BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La crisi non dà tregua: in 21 giorni 23 fallimenti Nate 369 nuove imprese

La crisi economica non dà tregua alla terra bergamasca. In tre settimana, dal 7 al 27 aprile sono stati dichiarati 23 fallimenti. Nello stesso periodo sono state depositate 42 domande di cessazione e sono state costituite 369 nuove imprese.

Più informazioni su

La crisi economica non dà tregua alla terra bergamasca: in tre settimane si registrano 21 fallimenti. Nel periodo considerato dal 7 al 27 aprile, le aziende che si sono arrese e hanno depositato il loro fallimento alla Camera di Commercio di Bergamo sono: Aglioni Marmi e Graniti Srl di Caravaggio; Seit Project Srl di Carvico; Cotonificio Honegger Spa di Albino; Progetto Abitare Srl di Zanica; V. Esse di Stefani Valsecchi di Ponte San Pietro; Quintofoglia Srl di Bergamo; Sistemi Taglio Diamante di Carini Pierluigi di Presezzo; Pezzera Srl di Gazzaniga; Centrale Termica Srl di Grassobbio; Punto Legno Mistri Srl di Cologno al Serio; La.Co.Ter. Srl di Orio al Serio; M.V. Serramenti Snc di Barzana; Eurocoastings Srl di Cologno al Serio; Consoli Impianti Srl di Cologno al Serio; Il Quadrifoglio Srl di Bergamo; Al Castello Immobiliare Srl di Bottanuco; Cretti Giuseppe di Lovere; Pentagono Del Garda Srl di Alzano Lombardo; Circolo Srl di Bergamo; Cubica Srl di Bergamo; Samer Srl di Castelli Calepio; Gianati Confenzioni Srl di Olmo al Brembo; Preda P.&C. Srl di Telgate.

LE CESSAZIONI E LE LIQUIDAZIONI

Nel bilancio per lo stato di salute dell’economia bergamasca, a fronte di 23 fallimenti in 21 giorni – dal 7 al 27 aprile 2014 – in Camera di commercio sono state depositate 42 cessazioni di attività, mentre sono state iscritte 369 nuove imprese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lucio

    Visto e considerato che lei e’ un grande economista, ci dica il metodo per uscire da questa crisi. Solo buoni a criticare, ma di concreto non avete nulla.

  2. Scritto da Paolo

    Beh, però chi ha un lavoro fisso e statale fa il riccone con 80 euro in più al mese, e saprà ringraziare nell’urna elettorale… Chissenefrega se aumentano i disoccupati! Renzie e Picierno verbum.