BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Notiziario comunale, Bruni aveva speso il doppio”

Pubblichiamo il comunicato della Lega Nord in risposta alle accuse lanciate dal Patto civico sulla distribuzione del notiziario comunale in campagna elettorale.

Più informazioni su

Pubblichiamo il comunicato della Lega Nord in risposta alle accuse lanciate dal Patto civico sulla distribuzione del notiziario comunale in campagna elettorale.

"E’ davvero singolare che Bruni&co attacchino la Giunta sul bilancio di mandato. Prima l’accusa era quella di assenza di trasparenza e di mancata pubblicazione sul sito web, cosa che si è rivelata falsa visto che il bilancio di mandato è stato pubblicato già da due mesi sul sito dell’Amministrazione Comunale. Ora, caduta questa accusa, il centrosinistra ha sostenuto che l’amministrazione abbia fatto campagna elettorale con i soldi dei cittadini. Intanto ricordo che il bilancio di mandato ORA è OBBLIGATORIO per legge (non lo era ai tempi di Bruni) e che noi, al contrario della precedente amministrazione, abbiamo dato spazio anche alle minoranze! Vorrei sottolineare, come riporta l’estratto di "Tempi Bruni a Bergamo" del mio collega Daniele Belotti, che il bilancio di mandato della Giunta Bruni (un libro in carta patinata), costò più del doppio di quello dell’amministrazione Tentorio e soprattutto non c’era spazio per le minoranze!!

Cordiali saluti,

Alberto Ribolla Capogruppo Lega Nord

Da Tempi Bruni a Bergamo di Daniele Belotti:

"Il libretto della giunta, invece, lo avete pagato tutti voi sessan- taquattromila euro. Sì, 64.000 euro di soldi pubblici per per- mettere al centrosinistra di farsi campagna elettorale. Bruni, è bene ripeterlo, per farsi bello di fronte ai cittadini ha fatto stam- pare ben 60.000 copie di questo fascicoletto di 64 pagine pieno zeppo di sue fotografie e senza una riga per le minoranze (spesa: 54.000 euro). Non contento, ha tappezzato la città di manifesti e riempito i giornali di annunci a pagamento, con lo scopo di reclamizzare il suo famigerato librettino (altri 10.000 euro). Costo totale, lo ripetiamo, 64.000 euro!"

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ct

    Ma Gori non aveva assoldato ben 6 specialisti della comunicazione?
    Ma davvero li paga per fare questi autogol a raffica?

  2. Scritto da gianni

    Bruni beccato! solita figuraccia

  3. Scritto da BastaCasta

    Non bisognerebbe fare la gara a chi è meno peggio….. Abbiamo proprio dei luminari a gocernarci. Che meschinità!

    1. Scritto da Mister Bean

      Forse non hai capito che la giunta Tentorio in questo caso è stata OBBLIGATA a fare questa spesa e l’ha fatto rispettando la norma vigente e lasciando lo spazio anche alle opposizioni. In questo caso hai torto; sarebbe bastato leggere l’articolo per accorgersene.
      E, per la cronaca, i luminari mandati a governarci sono stati scelti dal popolo, almeno a Bergamo. A Roma invece si sono succeduti tre governi non eletti dalla gente. Vedi tu…..

      1. Scritto da Giovanni

        I governi in Italia non vengono eletti dal popolo, ma ottengono la fiducia (a governare) dal parlamento che è eletto dal popolo. Se vuoi ti faccio un disegnino, vedi tu…