BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Caravaggio camminata in memoria dei magistrati vittime di mafia

L’iniziativa, alla sua prima edizione, si svolgerà domenica 11 maggio e celebrerà la memoria di 5 magistrati vittime della mafia e del terrorismo: Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Vittorio Occorsio, Guido Galli e Rosario Livatino.

Una camminata per la legalità, in ricordo dei magistrati vittime di mafia e di terrorismo. L’iniziativa, organizzata da Libera, è in programma domenica 11 maggio a Caravaggio.

Intitolata “Quattro passi nella memoria”, la manifestazione ludico-motoria prenderà il via alle 7 al centro sportivo di Caravaggio.

La proposta, alla sua prima edizione, prevede due percorsi: il primo di 7 km e il secondo di 16 km, a carattere internazionale, a passo libero, aperta a tutti, valida per i concorsi: I.V.V.; Nazionale: Piede Alato F.I.A.S.P.; Provinciale: Bergamo e dintorni.

In modo particolare, vengono ricordati 5 magistrati vittime della mafia e del terrorismo: Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Vittorio Occorsio, Guido Galli e Rosario Livatino. Inoltre, la manifestazione vuole esprimere solidarietà al progetto “Casa libera”, per il recupero di un bene confiscato alle mafie a Trezzano sul Naviglio e alla campagna “Adotta-un-ulivo” a Castelvetrano terra di Rita Atria (vittima di mafia).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alex

    Se in parte il territoriio bergamasco rappresenta un’ isola felice riguardo alla presenza delle mafie ruspetto al milanese o al territorio brianzolo, e’quanto mai d’obbligo non abbassare la guardia e diffondere conoscenza riguardo al tema. Le nuove infrastrutture brebemi a Tav sono un’ opportunita’ di sviluppo per le nostre comunita’ ma anche possono attirare investimenti da parte delle cosche. Occhi aperti dunque !!!