aumentando la tariffa per l’idoneità alloggiativa si risolva il problema (il caso-Bolgare), credo si vada nella direzione sbagliata.

Che ruolo ritaglia per i giovani all’interno della sua amministrazione?

Rilanciare l’idea di un progetto-giovani (già sperimentata a Telgate) mi appassiona. Avendo peraltro tre giovani in lista, avverto la loro sensibilità sull’argomento. Mi sia però consentito di sostenere che la generazione dei 18-30 anni sia cronicamente assente dalla vita del nostro paese; mi aspetto dunque molto di più da loro, viceversa le iniziative del Comune rischiano di rimanere estemporanee. 

Nella corsa a sindaco di Telgate c’è qualcosa che, secondo lei, la vostra lista ha in più dei concorrenti?  

Non mi è nel mio stile ritenere noialtri migliori o più o meno capaci degli altri candidati. Trovo dunque del valore in entrambe le proposte, anche se con differenze di impostazione che i cittadini hanno ormai capito. La mia volontà, comunque vada, sarà di dare una mano alla comunità, dal momento che avverto con responsabilità il peso dell’amministrare un paese e la rilevanza delle scelte. Se si vorrà condividere il carico, saremo a disposizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da monica

    Buone proposte!! Ce la puoi fare