BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

‘Attraversare la città’ Mostra fotografica di Luca Egidio Galessi

Galessi mette in mostra le sue immagini metropolitane dal 10 al 21 maggio alla ARTHAUS Associazione culturale di via Borgo Palazzo.

Più informazioni su

Molto spesso l’arte è sotto i nostri occhi e nemmeno ce ne accorgiamo. E’ necessario quello sguardo artistico e curioso per poter trarre da una semplice immagine pubblicitaria la vera essenza delle città di oggi.

È un respiro metropolitano quello che Luca Egidio Galessi ci regala con le sue immagini in mostra dal 10 al 21 maggio alla ARTHAUS Associazione culturale di via Borgo Palazzo, 10.

È una mostra fotografica alternativa quella totalmente allestita e ideata da Galessi, autore delle foto e senior graphic designer di professione, che è approdato al mondo della fotografia già a soli 10 anni, ad 11 la sua prima camera oscura. Un amore nato in tenera età che è proseguito negli anni rimanendo solo una passione, che oggi ha dato i suoi frutti. Nulla di pianificato, nulla di cercato.

Ora più che mai il mondo corre ad un ritmo accelerato, ed è proprio l’azione del tempo l’oggetto principale del lavoro di Galessi.

Il tempo invisibile, diventa visibile attraverso la cartellonistica pubblicitaria, il suo degradarsi e il suo sovrapporsi, grazie anche agli elementi meteorologici (sole, vento, pioggia etc.) che ne modificano la struttura cartacea creando inconsueti effetti visivi lasciati esattamente come l’obiettivo li ha trovati, senza fotoritocchi successivi, il tutto condito con una buona dose di ironia.

“Fermo prima con l’occhio e poi con la macchina fotografica un “quotidiano “che tutti posso vedere a che nessuno vede o vede in modo diverso.” Queste le parole di Galessi, che continua “ La macchina fotografica ha la proprietà di fermare quell’istante e solo quel preciso istante. Perché l’azione del sole, della pioggia, del freddo, del vento o di una altra persona che passa e strappa modifica quello che era lì un attimo prima. Mi è capitato a volte di “vedere un scatto” senza avere la macchina fotografica e passare un’ora dopo per immortalare quello che avevo visto. Era già cambiato tutto, il servizio affissioni era già passato a incollare un altro strato di pubblicità… carpe diem!”

Queste le parole del critico d’arte Claudio Rota . “Galessi fotografa l’azione del tempo, la sua dimensione indipendente, che si muove senza apparente ragione o giudizio: ai nostri occhi non possiede nemmeno una forma. Arrendersi a questo incessante mutare ? Ci si rassegna nell’ironia, un’espressione umana che almeno salva. Tra i residui anonimi e marginali della città, la cartellonistica appare come un maquillage che invecchia presto. Luca Galessi, senza orgoglio smisurato ma ben altro realismo, sa che tutto scorre, che è importante lasciar scorrere, che serve giusto una bella foto. E le sue grandi cartoline ci salutano e ci lasciano in pace con noi stessi”.

La mostra verrà inaugurata sabato 10 maggio alle 18 alla Arthaus di via Borgo Palazzo 10, resterà aperta dall’11 al 21 maggio sabato e domenica 17 -19.  Mercoledì 17 -18.30

Per maggiori info guarda qui

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.