BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aeroporto, i Comuni: “Enac ora ci ascolti, altrimenti lo denunciamo”

“Enac torni a convocare la commissione aeroportuale altrimenti ricorreremo alle vie legali”. Firmato: i sindaci dei Comuni di Bergamo, Azzano San Paolo, Stezzano, Grassobbio, Orio al Serio, Seriate, Bagnatica, Brusaporto, Costa di Mezzate. La missiva è stata inviata a Enac e per conoscenza anche al presidente del Consiglio Matteo Renzi. Le amministrazioni chiedono di essere ascoltate dopo la sospensione della Commissione aeroportuale e dei vincoli antirumore decisa lo scorso 30 aprile.

Più informazioni su

“Enac torni a convocare la commissione aeroportuale altrimenti ricorreremo alle vie legali”. Firmato: i sindaci dei Comuni di Bergamo, Azzano San Paolo, Stezzano, Grassobbio, Orio al Serio, Seriate, Bagnatica, Brusaporto, Costa di Mezzate. La missiva è stata inviata a Enac e per conoscenza anche al presidente del Consiglio Matteo Renzi. Le amministrazioni chiedono di essere ascoltate dopo la sospensione della Commissione aeroportuale e dei vincoli antirumore decisa lo scorso 30 aprile.

“Enac si è comportata malissimo. Noi la diffidiamo e siamo pronti a denunciarla”. E’ una delle rassicurazioni che il primo cittadino Franco Tentorio ha voluto dare durante il confronto tra i candidati sindaci a Colognola. Una serata che ha visto i cittadini togliersi macigni dalle scarpe contro l’attuale amministrazione, rea secondo loro di non averli tutelati. Anzi, di non aver fatto proprio nulla negli ultimi cinque anni per limitare il rumore in fase di decollo. Per rendere il dibattito ancor più veritiero sono stati sparati rombi di aerei dalle casse dell’impianto audio. Una trovata piutosto fastidiosa per le orecchie dei presenti, ma che rispecchia i disagi subiti dalla popolazione del quartiere più di un centinaio di volte al giorno.

Gli esponenti del comitato “Colognola per il suo futuro”, come sempre peraparatissimi con montagne di carte alla mano per incalzare i candidati, hanno chiesto impegni precisi e concreti a Tentorio, Giorgio Gori, Marcello Zenoni, Rocco Gargano, Andrea Palermo e Mirko Isnenghi: rispettare il limite del numero dei voli (68.570), tutelare la residenzialità, distribuire meglio le rotte. Niente di nuovo rispetto a quanto chiesto negli ultimi anni. E’ nuova invece la modalità lanciata provocatoriamente da Rocco Gargano di Altra Bergamo, che ha invitato gli avversari a firmare una dichiarazione scritta: “I sottoscritti candidati si impegnano a garantire e tutelare la residenzialita di Colognola. I sottoscritti si impegnano inoltre, qualora non dovessero rispettare l’impegno preso, a presentare le dimissioni dalla carica di sindaco”.

Oltre a Gargano hanno firmato Marcello Zenoni del Movimento 5 Stelle e Andrea Palermo di Bergamo Cambia. Non Tentorio, né Mirko Isnenghi (“Non decido io, decide la squadra”), né Giorgio Gori, che ha spiegato nel dettaglio la sua proposta contenuta nel programma elettorale: Su nessun centro abitato l’indicatore del rumore deve essere superiore a 60 decibel. Dobbiamo stabilire un punto di decollo obbligatorio per tutti gli aerei e far rispettare il divieto di voli dalle 22 alle 5 di mattina, su modello di Heathrow si possono stabilire diverse classi di aeromobili con orari di decollo diversi in base a rumorosità”.

Marcello Zenoni ha ribadito quanto dichiarato in un’intervista a Bergamonews giovedì 8 maggio: “Il Comune deve tutelare i cittadini, non fare business, quindi è giusti vendere le quote di Sacbo. L’amministrazione è un soggetto pubblico, non conta perché ha le azioni”. Andrea Palermo, Bergamo cambia, non ha ancora capito “se l’aeroporto è una disgrazia o è una fortuna. Su un punto non ho dubbi: il sindaco deve tutelare i cittadini, non fare l’azionista”. Critico contro tutti Gargano: “Questa amministrazione ha fatto malissimo, non è stata capace di farsi sentire. Il problema è solo il numero dei voli, che va assolutamente limitato”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da diffida de che???

    Per l’aeroporto di Ciampino, dopo che i Comuni di Ciampino e Marino (con l’appoggio della Provincia di Roma) hanno DENUNCIATO IN TRIBUNALE il Ministero dei Trasporti, la Regione Lazio ha convocato la Conferenza dei Servizi che, per tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini, ha stabilito la riduzione del limite massimo di voli giornalieri a 60. A Orio siamo sopra i 200. Altro che diffida ad ENAC dal chiaro sapore di propaganda elettorale.

  2. Scritto da diciamo la verità

    Il limite previsto dal VIA e da tutti i documenti di conferma (delibera Amministrazione Provinciale di Bergamo, Verbale Conferenza dei Servizi, Decreto Direttoriale etc.) NON E’ QUELLO DEI VOLI
    ma quello delle UNITA’ DI TRAFFICO (somma di passeggeri e merci equivalenti) ed è di 6.174.000 UT mentre attualmente siamo sopra i 10 milioni) Neppure SACBO lo ha mai smentito….
    E questo Tentorio e Gori lo sanno benissimo, ma per loro il rispetto delle leggi è un optional.

  3. Scritto da replay

    all’uscita del confronto in pochi hanno notato sulla bacheca le foto delle scie chimiche, mi sarebbe piaciuto che qualcuno ne parlasse, ma a quanto pare sono tutti addormentati dalla propaganda e dai voli a 10 euro comitati compresi (trovo scandaloso queste politiche tariffarie che portano l’aereo super inquinante ad essere il mezzo di trasporto più conveniente)

    1. Scritto da roberta

      Hai dimenticato la biowashball, il metodo Stamina, le piramidi energetiche e i cristalli terapeutici. Ah, e i cerchi nel grano…

      1. Scritto da replay

        simpatica roberta, se solo si informasse un po’ verrebbe a conoscenza che che sono in corso da anni esperimenti di geoingegneria, non lo dico io o qualche complottista ma il quotidiano inglese “the guardian” e buonanotte a chi non vuol sapere.
        http://www.theguardian.com/environment/graphic/2012/jul/17/geoengineering-world-map

      2. Scritto da replay

        cara roberta, se solo si informasse un po’ verrebbe a conoscenza che che sono in corso da anni esperimenti di geoingegneria, non lo dico io o qualche complottista ma il quotidiano inglese “the guardian” e buonanotte a chi non vuol sapere.
        http://www.theguardian.com/environment/graphic/2012/jul/17/geoengineering-world-map

    2. Scritto da Andrea

      le auto emettono essenze di vaniglia…

      1. Scritto da usiamo il cervello

        probabilmente Lei non sa neppure cosa sono le scie chimiche….

        1. Scritto da Andrea

          no e ringrazio che c’è gente come lei che ci può illuminare :)

  4. Scritto da Roberto Spadoni

    C’è un’altra cosa da dire. Nel VIA ufficiale non esiste nessun limite, ma i numeri sono delle ipotesi di ciò che potrebbe accadere nel futuro. La menzogna, comunque, è strategia appurata e riconosciuta ufficialmente propria del comitato, unico veicolo per combattere additandosi paladini di alcuni diritti, ma che in realtà sono paladini solo di se stessi, del loro disadattamento frustrato e della loro ideologia.
    Ma so che finirà presto!

    1. Scritto da gigi

      Sig. Spadoni, si rilegga il verbale della Conferenza dei Servizi del 29.9.2004 – indetta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e sottoscritta anche da Regione Lombardia, Provincia e Comune di Bergamo (assessore Grossi) dove viene indicato che “il PSA, quale strumento volto a disciplinare la crescita del’attività aeronautica, nel rispetto del limite fissato in 6.174.000 Unità di traffico…”. Ora sappiamo chi è frustrato e disadattato.

  5. Scritto da arpaleni

    all’evento inaugurale del Festival della Cultura (tenuto ieri sera al Donizetti con il beneplacito del Comune) abbiamo assistito alla più sfrenata apologia (Success Celebration Day)della Ryanair. Concerto promosso da Sacbo in onore di Mr. Cawley COO & DCE della compagnia, distribuzione dell’Ulisse di Joyce con dedica tipo”gli irlandesi se scrivono un romanzo è un capolavoro, se creano una compagnia aerea è Ryanair”. Questa è la realtà dei fatti, il resto sono palle

  6. Scritto da fede

    ma..alcuni giornali parlano di diffida, qui di missiva. Hanno un peso ben differente anche se in entrambi i casi non esiste possibilitá di avere qualcosa semplicemente perchè possono fregarsene. Ma..Enac non è una roba con una pila di indagini da paura? Da Rimini a l’Aquila, da Adria a ..d’ Alema…un bel posticino immacolato..da essere fiduciosi.

    1. Scritto da Giulio

      Cosa c’entra D’Alema ? Vedi di non dire stupidaggini gratuite , se racconti balle poi fai pensare che tutto ciò che scrivi sia una balla.

      1. Scritto da fede

        prima di offendere e fare brutte figure forse è meglio usare google

  7. Scritto da Terra

    Io spero che i cittadini di Colognola abbiano capito che sia Gori che Tentorio non hanno alcun interesse nel patto di sindacato di Sacbo di bloccare lo sviluppo dell’aeroporto in funzione anche dell’imminenza dell’Expo. Per cui alle parole molto diplomatiche di ieri sera non seguiranno i fatti. Ne Gori ne Tentorio , ne Isnenghi hanno firmato la proposta lanciata di Gargano, quindi le loro promesse valgono Zero!

  8. Scritto da Roberto Spadoni

    C’è un’altra cosa da dire. Non esiste nessun limite dei voli. Questo è un falso. Anche noi siamo pronti a denunciare chi fa del millantato credito. Questa gente usa la strategia della menzogna, perché si avvalgono di principi etici come la salute per i propri fini ideologici e basta.

    1. Scritto da El loco

      Non esiste alcun limite dei voli? Ma dove vive lei? Le ha mai lette le normative???

  9. Scritto da Paolo

    I residenti di Colognola hanno ragione, ma non dicono la verità (cioè che la situazione è migliorata a discapito dei comuni vicini) e non accettano l’evidenza (cioè che l’aeroporto esiste e gli aerei fanno rumore). Gori poi come sempre le spara a caso, visto che da Orio, su 100 voli che decollano, 95 sono Boeing 737 tutti uguali (non dico la compagnia per non fare pubblicità)