BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Protesta degli ultrà: “Il match Atalanta-Milan non si deve giocare”

Per ora, quella di impedire lo svolgimento del lunch-match di domenica, è solo un'idea rimbalzata mercoledì pomeriggio sui social ma, stando ai beninformati, la clamorosa protesta potrebbe davvero andare in scena con i due gruppi ultrà uniti nella nuova "battaglia".

Più informazioni su

Atalanta-Milan non si deve giocare. E’ la clamorosa reazione che avrebbero pensato gli ultrà di Atalanta e Milan in comune accordo per protestare contro la linea dura proposta dai vertici dello Stato dopo i vergognosi fatti che hanno indelebilmente macchiato la finale di Coppa Italia disputata sabato scorso all’Olimpico di Roma.

Per quei fatti i tifosi napoletani sono già stati "puniti" con due turni di campionato da disputare a porte chiuse, mentre uno dei protagonisti della serata, Gennaro De Tommaso (o Genny ‘a Carogna, come si è fatto riconoscere sul web), è stato colpito da un Daspo che lo terrà lontano dagli stadi per cinque anni. Insomma, la mano pesante annunciata si è iniziata a vedere, per questo il mondo ultrà ha deciso di rispondere. E a Bergamo, a quanto pare, si vuole fare sul serio, anche se per ora, quella di impedire lo svolgimento del lunch-match di domenica, è solo un’idea rimbalzata mercoledì pomeriggio sui social.

Certo è, se i possibili disordini si dovessero verificare per davvero, che il destino ha voluto giocare uno strano scherzo al Comunale e ai bergamaschi, già divenuti tristemente famosi per i fatti del tombino andati in scena l’11 novembre del 2007, giorno della morte di Gabriele Sandri in cui gli ultrà bergamaschi decisero di non far disputare proprio un Atalanta-Milan che alla fine fu rinviato sul serio, con la Nord chiusa per per più di quattro mesi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Stefano

    A noi non interessa il passato o la famiglia di Genny la carogna
    in fondo che ha fatto sto Genny? Ha semplicemente placato la curva da capo ultras
    Onore ai napoletani
    mi inchino al loro sangue freddo, allo spirito di appartenenza e al loro attaccamento ai feriti che ricordiamolo sono ben 3 di cui uno, tale FIoretti, rischia di perdere un braccio
    Lo stato si preoccupi di Gastone e dei romanisti infami che hanno causato tutto ciò
    IN questo folle Paese va tutto al contrario

  2. Scritto da lawyer

    Sbagliato dare 5 anni di asporto !
    Non si meritano cio’ !
    Per questi delinquenti da 4 soldi ci vuole prima un bel po’ di galera, e poi d’asporto a vita !!!

  3. Scritto da cinzia omacini

    LIBERTA X GLI ULTRAS………è UNA VERGOGNA…..5 ANNI…..

  4. Scritto da wallace

    in questa italia poco credibile vedere e sentire queste vicende calcistiche non fa più notizia, mi vergogno di essere italiano

  5. Scritto da nicola

    Speriamo lo facciano così poi chiudiamo lo stadio e non se ne parla più per un po’. Io un sindaco che dicesse basta stadio per le guerriglie di calcio lo voterei subito

  6. Scritto da damaten

    Prometto e giuro solennemente: se qualche decina di violenti riuscirà a fermare la partita con il Milan o, in seguito, altre a venire non metterò più piede nello stadio di Bergamo. Ci vado da 65 (sessantacinque) anni !

    1. Scritto da Ingrid

      Anche io vado da più di 20 anni allo stadio a seguire la dea… Per questi motivi ho deciso domenica a malincuore di non andarci perché io nel 2007 ero allo stadio in curva sud ed è accaduto di tutto dentro… Per me il daspo a vita x certa gente e’ la cosa giusta! Lo stadio lasciatelo a chi vuole vedere la partita!!!!

  7. Scritto da Gian

    Ma chiudere la curva nuoce solo alla società e ai tifosi veri che allo stadio vanno per vedere la partita! Secondo me basterebbe mettere i posti nominali e l’impossibilità di alzarsi! Del resto in inghilterra è così che funziona…. Non ci sono capiultra che ti obbligano a non guardare le partite perchè in quella partita hanno indetto uno sciopero!

  8. Scritto da mattew

    Quindi la soluzioni agli scontri allo stadio e lasciaciare le persone fuori dallo stadio…..perche nn ci hanno pensato prima…..patetici!!!!!@!

  9. Scritto da doge

    Consiglio a questi ultras ( ultras di calciatori che guadagnano cifre da capogiro), di scendere in piazza per difendere quei diritti che rischiano di scomparire ( lavoro, sanità, casa, ambiente ecc…), non per queste, scusate la parola, emerite stronzate legate al calcio

    1. Scritto da DREGERS

      HAI DETTO LA COSA GIUSTA

  10. Scritto da mattia

    Sono abbonato…ma in questo caso sarei d’accordo con la protesta. Le troppe leggi ci stanno togliendo il nostro calcio,quello vero,non si può dare un daspo per una maglietta

    1. Scritto da Pinco

      Scusa Mattia ma secondo me non hai ancora capito che lo stadio non può trasformarsi in una prigione con cancellate enormi, tornelli, controlli ai raggi x, etc. inaccessibile per le famiglie a causa di delinquenti (ultra) che hanno ancora il coraggio di chiamarsi tifosi.
      Sospendiamo il calcio per un bel po’ di anni che è meglio.

    2. Scritto da Michele

      una maglietta? Sai cosa che chiedeva la libertà di un’omicida? Cosa ne diresti se qualcuno uccidesse un tuo familiare e poi altri andassero in giro con una maglietta con scritto il suo nome chiedendone la libertà? Speziale è stato giudicato colpevole anche dalla cassazione nel 2012 che è l’ultimo grado di giudizio.

      1. Scritto da pippo1907

        michele ci metteresti la mano sul fuoco sulla colpevolezza di speziale io o grossi dubbi anche perché stranamente spariscono tutte le immagini come a verona con paolo ultras del brescia dove ritraggono l’incidente!!!!anche perché che piaccia o no libertà di pensiero esiste ancora !!!c’è lo stesso stato che inaugura piazze e scuole a falcone e borsellino quando sono stati loro a farli ammazzare o no!!!!

    3. Scritto da Pier

      Certo che si può, quella maglietta è un insulto per tutti, specie per persone che, anche se a volte arroganti, poco civili, sono per strada per difendere anche te e la tua famiglia, pensaci.

      1. Scritto da K1907

        Allora arrestate anche tutti quei politici che chiedevano Silvio Libero e ha tutti quelli che rapinano un supermercato non fateli più entrare per 5anni o più!
        La cosa è la stessa..solo che è più facile prendersela con gli ultras e far finta che tutto il resto vada bene!

        1. Scritto da Roberto

          Io arresterei e rinchiuderei in un manicomio anche tutti gli atalantini, i notav e i no Orio insieme a dei leoni affamati per estinguere questo popolo di deficienti!!

      2. Scritto da lello

        nessun insulto ma esercizio di libertà di pensiero. chiedere la libertà di un detenuto nn è un offesa a nessuno, neppure alla memoria del povero raciti. personalmente sono convinto che speziale sia innocente e credo che sia una posizione, come tante altre, da rispettare. l’onore del povero raciti (max rispetto) a mio avviso andrebbe servito meglio.

  11. Scritto da Robi

    E chi se ne frega

  12. Scritto da Gaziantep

    Non seguo il calcio e aborro gli ultras, ma il trattamento riservato a Gennaro di Tommaso e le dichiarazioni disgustose e menzognere di Alfano (un ministro che mente ad ogni tre per due, come nel caso della donna Kazaka) me li stanno rendendo simpatici. Tutti addosso ai napoletani mentre il nazistoide che ha sparato viene quasi ignorato dalla stampa

  13. Scritto da valter agliati

    Ho una grossa perplessità sulla utilità di questa notizia. Ho la sensazione che serva soltanto a fare da grancassa ai deliri dei teppisti da stadio….. A volte è meglio non pubblicare piuttosto che cercare lo scoop ad ogni costo.

  14. Scritto da MARCO

    Sono un tifoso del Napoli e sabato ero allo stadio e dire che lo stato era assente è dir poco…ci hanno fatto entrare senza controllare cosa avessimo in tasca nè tantopiù se avessimo il biglietto. Ho speso 45 €. per trovare tornelli aperti, sicurezza che tutto faceva tranne che tutelare la gente ed ho visto la partita ammassato ad altra gente. CONTINUA…

    1. Scritto da 081

      Marco come ti permetti di lamentarti? Sei napoletano, quindi ssshhh e subisci in silenzio :-) In merito all’articolo beh aspetto solo le decisioni del “giudice” Tosel.

  15. Scritto da Paolo

    Repressione dura , è evidente che non ci sono alternative.

  16. Scritto da Mario

    se ci provano, proporrei la chiusura dello stadio a vita

  17. Scritto da ridicoli

    Due turni di squalifica sarebbe la linea dura?? Altro che farsi le foto con le banane…noi siamo il paese delle banane! Lo sapete vero che il pericolosissimo lanciatore della banana in spagna è stato “squalificato” a vita?

    1. Scritto da io

      Informati meglio……era solo una pubblicità

      1. Scritto da Non hai capito

        Vediamo se capisci:
        “Il Villarreal – grazie all’azione degli addetti alla sicurezza e alla collaborazione di altri tifosi – ha individuato colui il quale domenica ha lanciato una banana a Dani Alves, gli ha ritirato l’abbonamento e gli proibirà a vita l’accesso allo stadio. Ha fatto tutto il club. Ha deciso che quel tifoso è indegno di partecipare alla vita sportiva del club”.Da noi invece sappiamo come funziona…CAPITO ORA?

  18. Scritto da Michela

    Non fate scherzi che ho giá preso i biglietti!!!!

  19. Scritto da certo

    continuate a parlare degli ultrà dai, divertitevi, se siamo nel baratro più totale e a livelli da terzo mondo con tasso di disoccupazione più alto in europa la colpa è sicuramente loro..continuate a parlare del bocia di jenni a carogna ecc ecc, mentre i piccoli imprenditori si ammazzano..fate ridere , tutti.

  20. Scritto da Idioti

    Prendere a calci in c..o questi idioti

  21. Scritto da Luis

    continuiamo ad osannare sui giornali Bocia e compagnia….
    e si sentiranno sempre più importanti….. altro che Daspo, ai lavori socialmente utili devono finire!

  22. Scritto da Gianfranco

    Sono contrario alle chiusure di settori o dell’intero impianto, perchè per colpa di pochi, o tanti, a cui l’abbonamento è regalato dalle Società, ci rimettono i molti che la tessera la pagano regolarmente. Proporrei che ogni disordine fosse punito con 5 punti di penalizzazione da comminarsi a tutte le fazioni coinvolte. Le Società sarebbero costrette a prendere le distanze dai teppisti (con cui, si sa, vanno a braccetto )

  23. Scritto da dancar

    è imbarazzante che nel 2014 le istituzioni, lo Stato, i Comuni e le società siano in balia degli umori di questi teppisti… bisogna fare come hanno fatto in Inghilterra ! lo stadio deve diventare un luogo per famiglie e gente educata, non vandali.

    1. Scritto da poeret

      il problema sono i violenti, ma il problema reale è la MANCANZA di uno stato, della politica..lo si vuole capire o no? Sabato sera è stato emblematico..ma tranquilli, continuando a votare Renzi e B. tutto resterà come è.. annunci, proclami, punizioni in base agli umori (vedi provvedimenti dopo sabato) e tra un anno, tutto uguale..

      1. Scritto da umberto

        Il problema siamo noi, intendo cittadini italiani. Abbiamo lo stato che ci meritiamo. Se la gente si comporta male la colpa non è dello stato. 3 o 4 anni fa a Roma c’è stata la finale di champins league tra Manchester united e Barcellona, 30.000 tifosi inglesi e 30.000 tifosi spagnoli. Incidenti zero. E allora?

        1. Scritto da poeret

          quando non ci sono regole, oppure sono applicate a seconda del cognome (o blasone parlando di calcio) che si porta..poi succede quel che succede. A Roma sono anni che si accoltellano ma i problemi era i lcarrarmato di bergamo, alla fine son passati alle pistole! Certo che i lsingolo (o i gruppi ultra) hann odelle responsabilità ma se non vengono contrastati sarà sempre così..

  24. Scritto da Francesco

    Da sempre i cervelli fini degli Ultras di Bergamo si distinguono in questi frangenti. Ma questa gente lo sa che se non si giocasse più a calcio (ipotesi remota dato gli interessi che cela) si ritroverebbero nei giardinetti come ebeti la domenica? Non si rendono nemmeno conto che impedire lo svolgimento di una partita equivale alla chiusura della curva per almeno mezza stagione, dato che la mano dei giudici verso di noi è sempre molto più pesante. Percassi sappia con chi ha a che fare.

    1. Scritto da ElleA69

      non generalizziamo, di cervelli “fini” ce ne sono in tutte le tifoserie, non solo a Bergamo. Certo che se succedesse veramente che immagine penosa daremmo… ma finchè non si va col pugno duro… Bisognerebbe imparare da quello che ha fatto la Thacher ai tempi con gli hooligans

    2. Scritto da Froi

      Percassi sa benissimo che ha a che fare con degli zerbini, non preoccuparti.

  25. Scritto da Zanzara

    Se la notizia fosse fondata, consiglierei vivamente le Istituzioni e la Società dell’Atalanta di chiedere alla Federcalcio di far disputare la partita in Abruzzo e….a porte chiuse. E’ assurdo che gli abitanti di Bergamo debbano subire il vandalismo di delinquenti conosciuti e “schedati”.

    1. Scritto da Paolo

      No ma possono anche giocarla a Bergamo… A curve chiuse

      1. Scritto da Dom

        cavoli sei un genio, 5mila persone col biglietto magari già pagato (profumatamente) pensi che ne stiano a casa belle pacifiche e rassegnate?