BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Orrore all’asilo: bimbi maltrattati dalla maestra Guarda il video choc

E' la storia terribile che arriva dalla provincia di Milano. La direttrice di un asilo nido privato dell'hinterland è stata arrestata dai Carabinieri del Nas, diretti dal comandante Paolo Belgi, per maltrattamenti su unidici bambini tra uno a tre anni.

Più informazioni su

Orrore all’asilo. Schiaffi, spintoni, bestemmie e quando non ce la faceva più a sentire le loro lamentele, i pianti, gli chiudeva la bocca con il nastro adesivo. La donna che avrebbe dovuto accudirli ogni giorno si era trasformata nel loro aguzzino.

E’ la storia terribile che arriva dalla provincia di Milano. La direttrice di un asilo nido privato dell’hinterland è stata arrestata dai Carabinieri del Nas, diretti dal comandante Paolo Belgi, per maltrattamenti su unidici bambini tra uno a tre anni.

Nell’ambito dell’attività investigativa – coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano – i militari hanno portato alla luce un quadro sconvolgente fatto di sevizie, umiliazioni e maltrattamenti. Ad incastrare la donna, 40 anni, titolare di questa piccola struttura dell’hinterland a nord di Milano, un video in cui si vedono scene inequivocabili:

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Sandra

    Madre nn si nasce… Lo si diventa giorno dopo giorno……. Ma maestra porca miseria …. Lo diventi studiando anni e anni!!!! Ci vuole cuore per fare questo lavoro… Se nn sei in grado abbi la decenza di startene a casa tua!!!! E mi auguro al più presto dietro le sbarre!!!! Nemmeno un animale e così privo di umanità !!! Vergognati!!!!

    1. Scritto da Ale

      Guardi che non è così strano, col sistema di selezione (praticamente inesistente a riguardo di certi parametri) per queste professioni pubbliche a contatto coi bambini, che ci finisca una persona senza cuore che bada soltanto al proprio stipendio fisso ed inattaccabile per tutta la vita… Non è così raro…. Se l’insegnamento della crescita culturale e sociale venisse effettivamente interpretata come una missione d’amore, quasi come fossero figli propri, avremmo un’altra scuola!

  2. Scritto da Luca Lazzaretti

    Io credo che Bgnews dovrebbe censurare i post che inneggiano alla pena di morte o ai linciaggi…le leggi in vigore bastano se ben applicate..a meno che si voglia tornare al medioevo.

    1. Scritto da Luigi

      Ma quali leggi e quale censura….. prima devono lasciar maltrattare i bimbi, poi intervenire. E’ un paese che penalizza le vittime e “premia” (con l’aleatorietà della pena) i malfattori. Il caimano tanto mostruoso, viene “punito” con 4 ore settimanali di gita al parco (perché ovviamente non essendo qualificato sanitario, potrà soltanto che fare presenza e null’altro). Vorrei vedere se fosse suo figlio maltrattato da quella maestra, se non le viene l’istinto di linciarla!

  3. Scritto da Sara

    Ma in Italia tutelano i forti e i prepotenti, non i deboli e gli indifesi! Paese da rifondare! Per accusare la maestra, hanno bisogno di lasciargli maltrattare i bambini e filmarla… Non potevano indiziariamente fermarla prima? Sono più gravi i traumi psicologici subiti dai bambini che un (eventuale) errore giudiziario praticato sulla maestra (adulta e in grado di difendersi)

  4. Scritto da anna

    datela in mano alle madri di quei bambini……….non è possibile affidare le ns, creature a questa gentaglia!!

  5. Scritto da bisogna dargli la pena di morte

    Non si toccano i bambini….pena di morte o in piazza …poi ci pensiamo noi …