BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“E’ ora di piantarla” Campagna nelle scuole per legalizzare la cannabis

"E' ora di piantarla, è ora di legalizzarla". E' questo il titolo della campagna pro-cannabis organizzata dalla Federazione degli Studenti Bergamo e Federazione degli Studenti Bassa Bergamasca che oggi, lunedì 12 maggio, svolgeranno un'attività di volantinaggio all'ingresso degli istituti superiori

"E’ ora di piantarla, è ora di legalizzarla". E’ questo il titolo della campagna pro-cannabis organizzata dalla Federazione degli Studenti Bergamo e Federazione degli Studenti Bassa Bergamasca che oggi, lunedì 12 maggio, svolgeranno un’attività di volantinaggio all’ingresso degli istituti superiori di Bergamo, Treviglio e Romano di Lombardia e nei principali luoghi di ritrovo dei giovani bergamaschi.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare sul tema della legalizzazione delle droghe leggere, come spiega Federico Crotti, il portavoce provinciale del gruppo: "Noi riteniamo che, al di là del principio etico che dovrebbe permettere a ogni individuo di gestirsi in piena libertà quando non c’è rischio per gli altri, vada discusso su quelli che sono gli effetti che le attuali politiche proibizioniste hanno sia in termini economici sia in termini di consumi. Tra costi della repressione, costi processuali e costi carcerari lo Stato si trova a sopportare grosse spese (la stima è attorno ai 2 miliardi all’anno) che non hanno nessun effetto sulla diminuzione dei consumi".

La legalizzazione, secondo Crotti, potrebbe assestare anche un duro colpo alle organizzazioni criminali: "Come già lo scrittore antimafia Roberto Saviano ha evidenziato, con la legalizzazione delle droghe leggere si toglierebbero una grossa fetta di introiti alla mafia. La legalizzazione delle droghe leggere in sintesi dovrebbe portare a un introito strutturale di circa 10 miliardi l’anno (considerando le stime al ribasso), uno snellimento del sistema giudiziario e carcerario, un indebolimento delle mafie, minori costi sanitari, un aumento degli occupati regolari e del PIL.  Non si riesce a capire perché questa strada non sia ancora stata intrapresa!". 

Una campagna, quella nelle scuole bergamasche, con un intento preciso: "Noi di federazione degli studenti speriamo di riaprire il dibattito sulle droghe leggere sia nel mondo giovanile che in quello “adulto”. Si possono avere opinioni differenti in merito a questo tema ma quello che è certo è che con si può continuare con la situazione attuale".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Antonio

    Quanta ignoranza vedo in questi commenti quella che chiamate droga è una pianta che non fa nessun danno fisico non ha mai ucciso nessuno al contrario di tabacco e alcol e altre droghe, essa aiuta ha risolvere problemi non è un semplice anti stress voi tutti la pensate così solo perchè siete stati condotti a credere a tutte le cazzate che sparano I dottori che credono di saperne bene, continuate a fare le pecore

  2. Scritto da I need $

    Allora la vostra “Droga” è solo una pianta naturale che non nuoce alla salute! Cannabis e una medicina che toglie stress ti fa soridere, aiuta a curare il cancro e tante altre malattie come dimostea la storia di Bob Marley che a sopravvissuto 32 anni ca. con cancro anche se i dotori gli davano massimo 2 anni! Non lasciatevi prendere in giro è solo una pianta

  3. Scritto da Ettore Fieramosca

    Droga libera a fiumi.
    Così ci liberiamo di un po’ di zavorra.

  4. Scritto da maria rita vivarelli

    odio,tutti i tipi di DROGHE,per il male che fanno,specialmente ai giovani,sono nonna di 6 nipoti!dunque?non sono all’altezza di giudicare se è bene o no,legalizzarla(PURTROPPO,so’che circola in tutte le scuole,dunque toccherebbe ai GENITORI,MAESTRI.PROFESSORI e a tutti i capi d’informare e educare i ragazzi a diventare ADULTI e non dei citrulli senza cervello.Dunque a buon intenditor poche PAROLE.Datevi da fare ,per migliorare la nostra ITALIA una mamma di 3 figli e nonna di 6nipoti.nonnarita

  5. Scritto da alex

    Il cosumo cronico di marijuana puo’ avere effetti collateraliall’apparato cardiovascolare, sistema immunitario,, sistema endocrino, sistema respiratorio. 3 SIGARETTE CONTENENTI CANAPA CORRISPONDONO A 20 SIGATETTE NORMALI (rapporto redatto dalBritish lung fundation BLF). I ricercatori del Jonsson Cancer Centre (univ. Califfornia) hanno scoperto che le sostanze cancerogene nella canapa sono molto piu’ forti di quelle contenute nel tabacco.

  6. Scritto da alex

    Da uno studio di Goldman e Gilman l’uso prolungato di cannabis puo’: compromettere la memoria a breve termine; deteriora la capacita’ di eseguire compiti che richiedono piu’ operazioni mentali. I concumatori cronici possono presentare: apatia, tristezza, compromissione del giudizio, della concentrazione, perdita del proprio interesse (sindrome amotivazionale).

  7. Scritto da maria

    per tutti quelli che sono favorevoli alla cannabis (sopratutto se genitori) auguro di averre un figlio tossico in casa.( che ha cominciato con cannabis perche non faceva male). e arrivare un giorno a dirgli: se non sai cosa fare della tua vita buttati dal ponte

    1. Scritto da oberto

      e tu a tuo figlio dici di buttarsi giù da un ponte? bella madre

  8. Scritto da carolina

    Quanta ignoranza vedo in commenti a questo articolo e a molti altri. ”togliere le droghe leggere alla mafia non la indebolisce”, ”gli sbarellati che fumano cannabis sono un pericolo per chi gli sta attorno”,”legalizzare la cannabis è equivalente a legalizzare il traffico di organi”. Prima di parlare e giudicare siete pregati di informarvi perchè le vostre parole mostrano solo IGNORANZA

    1. Scritto da alex

      …lei dimostri il contrario allora !!!!…

  9. Scritto da lia

    Colpo basso a la mafia !!!

  10. Scritto da Michele

    Assurdo che nelle scuole si permetta di pubblicizzare la droga

  11. Scritto da alex

    La scuola dovrebbe essere luogo di educazione e preparazione alla vita adulta e al lavoro. Non mi sembra che sensibilizzare alla coltivazione di droghe rientri nelle materie di studio. Mi auguro che i rappresentanti delle istituzioni scolastiche e non, blocchino l’iniziativa sul nascere e verifichino eventuali illeciti. Questa e’ pura propaganda politica. Questo tipo di dibattito va fatto altrove, a partire dalle famiglie.

    1. Scritto da pina

      Credo che aldilà delle materia scolastiche che si studiano sia per convenzione sociale sia perchè “è giusto così”,la scuola deve formare i ragazzi del domani,tutto quello che ci sarà in futuro è nelle mani di questi ragazzi,che oltre alle materie “normali” creano dialoghi,dibattiti e iniziative simili. È questo che forma una persona. Quando sarà adulto,di certo non chiederà di “piantare”. Credo invece che farà sbocciare un futuro migliore

  12. Scritto da Stefano

    Speriamo mai, con lo stato costerebbe di più che con la malavita!

  13. Scritto da Alberto

    Ovviamente gli studenti sono il prodotto di una società rincitrullita figlia (anche) di questa malapolitica: si occupano di cose futili invece che del proprio livello di conoscenza e dei problemi della scuola. Nulla di scandaloso, ma solo la conseguenza della promozione a valore della non-cultura, imperante in questi ultimi tempi.

  14. Scritto da viviana

    Pensare che legalizzare la cannabis significhi assestare un duro colpo alle mafie è mera illusione. Prima ancora che lo stato si organizzi per legalizzare la cannabis, le mafie avranno innondato le piazze con altre sostanze + pericolose; non si lasciano di certo sfuggire miliardi di business senza reagire!! quindi lasciamo le cose come stanno e che il massimo della trasgressione per i ragazzi sia farsi una canna . Continuiamo invece con informazione e sensibilizzazione .

  15. Scritto da alessandro

    Grandi ragazzi c’è davvero bisogno di giovani che si mettano in gioco per migliorare questo pattume di mondo. Avanti cosi!

  16. Scritto da PIPPO

    Bravi ..!!!
    è vero, potremmo usare lo stesso metodo legalizzando anche il “traffico di organi”:
    sempre di questione privata si tratta, e si darebbe, anche in questo caso, un duro colpo ai trafficanti …!!!!

    Poi, eventualmente perché non risolvere anche il problema della prostituzione, il traffico di armi, il gioco d’azzardo, ecc. ecc.

  17. Scritto da Vikingo62

    Droga, alcol e io ci aggiungo anche le “normali” sigarette se assunti in quantità eccessiva demoliscono il cervello e i polmoni. Il vero antidoto a droga e alcol però non è il proibizionismo ma una corretta educazione nell’ambito familiare. Se tu non fumi e non bevi, molto probabilmente non lo faranno nemmeno i tuoi figli, con buona pace dei coltivatori di mariuana ma anche di produttori di vino e tabacco legalizzati dallo stato.

  18. Scritto da cecilia

    Mai viste tante assurdità scritte tutte insieme. Crotti finisci il liceo invece di proporre certe bestialità, soprattutto nelle scuole

    1. Scritto da daniele

      mai visto un commento più stupido di questo. senza senso ed alcuna conoscenza della materia. Lei sa almeno che i problemi provocati dall’alcool o dalle sigarette(legali) sono immensamente più grandi di quelli legati alla cannabis?sa che di morti di cannabis se ne contano 0 a differenza di quelli morti per alcool e sigarette che sono milioni l’anno?

      1. Scritto da wiw

        Prima di uscirsene con certe affermazioni sarebbe il caso di dare dati certi. Non sparare stile cow-boy e spaghetti western

  19. Scritto da rello78

    Qui si perde ancora tempo con messaggi del tipo “cercate la vera felicità” “sveglia sciecc!”. Signori cari, prendete atto che i consumatori esistono e sono tanti a prescindere dai vostri “insegnamenti”, che poi vorrei conoscervi meglio per sapere da che pulpito fate le vostre considerazioni. Il tema e’ legalizzare per controllare e trarre profitto oppure no. I vostri consigli da “saggi del buon vivere” sono fuori luogo, inutili e decisamente scontati.

  20. Scritto da pio

    smettiamola con queste FAVOLE… la DROGA è DROGA, non esiste leggera o pesante , è tutta uguale……. è vero che di canne non è mai morto nessuno, ma è pura REALTA’ che chi è finito al CIMITERO ha incominciato con una canna….. AVANTI così, voi fumate pure, io oggi accompagno 2 ragazzi in COMUNITA’, perché loro hanno incominciato con le canne…..

    1. Scritto da serena

      Si potrebbe altrettanto dire, seguendo il metodo delle affermazioni che con la scientificità non hanno nulla a che fare: chi si fa di droghe pesanti ha cominciato con un bicchiere di birra, o un pacchetto di patatine.
      I consumatori, abitudinari o saltuari, dei derivati dalla cannabis (che NON danno dipendenza) sono parecchio più numerosi dei dipendenti da eroina.

    2. Scritto da Steve

      Ma sei serio? Chi è finito al cimitero per droga è una persona che non aveva spina dorsale per rifiutare, sei il simbolo dell’ignoranza, al posto di accompagnare quei ragazzi in comunità prova a entrarci anche, e guarda quanti in percentuale sono dentro perché fumano solo canne, poi vieni a raccontarlo qui, e vediamo qual’è il vero problema… Poi vai a casa e bevi un bel bottiglione di vino, ma attento, perché ti porta al cimitero più della canna…

  21. Scritto da mario59

    Il proibizionismo di per se non ha mai portato dei risultati positivi per le società nelle quali è stato imposto.
    Tuttavia personalmente sono sempre stato contrario al consumo di qualsiasi sostanza che alteri la mente.
    Dopo di che, se non esistesse il pericolo che l’alterazione delle proprie capacità mentali, finisse a danno degli altri, potrei anche dire..ognuno si sballi come gli pare…ma la realtà è ben diversa..pertanto io rimango contrario a comportamenti pericolosi per la società

    1. Scritto da Bea128

      Con tutto il doveroso rispetto per le opinioni altrui, le droghe leggere non sono le uniche sostanze che alterano la mente o, perchè no, lo stato d’animo delle persone…ce ne sono parecchie altre più che legali: alcolici, sigarette, parecchi medicinali, caffè…e che, spesso, fanno anche più male.
      Tra le altre cose, in parecchi paesi, viene utilizzata, ad esempio, per la depressione, per i malati di cancro….e da questo punto di vista, meglio naturale che chimico.

      1. Scritto da mario59

        Di sicuro non sono io che è favorevole all’uso degli alcolici e atre sostanze che alterano lo stato psicofisico di chi ne fa uso…dopo di che, non è perchè le sigarette o l’alcool essendo in libera vendita si debba per forza rendere libero il consumo anche di altre sostanze.
        Concludendo c’è il pro e il contro…in qualsiasi cosa che viene fatta.

  22. Scritto da Zampini

    La scuola non è il luogo per “sensibilizzare” a questo tema, anche perchè i minori sono forse gli unici che non potrebbero usufruirne se fosse legale, a differenza di quanto pensino molti.
    Legalizzare significa mettere regole, non toglierne, nello stesso modo in cui lo è legalizzare la prostituzione.

    Svelo un segreto ai professoroni che hanno commentato: il danno “da fumo” delle canne è causato SOLO dal tabacco, che guarda caso è legalissimo.

  23. Scritto da Matteo

    Per ora ho letto dei commenti di un’ignoranza spaventosa. Non so se è più moralismo all’italiana o ignoranza. Informatevi bene sui benefici della cannabis. Inoltre alcool e sigarette uccidono migliaia di persone ogni giorno, la cannabis in sè non ha ancora un morto sulla coscienza

    1. Scritto da Aladino

      Beh, qualcuno che ha provocato incidenti guidando sotto l’effetto delle canne c’è! E anche fumare soltanto sigarette, sarebbe da stupidi incentivarlo! Molto semplicemente. Non ce n’è abbastanza di sporco nell’aria? C’è anche da sostenere un metodo di sballo con immissione di fumo nei polmoni? Ma siamo proprio in un mondo di ebeti!

      1. Scritto da Kris

        Mi piacerebbe vedere cosa fai nella tua vita…..
        Comunque è logico che se legalizzassero la mariuana non si potrebbe guidare dopo averla assunta come del resto non si può guidare dopo aver assunto alcol….

  24. Scritto da giulia acerbis

    continuo da prima …. Per risolvere il problema alla base si deve rivoluzionare il nostro modo di pensare e di educare. Togliamo un po’ di potere al Vaticano con le sue regole da medioevo e vedrete che i giovani si metteranno pian piano apposto anche con lo spirito e con il cervello. Basta poco per essere felici!

  25. Scritto da giulia acerbis

    ma vi rendete conto che l’alcool fa molti piu’ danni e morti e mai lo Stato si potra’ permettere di bloccarne l’uso visto che ci guadagna… per non parlare del semplice tabagismo. Insomma basta moralismi, l’uomo da sempre cerca lo sballo e le soluzioni all’ansia, insoddisfazione, inibizione con le droghe (pesanti, leggere, medio pesanti, medio leggere ecc.).

  26. Scritto da Marco Cimmino

    Come al solito, in questa circostanza collidono due visioni manichee del mondo: una è quella che ritiene che la scuola debba insegnare delle regole ed una che postula la necessità di una società in cui l’unica regola sia non averne. Posizioni entrambe rispettabili, intendiamoci. Allora, però, evitiamo di spendere denaro pubblico in campagne scolastiche di prevenzione, in simposi, convegni e corsi sulla lotta all’alcool, alla tossicodipendenza o alle ludopatie. Ognuno si arrangi come crede.

  27. Scritto da Yvo

    Mi fate morire dal ridere, ma ci sarebbe da piangere: ma come si fa a dire “al di là del principio etico che dovrebbe permettere a ogni individuo di gestirsi in piena libertà quando non c’è rischio per gli altri”???? Ma quando mai uno “sbarellato” non costituisce un rischio per gli altri??? Studenti, dovreste studiare non raccontare amenità!!

  28. Scritto da lotty

    Benissimo, sono con voi idealmente. La cannabis, che fino ad oggi non ho mai consumato, è una pianta che vorrei coltivare sul mio balcone, ha delle foglie bellissime.

    1. Scritto da Luisa

      Sei informata sui danni del fumo ai polmoni? Sei d’accordo che dei ragazzi inizino a fumare? Non arrossisci?

  29. Scritto da Filippo

    Ma neanche per sogno ragazzi:
    per quale ragione si dovrebbe sostenere la riceca di benessere sostenuta artificialmente, indipendentemente dalla quantità e dalla qualità (droga leggera o pesante). Ragazzi mancate di fantasia e di curiosità: cercate la felicità con ciò che la vita in sè stessa può dare: creatività, curiosità, cultura. ‘Scecc desdif fo’ !

  30. Scritto da Diomio

    Sì, è vero, se lasciassimo le porte aperte ci sarebbero meno costi per le riparazioni da fare quando ci entra un ladro…. Effettivamente è una proposta intelligente: droghiamoci legalmente, così gli spacciatori spariscono….. Braaaavi!!! Come dire che gli effetti sulla salute (a partire dal fumo nei polmoni) se li portano via gli spacciatori!

    1. Scritto da Kris

      Ma credi veramente nel tuo sarcasmo???
      Io credo davvero che non hai la minima idea di quello che vuoi far sotto intendere….
      Fatti una cortesia documentati del argomento…..