BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giro 2014, Kittel out Bouhanni vince allo sprint Matthews sempre in rosa

Dopo le tre tappe irlandesi la 97esima edizione del Giro d'Italia sbarca in Italia per la Giovinazzo-Bari, la più corta di questa edizione: perso il leader degli sprint Marcel Kittel, messo fuori causa dalla febbre, è il francese Bouhanni ad aggiudicarsi la volata. Michael Matthews, della Orica Greenedge conserva la maglia rosa.

Più informazioni su

Nacer Bouhanni ha vinto in volata la quarta tappa del Giro d’Italia 2014 ed è la nuova maglia rossa.

Dopo le tre tappe irlandesi il Giro d’Italia fa il suo esordio sullo Stivale con la tappa più corta della 97esima edizione, la Giovinazzo-Bari, di 112 chilometri. Una frazione dedicata ai velocisti ma che, prima ancora di iniziare, ha perso il protagonista più atteso, Marcel Kittel (maglia rossa e vincitore dei due arrivi allo sprint in terra irlandese), messo ko dalla febbre.

La tappa prevedeva un circuito finale da 8.3 chilometri da percorrere per 8 volte: la pioggia rende viscido l’asfalto e i corridori discutono a lungo e animatamente con la direzione di gara sul da farsi. Alla fine si decide per la neutralizzazione del tempo all’inizio dell’ultimo giro e di non concedere abbuoni: all’ultima tornata del circuito, quindi, sono in molti a rialzarsi sui pedali, lasciando campo libero ai velocisti.

Ai 2 dall’arrivo le squadre dei velocisti iniziano ad organizzarsi ma, non appena la velocità aumenta, iniziano le cadute: all’ultimo chilometro si presentano in testa sei corridori, sui quali rimonta uno strepitoso Nacer Bouhanni, reduce da un problema meccanico e autore di un rientro faticosissimo sul gruppo agli 8 dall’arrivo. Ed è proprio il francese della Fdj.fr ad aggiudicarsi lo sprint, bruciando Giacomo Nizzolo e Tom Veelers.

Mercoledì il Giro prosegue con la quinta tappa: la Taranto-Viggiano, 203 chilometri, è il primo arrivo in salita di questa edizione. 

Classifica quarta tappa (Giovinazzo-Bari)

1. Nacer Bouhanni (Fra) – Fdj.fr – 2:22:06

2. Giacomo Nizzolo (Ita) – Trek Factory Racing – st

3. Tom Veelers (Ned) – Team Giant Shimano – st

4. Roberto Ferrari (Ita) – Lampre Merida – st

5. Elia Viviani (Ita) – Cannondale Pro Cycling – st

6. Matteo Montaguti (Ita) – Ag2r – st

7. Kenny De Haes (Bel) – Lotto Belisol – st

8. Luka Mezgec (Slo) – Team Giant Shimano -st

9. Bert De Backer (Bel) – Team Giant Shimano – st

10. Francesco Chicchi (Ita) – Neri Sottoli Yellow Fluo – st

Classifica generale

1. Michael Matthews (Aus) – Orica Greenedge – 12:28:43

2. Alessandro Petacchi (Ita) – Omega Pharma Quickstep – a 8”

3. Daniel Oss (Ita) – Bmc – a 10”

4. Ivan Santaromita (Ita)- Orica Greenedge – a 14”

5. Pieter Weening (Ned) – Orica Greenedge – a 14”

6. Luke Durbridge (Aus) – Orica Greenedge – a 14”

7. Svein Tuft (Can) – Orica Greenedge – a 14”

8. Serge Pauwels (Bel) – Omega Pharma Quickstep – a 19”

9. Rigoberto Uran Uran (Col) – Omega Pharma Quickstep – a 19”

10. Julien Vermote (Bel) – Omega Pharma Quickstep – a 19”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.